Vai al contenuto

La tua lacrima


Recommended Posts

 
 
LA TUA LACRIMA
 
Si è in te anticipato
ogni mio desiderio
di vita. La mia anima, ...
forse non sai,
è nel tuo scialle,
che vesti e stringi di sera,
quando è poca cosa
pure l’ago tuo
che tesse e ricama.
Scorre,
ogni tre o quattro giri di filo,
la mano tua scialba
sull’ordito,
ma poi vacillando
cade in una luce sfumata che vive
e rivive soltanto in se stessa.
Per lungo tempo
ho cercato il segno vero
della nostra esperienza,
ma adesso m’accorgo d’averlo
raccolto in te,
nella tua ruga paziente.
Mi sono innamorato
della tua fedeltà verso
le ragioni profonde della vita.
Se in profonda solitudine,
non sapendo rispondermi,
penso a te, riconosco
di non esser mai stato
solo realmente.
E te lo confesso, cara:
capii, e forse non sempre
lo feci, preclusami
la tua luce,
che la nostra presenza
non è mai stata il trascorrere stesso
del tempo. Sul fondo
della tua pupilla
sfocata, m’immergo bambino.
La cataratta
è il tuo segno,
che si dà a chi non ha visto.
Scricchiola la tua pupilla,
la mia inesistenza
s’è dissolta.
Con te risorge la vita
che non dimentichi.
Sgorga la tua lacrima
a intervalli, come se esitasse.
Non guardare
con dolore al nostro tempo
che va. Adesso
anche tu sei lacrima
che riga il viso e solca
le rughe. Conosci il segno
che non sapevo d’avere,
la tua gioia ch’ora e sempre
m’appartiene.
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Mari locked this topic

Ciao Pietro.

Sono  stata costretta a chiudere  la discussione.

Ti invito a leggere attentamente il regolamento per poter postare le tue poesie e quant'altro vorrai postare.

Quando avrai letto tutto, ti accorgerai che devi commentare una poesia o un racconto. Una volta fatto, puoi mandare il link a qualcuno dello staff, al più presto provvederemo a riaprire la tua discussione in questa sezione.

Se hai bisogno di altre delucidazioni, non esitare a contattarmi.

Grazie

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 settimane dopo ...

Non farla cancellare!

Sinceramente, non sono solito commentare le poesie in quanto, da ignorane in materia quale sono, ho paura di fare solo dei colossali danni.

Quando, ieri, ho risposto alla tua richiesta mi sono incuriosito e ho provato a leggere il tuo testo e ne sono rimasto affascinato.

C'è un passaggio che non mi è chiaro

On 18/12/2016 at 12:26, Pietro dice:

La cataratta
è il tuo segno,
che si dà a chi non ha visto.

Qui mi sono perso. Per il resto ho trovato questa poesia veramente intensa e dolce. Inizialmente mi è parso che fosse dedicata a tua madre ma verso la fine l'impressione è cambiata a favore di una compagna di vita. (o forse ho sbagliato in toto)

Avrei una domanda da farti (ti prego, considera sempre che sono un profano): come decidi il punto in cui interrompere un verso andando a capo?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, ti ringrazio per l'attenzione.

Il testo evoca le parole di affetto e conforto che un uomo anziano, gravato dall'età, rivolge alla moglie sua compagna di vita.

La cataratta della donna è un'importante risorsa poetica, poiché i suoi occhi, malgrado  abbiano di fatto subito una progressiva diminuzione della vista, sono capaci di veicolare una visione dentro la visione. Sono occhi vivificatori,  poiché inscindibili da quelli del marito che solo adesso, a distanza di anni, ha imparato  a vedere, a capire che la loro presenza qui non ha risposto a un precario trascorrere delle cose.

In genere vado a capo seguendo un ritmo di accenti interiorizzato e in parte modellato su quello dei metri canonici. Ragione per cui, a lavoro finito, rileggo a alta voce, riscrivo e rielaboro il testo per ottenere un accordo generale tra forma e contenuto.

  • Love 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla discussione!

Puoi scrivere ora e registrarti dopo. Se hai già un account collegati subito!

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Crea Nuovo...

Cookie, cookie e ancora cookie

Come saprai, usiamo dei cookies per garantire il miglior funzionamento del sito. Puoi leggere la cookie policy, oppure cliccare su "Accetto". Consulta anche la privacy policy completa. Privacy Policy