Vai al contenuto

[UvsD-OL16] NOÈ 2.1


Recommended Posts

commento

NOÈ 2.1

 

In qualità di capitano della Minchia Fumante riporto i fatti così come sono avvenuti, nel diario che mi renderà ricco e famoso.
Tutto è cominciato una notte, una delle tante che trascorrevo al pc a guardare porno. Mi dilettavo a strizzarmi l’attrezzo per ore mentre nello schermo ci davano dentro; la mia prostrata era un caterpillar, anche se dopo la prima ventina di spremute cominciava a fumare. Mi alzai per andare in bagno e fui avvolto da una luce intensa dalla quale venne fuori una ragazza.
«Devo parlarti» disse riportandomi in camera.
Mi mollò sul letto e si mise con le mani sui fianchi a guardarmi. Era bassina ma graziosa, indossava un gilet nero di pelle che lasciava scoperte le braccia piene di tatuaggi, portava i capelli mori corti e tagliati a spazzola, piercing al sopracciglio destro e al labbro inferiore. Si accese una sigaretta:
«Ovviamente ti domandi chi sono» disse.
«No» dissi.
«Sono la Bella Signora.»
«In effetti...»
«Non in quel senso. Sono la Madre.»
«Di chi?»
Sospirò. «Sono la Madonna. Hai presente la madre di Cristo? Lei.»
Scoppiai a ridere e lei mi rifilò un calcio negli stinchi con la punta dello stivale. Dopo un botta e risposta e un paio di miracoli, mi convinsi di quanto affermava.
«Ascolta, sei stato prescelto» disse aspirando il fumo nervosamente. «Ci sarà un nuovo diluvio universale e sarò io a dirigere il tutto. Il Principale si è preso una lunga vacanza, quindi tocca a me e farò le cose in grande.»
«E io, in tutto questo, che c’entro?»
«Non ti chiami forse Noè?»
«Sì, purtroppo. A scuola mi prendevano tutti per il culo, colpa di mio padre che faceva i pompini a Don Fabio nella sagrestia...»
«Lo so! Risparmiami i dettagli. Costruirai la grande arca in sette giorni, dopodiché inizierà il diluvio e durerà… bah, dipenderà dal mio umore. Porterai sette coppie per ogni animale, maschi e femmine...»
«No, ferma. Non ho voglia di faticare gratis sette giorni, trovati un altro.»
«Aspetta di sentire tutto il pacchetto che ti offro: visto che non hai moglie, e vorrei ben vedere, andrai sulla Salaria e prenderai le mignotte migliori, possibilmente una per razza e colore: more, bionde, rosse, dell’est, asiatiche, africane etc. Ho tenuto conto del tuo fenomenale onanismo, perciò accoppiandoti con loro ripopolerai la terra in poco tempo.»
«Accetto!» scattai sull’attenti.
Firmammo un contratto, titolo: Acquazzone Universale, poi stilammo una lista delle cose da portare – nella quale mi dimenticai il sapone – e la Madonna se ne andò. Cercai di prendere sonno ma squillò il telefono facendomi sobbalzare.
«Pronto?»
«Sette giorni» disse la Madonna con vocina maligna, e riattaccò.
Saltai giù dal letto, non c’era tempo da perdere. Presi la macchina e andai sulla Salaria.
I lavori partirono il mattino dopo, seguendo scrupolosamente il libretto con le istruzioni lasciatomi dalla Madonna. Nonostante il caldo feci sgobbare duro papà – che morì d’infarto il sesto giorno, peccato – mamma, e anche tutte le ragazze; sotto il sole i loro corpi sudati risplendevano, stretti negli shorts e nei reggiseni, ed era uno spettacolo per i sensi vederle piegate una sopra l’altra mentre intagliavano e legavano e verniciavano. Mi ero già preso una cotta per Olga, l’ucraina, per via delle tettone che continuava a rinfrescare versandosi addosso l’acqua, ma dovevo ricordarmi della missione: era mio dovere giacere con tutte loro, senza preferenze.
Più volte nei sette giorni sparii dalla vista per tenere in esercizio l’attrezzo.
Vennero a me tutte le razze animali di entrambe i sessi, ebbi giusto qualche problema con una coppia di pavoni gay che non avevano, come dire, i documenti in regola; li imbarcai clandestinamente, mentre facilitai il soggiorno della coppia di acari ospitandoli direttamente nella barba.
L’ottavo giorno comparve in cielo un’immensa vagina. Era fatta di nuvole nere e oscurò il sole. Le labbra della vagina si aprirono tra fulmini e lampi e cominciò l’Acquazzone Universale. Era il momento di barricarsi nella Minchia Fumante e lasciare fuori il mondo. Salito sul ponte per farmi bagnare dall’acqua purificatrice mi accorsi che le gocce erano lattiginose e dense, e portandomi le dita al naso sentì il chiaro e familiare odore di urina e liquido seminale. Sorrisi: la Madonna stava proprio facendo le cose in grande, come promesso.
L’arca venne sollevata dalla marea mentre dall’esterno ci giungevano le grida disperate degli affogati. L’Acquazzone Universale durò parecchio, alla Madonna rodeva particolarmente, così ci ritrovammo a navigare senza una meta, e, dovendo occupare il tempo senza avere più a disposizione il pc, iniziai la mia opera di ripopolamento.
Adesso, la Minchia Fumante è incastrata sul picco di una montagna, è ora di scendere.

