Vai al contenuto
Russotto

Naufragando in un mare di parole e incomprensioni (ottava parte)

Recommended Posts

Octav Iustinian tutto bene?

Iustinian Eh… (cambia tono) prima dovrai spiegarmi cosa vuol dire questa cosa… la sento sempre dire a tutti ma…

Octav È latino. Significa: “Sui gusti non si discute”.

Alida Servono delle... (ad Ana) Ana, per favore, vai a prendere tre o quattro sedie.

Ana Dove?

Alida (sarcastica) In garage!

Ana e Fiodor escono da destra, Alida non se ne accorge.

Octav Alida, perché hai mandato Ana a prendere le sedie in garage?

Alida Per favore Octav, non ti ci mettere anche tu.

Octav Scusami ma non sarebbe stato, sotto un aspetto puramente logistico, chiederle di prenderle in cucina?

Alida E secondo te io cosa intendevo?

Octav Mah, non saprei; solo che, a giudicare dal fatto…

Alida Insomma Octav! Cosa vuoi dire?

Octav Ebbene moglie, voglio dire che, a giudicare dal fatto che tua figlia è uscita di casa mi viene da dedurre che forse lei non abbia inteso la tua frase allo stesso tuo modo.

Alida Octav, io con te non so proprio cosa fare!

Iacob Signora Eminescu, mi permetta di intromettermi. Credo che sua figlia sia andata veramente in garage a prendere le sedie. È uscita da lì. (indica la quinta di destra)

Alida No, io… (si alza e si dirige verso la quinta di destra, si ferma al limite della scena) torno subito.

Ilinca Dai Alida, vado io a prendere le sedie.

Alida NO! Lascia stare.

Ilinca Non sarà ancora bagnato?

Alida No, è che c’è… c’è… uffa c’è una trappola per topi!

Ilinca In cucina?

Alida No! Nel ripostiglio! Per favore Ilinca resta lì.

Alida esce da destra furiosa, Ilinca attende un attimo poi parla.

Ilinca Deve essere stanca, vado a prendere le sedie.

Iacob Signora, no.

Ilinca esce senza dare retta a Iacob.

Octav Bene, credo che noi possiamo prendere posto. A breve ognuno di noi avrà una sedia per accomodarsi. Prego Iacob, accomodati.

Iacob si siede e dopo di lui siedono anche Casian, Iustinian e Octav. Madalina resta in piedi vicino a Iacob

Octav Oh, perdonami Madalina, prego siedi pure… (Madalina si siede sulle gambe di Iacob) qui.

Octav si risiede. Da fuori scena si sente l’urlo di Ilinca. Tutti si alzano tranne Iacob che ha ancora Madalina sulle gambe.

Iustinian Ma cos’è successo?

Ilinca (rientrando terrorizzata con una trappola per topi attaccata al piede) Mio Dio che male! Il mio piede! Iustinian muoviti toglimi questa cosa dal piede!

Octav Fatela sedere.

Iustinian aiuta Ilinca a sedere poi si china e comincia ad armeggiare con la trappola senza riuscire a toglierla dal piede di Ilinca che continua a urlare. Rientrano Alida, Ana e Fiodor.

Alida Ma cosa è successo?

Ilinca Perché non mi hai detto della trappola?

Alida Ma te l’ho detto! E ti avevo detto anche di restare qui.

Ilinca (piangendo) No, tu mi avevi detto che era nel ripostiglio!

Octav A onor del vero mi vedo costretto…

Alida Octav! Lascia perdere, piuttosto vai a prendere qualcosa per sbloccare quest’arnese.

Octav Tesoro ti dispiacerebbe essere più precisa?

Alida Una sega!

Octav Abbiamo una sega?

Ilinca (terrorizzata) Cosa ci devi fare con la sega?

Alida Octav! Vai a prendere la cassetta degli attrezzi! Quella scatola di plastica nera che non usi mai! Muoviti!

Octav esce da sinistra.

Ana Topo, di preciso quali fili hai… spostato?

Fiodor Quelli dell’interruttore.

Ana PAPA! Non accendere…

Da fuori scena si sente l’urlo di Octav, la luce in scena si affievolisce per un attimo e tutti guardano in su. Poco dopo Octav rientra in scena barcollando in preda a intermittenti spasmi muscolari.

Octav È… è… questa? (mostra la cassetta degli attrezzi)

Alida Sì. Ma… cosa ti è successo?

Octav porge la cassetta ad Alida poi stramazza a terra. Tutti gli si avvicinano. Madalina si alza di scatto e raggiunge Ana e Fiodor, Iacob si avvicina a Octav.

Alida Octav!

Iacob (tocca il collo di Octav) Tranquilli, non è niente. Tiriamolo su.

Adagiano Octav su una sedia mentre lui si lamenta, Alida gli siede accanto preoccupata,tutti restano vicini a lui.

Ilinca Scusate, ma il mio piede?

Iustinian Facciamolo sedere.

Ilinca Il mio piede.

Iacob Lasciamolo respirare.

Ilinca Perché nessuno mi ascolta? Il mio piede! Mi fa male!

Iustinian Eccomi, amore.

Rientrano Teodor e Coralia.

Teodor Ehi, ma cosa sono tutte queste urla?

