Vai al contenuto
Russotto

Naufragando in un mare di parole e incomprensioni (terza parte)

Recommended Posts

 

Alida Sì ma prima fai testamento.

Ridono entrambe, poco dopo rientrano Octav e Ana; nel vedere rientrare il professore Alida e Madalina si interrompono bruscamente. Octav le nota ma fa finta di niente e prende in mano un libro.

Ana Ciao Maddi, sei ok?

Madalina Ok, e tu?

Ana Ok.

Madalina Vai.

Octav Un dialogo veramente interessante? Su quale argomento verte se posso?

Ana Pa’ ma’, noi dobbiamo fare le prove per lo spettacolo. Vi dispiace?

Alida (sbuffa amorevolmente) Va bene tesoro.

Alida si alza e si dirige verso la quinta sinistra, si ferma un attimo prima di uscire di scena e si volta verso Octav che, rivolto verso la libreria, da le spalle al pubblico.

Alida Octav.

Octav (senza voltarsi) Fate pure. (dopo un attimo di silenzio Octav si volta e nota la moglie che lo fissa) Ah, capito. (raggiunge Alida e tutti e due escono di scena)

Ana Allora Maddi, ci sei?

Madalina Pronta.

Ana Allora cominciamo dalla scena del panico.

Madalina Vai, mi raccomando: panico a palla!

Ana Sì, troppo panico. Vai dammi la battuta.

Madalina (recita) Allora? Va bene adesso?

Ana (recita) No, non va affatto bene. Ho paura. Ho tanta paura. Solitamente si comporta bene ma poi comincia a parlare in quella maniera così strana e… e poi… diventa un altro. Mi hanno detto che aveva fatto così anche la prima volta che ha ucciso qualcuno…

Madalina Sì Ana, la memoria c’è. Ma con l’interpretazione sei out. Cioè: pompa il panico. Panico a palla proprio.

Ana Panico a palla. Sì. Dai riproviamo.

Madalina (recita) Allora? Va bene adesso?

Rientra Iustinian con la moglie Ilinca. Le due ragazze sussultano nervosamente nel vederli.

Ilinca (a iustinian) Caro, lascia parlare me. Vedrai che è tutto un malinteso. (si rivolge ad Ana) Ana, carissima. Come stai tesoro?

Ana Ciao Ilinca. Bene, grazie. Cercavi mamma?

Ilinca Sì, grazie. Puoi chiamarla?

Ana Certo. (si volta verso Madalina e la guarda con espressione rassegnata e divertita) Andiamo Maddi, continuiamo in camera mia.

Madalina Va bene.

Escono Ana e Madalina da sinistra.

Iacob Neanche quelle due me la contano giusta. Hai visto come hanno reagito quando ci hanno visti? Chissà cos’altro ci nasconde questa famiglia.

Ilinca Tu ora lascia parlare me. Chissà cos’hai bevuto ieri sera che oggi ti vengono in mente certe cose.

Rientra Alida da sinistra.

Alida Ilinca, ciao. Meno male che sei qui. Oggi è una giornata impegnativa.

Ilinca Mi ha detto mio marito che avete un ospite.

Alida Sì, è per questo che vi ho voluti qui. La cosa potrebbe diventare impegnativa e voi potreste dare una mano. Venite andiamo in giardino, sto preparando lì. Stasera ci mangiamo una bella pastrama.

Alida esce da sinistra, Ilinca fa per seguirla ma Iustinian la trattiene.

Iustinian Hai sentito? Ha detto in giardino!

Ilinca Ma non mi dire! La pastrana vorrai mica farla in salotto?

Iustinian Alida ha detto che non…

Ilinca Amore, ascolta: hai presente la pastrana?

Iustinian Sì, ce l’ho presente ma io ti sto dicendo…

Ilinca Allora, sai che si fa alla griglia.

Iustinian Certo, ma ascolta…

Ilinca Allora andiamo, Alida ha detto che ha bisogno di aiuto.

Rientrano Alida e Octav discutendo animatamente.

Alida Prendi del veleno e fallo fuori!

