fbpx
Cerca
Close this search box.

Marta Monsellato

Nata a Bari alla fine degli anni ’80, si considera parte di una generazione salva per un pelo. Quelle recenti, infatti, non conoscono l’Orso Balosso. Si diploma difendendo Catilina in tribunale e sostiene che, quando la tragedia era greca, le catarsi passavano in orario. Laureata in Lettere Moderne e Contemporanee, delusa da un programma di studi ingannevole e capitalista, bocciata più volte all’esame di Positività Tossica perché si rifiuta di dire che “la resilienza è salita al potere nella legalità costituita”, decide di vivere da nomade in tanti posti quanti sono i libri (o i manuali di gioco di ruolo) che le capitano tra le mani. Predilige il realismo solo quando apocalittico, abbaia alle auto blu e siede alla destra dei villain che hanno nobili intenti, ma una pessima comunicazione. Un giorno sposerà l’antieroe dei suoi sogni. Oggi, è una giovane editor di narrativa e giochi di ruolo. Questa è la prima volta che si reincarna, finalmente, in un opossum.