Alida E voi dov’eravate finiti?

Iacob Mi scusi ma non credo che questo sia il momento. (a Teodor) Teodor, prendi qualcosa da bere per tuo padre.

Teodor esce da sinistra.

Coralia Ma cosa gli è successo? Lo abbiamo sentito urlare da sopra.

Fiodor Ha preso la scossa quando ha provato ad accendere la luce.

Tutti si ammutoliscono e guardano Fiodor.

Fiodor Ehm… era l’urlo tipico di chi prende la scossa.

Iacob Magari perché c’erano dei fili scoperti?

Alida E chi avrebbe lasciato i fili scoperti? E perché?

Iacob Direi che lasciato non è il termine adatto.

Coralia Iacob, non resisti proprio. Devi sempre correggere tutti.

Iustinian Qualcuno sa come sbloccare questa cosa?

Coralia Ma, è una trappola per topi!

Ilinca Acuta osservazione! Almeno questa volta il signor Tataru non ti dovrà correggere!

Iacob si dirige pensieroso verso il fondale.

Casian Let me see. (si avvicina a Ilinca)

Ilinca Perfetto! È arrivato il top manager! Il manager dei topi.

Iustinian Tesoro stai calma.

Ilinca Come faccio a stare calma? E’ la seconda volta che mi faccio male oggi!

Alida Perché è la seconda volta che non mi dai retta!

Ilinca Mi fa male il piede! Toglietemi questa cosa!

Alida Casian, per favore pensaci tu!

Ilinca (fissa Casian terrorizzata) Non mi toccare! Nessuno di voi mi deve toccare!

Teodor (rientrando) Tieni daddy, un po’ di ţuică ti farà bene. Questa è speciale, risveglia anche i morti.

Porge il bicchiere a Octav che comincia a bere.

Iustinian No! Quella non è ţuică! È veleno per topi!

Octav sputa terrorizzato.

Octav Teodor, dove hai preso questa ţuică?

Teodor Nel ripostiglio.

Octav Portatemi all’ospedale. Ho bisogno di una lavanda gastrica.

Buio. Al riaccendersi delle luci in sala non c’è nessuno ma ci sono in tutto nove sedie. Da sinistra entra Iacob con un trolley. Subito dopo entra Estera.

Estera Signor Tataru, cosa fa con la valigia?

Iacob Mi sto preparando per tornare a casa. Anche se… le dispiacerebbe radunare tutta la famiglia qui?

Estera No, mi dia solo un attimo, li vado a chiamare.

Iacob Grazie. Ah, sa dirmi dove abitano il signor Iustinian e sua moglie?

Estera Abitano nella casa accanto, appena esce alla sua destra. Ma… posso chiederle perché?

Iacob Certo, mentre lei raduna la famiglia Eminescu io andrò a chiamare il signor Iustinian e sua moglie. Ah, un’ultima cosa.

Estera Mi dica.

Iacob Dovrebbe dire a Teodor e Coralia di portare con loro il topo.

Estera Il topo?

Iacob Sì, gli dica così. Loro capiranno.

Estera E come mai?

Iacob Diciamo che… diciamo che voglio salutarli tutti.

Estera Va bene.

Estera esce da sinistra mentre Iacob esce da destra. Dopo qualche secondo entrano Octav e Alida.

Alida Stai meglio amore?

Octav Sì, cara. Oggi va meglio.

Entrano Ana, Fiodor e Madalina. Tutti e tre guardano in basso. Octav fissa Ana con aria severa.

Octav Buongiorno ragazzi.

AFM Buongiorno.

Octav (severo) Avete dormito… (Alida lo interrompe mettendogli l’indice sulle labbra)

Rientra Estera seguita da Teodor e Coralia che porta con sé una scatola.

Estera Il signor Tataru è andato a chiamare il signor Iustinian e sua moglie.

Octav Grazie Estera.

Estera esce da sinistra.

Octav Teodor, puoi spiegarmi perché tenevi della ţuică nel ripostiglio?

Teodor E’ ţuică speciale, la fa il nonno di Casian.

Octav Bene, era giusto per saperlo.

Teodor E tu cosa ci dovevi fare con il veleno per topi?

Iacob (rientrando) Doveva ammazzare Mickey Mouse.

Rientrano anche Iustinian e Ilinca, quest’ultima con le stampelle e un piede fasciato.

Iacob Buongiorno a tutti e grazie per esservi riuniti qui.

Alida Iacob, potresti essere più chiaro?

Iacob Certo, anche se devo ammettere che una tale richiesta fatta proprio da lei, signora Alida, suona un po’ strana, come quando si dice: “Da quale pulpito viene la predica”.

Tutti guardano Alida, chi sorridendo chi con aria di rimprovero.

Iacob Per favore, accomodatevi. Come potete notare ci sono sedie per tutti.

Tutti si siedono sorpresi della presenza di tutte le sedie necessarie.

Iacob Professore, sta meglio?

Octav Sì Iacob, grazie.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Cookie, cookie e ancora cookie

Come saprai, usiamo dei cookies per garantire il miglior funzionamento del sito. Puoi leggere la cookie policy, oppure cliccare su "Accetto". Consulta anche la privacy policy completa. Privacy Policy