Octav Mia cara, cosa ti fa pensare che io disponga di veleno? Non saprei neanche quale usare.

Alida Ma non mi dire. Il professore non sa?

Octav Bah, non saprei, le mie conoscenze mi rimandano al Cobra, a un infuso di cicuta o al più celebre Arsenico.

Ilinca che, nel vederli entrare aveva aperto la bocca per parlare, è rimasta tutto il tempo immobile.

Alida Ilinca, Iustinian, eravamo giusto tornati a chiamarvi. Ma cosa fate ancora lì?

Iustinian Veramente…

Ilinca Guarda c’è appena venuto in mente che abbiamo alcune faccende da sbrigare a casa.

Alida Ma noi...

Ilinca Sì guarda, siamo sempre indaffaratissimi. Abbiamo tante cose da fare che non riusciamo mai a stare un po’ tranquilli

Alida Quindi non…

Ilinca Scusami Alida, grazie per il tuo invito resteremmo volentieri ma non ci è veramente possibile.

Alida No, no, no. Oggi è sabato, qualsiasi cosa tu abbia da fare ti aiuto io domani ma oggi voi siete miei ospiti. Non accetto rifiuti.

Estera (entrando) Professore, c’è…

Alida Estera, stai calma.

Ilinca Alida, cosa c’è?

Alida Nulla mia cara, oggi abbiamo un piccolo problemino da risolvere. Se volete attendere qui un attimo io e il PROFESSORE andiamo di là a risolverlo.

Escono da sinistra Octav Alida ed Estera.

Iustinian Ora mi credi? Io te l’avevo… solo che tu sei sempre… ora andiamo prima che… io non voglio prendere parte…

Alida Aspetta, aspetta. Ma chi è che vogliono uccidere?

Iustinian E’ da quando sono arrivato che mi parlano… ho capito… è lui… dobbiamo salvarlo.. dobbiamo… sennò questi lo fanno… non possiamo andare.

Alida Amore, tu sai cosa hai detto vero? No perché io non ho capito nulla.

Iustinian Oh! Sei sempre la solita, non ascolti… Il giornalista!

Alida Il giornalista?

Iustinian Sì, lui.

Alida Io non ascolto il giornalista?

Iustinian (si dimena mettendosi le mani nei capelli) Ma come te lo devo dire? Vogliono…

 

Iustinian prende la testa della moglie tra le mani e le sussurra qualcosa all’orecchio, lei cambia espressione man mano che comprende la frase del marito.

Suona il campanello. Estera entra da sinistra, passa davanti a Iustinian e Ilinca che si fingono indifferenti, ed esce da destra.

Iustinian Potrebbe essere lui. Dobbiamo trovare il modo… prima dell’intervista.

Ilinca Quale intervista?

Iustinian Octav… mi ha parlato… deve intervistarlo… perché c’è un poeta…

Rientra Estera seguita da Iacob.

Estera Prego, attenda qui. Mi dia pure il soprabito e il cappello. Vado a chiamare i signori Eminescu.

Iacob Grazie.

Estera esca da sinistra dopo aver appeso soprabito e cappello all’appendiabiti. Iustinian attende che Estera sia uscita e subito dopo si avvicina a Iacob.

Iustinian Buongiorno.

Iacob Buongiorno.

Iustinian Lei è il giornalista?

Iacob Sì, lavoro per una rivista di arte. Sono qui perché devo…

Ilinca Deve andarsene!

Iacob Prego?

Iustinian Sì, signore. Lei è in pericolo. Questa famiglia vuole ucciderla e chissà quante altre persone hanno ucciso prima.

Iacob Non so cosa dire, io ho parlato al telefono con il professor Eminescu. Mi è sembrata una persona normalissima. Poi, come si dice, l’apparenza inganna.

Iustinian Anche noi lo pensavamo, solo che oggi faceva discorsi strani.

Iacob Tipo?

Ilinca Senta, non c’è tempo. Lei deve scappare.

Iacob Abbiate pazienza, io non vi…

Ilinca La faranno fuori con l’arsenico, la vogliono avvelenare. Qui non parlano solo strano, sono proprio strani. Lei si deve mettere in salvo.

Ilinca e Iustinian spingono Iacob fuori dalla parte destra.

Estera (rientrando) Signor… Tataru. Ma dov’è andato? (esce da destra)

Rientrano Ana e Madalina.

Ana Ok! Non c’è nessuno.

Madalina Oh, meno male. Qui si prova meglio.

Ana Infatti.

Madalina Allora, riparti e, mi raccomando, panico a palla.

Rientra Iacob e si dirige verso l’appendiabiti, Ana e Madalina non si accorgono di lui.

Ana (recita) No, non va affatto bene. Ho paura. Ho tanta paura. Solitamente si comporta bene ma poi comincia a parlare in quella maniera così strana e… e poi… diventa un altro. Mi hanno detto che aveva fatto così anche la prima volta che ha ucciso qualcuno…

Ana nota la presenza di Iacob e urla, Iacob urla a sua volta, riprende il cappello e il soprabito e corre fuori da destra.

Ana C’era un uomo!

Madalina Brava, bravissima! Sei troppo entrata nella parte.

Ana Era lì! C’era uno!

Madalina Sì, sì. Sei stata bravissima. Soprattutto l’urlo. Sembrava veramente che fosse lì davanti a te.

Ana Non hai capito, c’era uno lì.

Madalina Va bene Ana, ora esci dalla parte.

Rientra Estera seguita da Iacob.

Estera Prego signor Tataru, se vuole ridarmi il soprabito e il cappello.

Imbarazzato, Iacob porge il soprabito e il cappello a Estera che, scuotendo la testa, li ripone sull’appendiabiti.

Ana (imbarazzata a sua volta) Ehm… lei sarebbe il giornalista?

Iacob Sì. Iacob Tataru, molto piacere.

Ana Piacere mio.

Iacob Mi scuso per l’inconveniente di poco fa. Sono stato… la prego di scusarmi.

Ana Ma no si figuri, eravamo prese da una prova di teatro.

Iacob Teatro! Ma che bello. E cosa…

Ana (interrompe Iacob) Ah, mi scusi. Lei è la mia amica Madalina… (guarda Madalina che è immobile) Mada… Maddy? Tutto bene.

Madalina si avvicina lentamente a Iacob senza smettere di fissarlo poi gli tende la mano per farsela baciare.

Madalina Madalina, molto piacere.

Iacob, sempre più imbarazzato esita, prende la mano di Madalina, accenna a chinarsi ma alla fine si limita a stringerla. Entra Octav con Estera al seguito.

Iacob Molto piacere, Madalina. (divincola elegantemente la mano dalla stretta di Madalina)

Octav Signor Tataru?

Iacob Il professor Octav Eminescu, immagino.

Octav Sono io. Molto piacere.

Iacob Piacere mio, professore.

Octav Noto che ha già avuto modo di fare la conoscenza di mia figlia e della sua amica.

Iacob Sì, si sono appena presentate e mi hanno detto…

Tutti si accorgono dell’immobilità di Madalina.

Octav Madalina, stai bene.

Madalina (senza smettere di fissare Iacob) Sì, professore. Sto bene.

Octav Signor Tataru, la pregherei di seguirmi nel mio studio. Credo che abbiamo interrotto delle prove per una rappresentazione di arte drammatica.

Iacob Sì, lo credo anche io. Stavo giusto per chiedere a sua figlia di che opera si trattasse.

Octav Indagherò io per lei se le può andar bene. Ho motivo di credere che se restiamo quale che sia la natura dell’opera questa potrebbe tramutarsi in un’autobiografica storia d’amore. (sorride)

Iacob (risponde al sorriso con complicità) Sì, e siccome ho già motivi a sufficienza per essere imbarazzato la seguo volentieri. (si rivolge ad Ana) Signorina Ana, sign… signorine è stato un piacere.

Octav (a Estera) Estera, cerca di convincere Iustinian e la sua signora a tornare qui. Conosci mia moglie, se non li vede tornare, questa volta, potrebbe compiere un delitto.

Iacob diventa nervoso.

Octav Qualcosa non va, signor Tataru?

Iacob (scuote la testa sorridendo) No, professore. La sua frase mi ha riportato alla mente una cosa ma nulla di importante.

Modificato da Russotto
Aggiunto il link al commento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eccomi alla terza parte: l'attendevo con curiosità!

2 ore fa, Russotto dice:

Octav Un dialogo veramente interessante? Su quale argomento verte se posso?

Virgola dopo verte

2 ore fa, Russotto dice:

da le spalle al pubblico.

2 ore fa, Russotto dice:

Alida Ilinca, ciao. Meno male che sei qui. Oggi è una giornata impegnativa.

Ilinca Mi ha detto mio marito che avete un ospite.

Alida Sì, è per questo che vi ho voluti qui. La cosa potrebbe diventare impegnativa e voi potreste dare una mano.

ripetizione

2 ore fa, Russotto dice:

Estera esca da sinistra dopo aver appeso soprabito e cappello all’appendiabiti. 

esce

5 ore fa, Russotto dice:

Iacob diventa nervoso.

credo non ci voglia il grassetto: non è una battuta.

 

A parte queste piccole osservazioni, devo dire che mi piace sempre di più. Faccio solo un po' fatica a visualizzare le entrate in scena e le uscite, ma credo che sia un mio limite.

La situazione che si sta creando è sempre più divertente e l'equivoco è sempre più intrigante. Non ho capito se Madalina e Jacob si conoscono oppure se sono stati folgorati da un colpo di fulmine.... sono curiosa

Aspetto il seguito. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, Russotto dice:

Cioè: pompa il panico. Panico a palla proprio.

quante P!  Difficile da leggere, almeno per me

5 ore fa, Russotto dice:

Ilinca (a iustinian)

maiuscola

5 ore fa, Russotto dice:

l Cobra, a un infuso di cicuta o al più celebre Arsenico.

non credo occorrano maiuscole

5 ore fa, Russotto dice:

Escono da sinistra Octav Alida ed Estera.

Iustinian Ora mi credi? Io te l’avevo… solo che tu sei sempre… ora andiamo prima che… io non voglio prendere parte…

Alida Aspetta, aspetta. Ma chi è che vogliono uccidere?

Iustinian E’ da quando sono arrivato che mi parlano… ho capito… è lui… dobbiamo salvarlo.. dobbiamo… sennò questi lo fanno… non possiamo andare.

Alida Amore, tu sai cosa hai detto vero? No perché io non ho capito nulla.

Iustinian Oh! Sei sempre la solita, non ascolti… Il giornalista!

Alida Il giornalista?

Iustinian Sì, lui.

Alida Io non ascolto il giornalista?

Iustinian (si dimena mettendosi le mani nei capelli) Ma come te lo devo dire? Vogliono…

qui credo ci sia uno scambio di persona tra Alida e Ilinca, altrimenti sembra che Alida tradisca il professore :)

 

Divertente assistere all'intreccio di equivoci sapendo la spiegazione di ognuno. Ormai mi sto affezionando ai personaggi...

Me li sto immaginando anche, sia loro che le scene

Il ritmo rapido mi piace molto, tiene viva l'attenzione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mille @Mari e @Violaliena. Ho apportato tutte le correzioni chemi avete segnalato (a parte il grassetto sulla didascalia che è presente solo qui per  via della riformattazione e la frase con troppe "P", quella vedranno come suonerà tradotta in Romeno).

No @Mari Iacob e Madalina non si conoscono, Madalina si presenta a lui. Va be' te lo posso anticipare (tanto lo leggeresti all'inizio della quarta parte) Madalina è rimasta incantata da Iacob.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Russotto dice:

No @Mari Iacob e Madalina non si conoscono, Madalina si presenta a lui. Va be' te lo posso anticipare (tanto lo leggeresti all'inizio della quarta parte) Madalina è rimasta incantata da Iacob.

bene: mi piaccioni i colpi di fulmine :love:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Cookie, cookie e ancora cookie

Come saprai, usiamo dei cookies per garantire il miglior funzionamento del sito. Puoi leggere la cookie policy, oppure cliccare su "Accetto". Consulta anche la privacy policy completa. Privacy Policy