Noè mise piede sulle rocce, trovando la Madonna con la sigaretta tra le labbra.«È andata bene direi» disse lei.
«Sì, mia signora, tutto bene ringraziando nostro...»
«Sì, sì, niente convenevoli. Piuttosto, dammi il diario di bordo che vado a editarlo.»
Noè strinse al petto il prezioso documento. «Ma, no! Lo farò pubblicare io!»
«Non dire cazzate, Noè! Dallo a me, il copyright è nostro, e poi non è rimasto nessuno per leggerlo.»
La Madonna allungò la mano, e Noè, pur se riottoso, gli consegnò il diario. Lei si girò per rientrare nella luce, ma prima gli disse: «Sarai tu il protagonista della storia, niente soldi ma la fama non ti mancherà. Adesso fai tanti figli, e, santo cielo, datti una ripulita!»

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
27 minuti fa, Giovanna Evangelista dice:

Un racconto volgare e fastidioso, a tratti disgustoso, evitabile, censurabile.

Modestamente :rock:

28 minuti fa, Giovanna Evangelista dice:

Spero non autobiografico. 

Yo, Dre in tha house... sono un Lord io, non se lo dimentichi.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao  Simone, è con immensa soddisfazione che mi appresto a farti qualche pulce.

 

On ‎18‎/‎07‎/‎2016 at 16:10, Simone Volponi dice:

la mia prostrata

Refusone :asd: , però visto il livello culturale/intellettivo del soggetto, potrebbe anche starci, ma in quel caso mettilo in corsivo.

On ‎18‎/‎07‎/‎2016 at 16:10, Simone Volponi dice:

Mi mollò sul letto

Mi piace di più "buttò"

On ‎18‎/‎07‎/‎2016 at 16:10, Simone Volponi dice:

Ovviamente ti domandi chi sono» disse

"Ti starai domandando" mi suona meglio

On ‎18‎/‎07‎/‎2016 at 16:10, Simone Volponi dice:

Nonostante il caldo feci sgobbare duro papà – che morì d’infarto il sesto giorno, peccato – mamma, e anche tutte le ragazze

virgola dopo caldo e non sono molto amante dei trattini per gli incisi, pregerisco le virgole.

On ‎18‎/‎07‎/‎2016 at 16:10, Simone Volponi dice:

mamma, e anche

o la virgola o la congiunzione, io opterei per la congiunzione
 

On ‎18‎/‎07‎/‎2016 at 16:10, Simone Volponi dice:

portandomi le dita al naso sentì il chiaro e familiare odore di urina e liquido seminale.

portandomi le dita al naso sentii

A parte l'orrida visione della vagina celeste che emana fulmini e il cosiddetto "Acquazzone Universale"  Cosa c'entra il liquido seminale?

On ‎18‎/‎07‎/‎2016 at 16:10, Simone Volponi dice:

L’Acquazzone Universale durò parecchio, alla Madonna rodeva particolarmente, così ci ritrovammo a navigare senza una meta, e, dovendo occupare il tempo senza avere più a disposizione il pc, iniziai la mia opera di ripopolamento.

la "e" tra due virgole non si può proprio vedere...

On ‎18‎/‎07‎/‎2016 at 16:10, Simone Volponi dice:

Sì, mia signora, tutto bene ringraziando nostro

Signora maiuscolo

On ‎18‎/‎07‎/‎2016 at 16:10, Simone Volponi dice:

gli consegnò

"le consegnò"

On ‎18‎/‎07‎/‎2016 at 16:10, Simone Volponi dice:

Adesso fai tanti figli, e,

di nuovo la "e" tra due virgole :testamuro:

A parte queste piccole imperfezioni, hai ripetuto troppe volte la parola "Madonna". Io avrei usato ogni volta dei nomi diversi, ne ha tantissimi e alcuni sono molto particolari. Avrebbe dato al racconto uno spunto in più per la risata.

Nel complesso è un racconto molto fantasioso, ma è molto volgare, a tratti grottesco e decisamente blasfemo.

In alcuni punti fa ridere, ma non poi molto, ma capisco che il limite del genere poteva ostacolare la cosa.Non è il genere di letture con cui mi diletto, ma si è lasciata leggere.

Alla prossima :flower:

 

 

Modificato da Mari
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cara @Mari, il fallace tentativo di boicottarmi rivela il timore nutrito giustamente... me lo godo tutto :applausi:

Dall'altra parte sono il Lord sbraca sintassi e divoratore di virgole, le uso a mo' di pandemonio. Refusetti più del dovuto, ma conta che per stare nel limite assurdo imposto ho dovuto tagliare inverecondamente, e qualcosa sfugge.

52 minuti fa, Mari dice:

Cosa c'entra il liquido seminale?

Dicesi "squirt".

I trattini li sto usando da poco, non mi sembrano malaccio, ma rivedrò il tutto. Sistemerò in revisione gli orrori... Però la Madonna che altri nomi ha? Maria...

Mi spiace non averti colpito, sarà per la prossima, spero.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, Simone Volponi dice:

Dicesi "squirt".

Ho presente, ma NON è liquido seminale. Se vuoi un trattato di anatomia e fisiologia dillo: resto a disposizione.

 

4 minuti fa, Simone Volponi dice:

Però la Madonna che altri nomi ha? Maria...

Si vede che non hai mai sentito recitare il Rosario.  Le vie per imparare qualcosa sono come quelle di nostro Signore: infinite.

  • Love 2
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un racconto un tantino volgare, irritante, a tratti eccessivamente pesante da urtare chi come me, è sensibile a certi argomenti. Per nulla nelle mie corde, e se non fosse stato per il contest probabilmente non l'avrei nemmeno letto. Il genere centrato in pieno, sei stato black fino alla nausea. Non mi hai fatto però ridere, nonostante ironia adoperata a tal scopo, credo. Tuttavia, devo dire che la tua bravura scrittevole, che ho avuto modo di apprezzare in questo periodo, c'è e non si discute. Sei bravo e sai di esserlo. Sei stato un degno avversario in questa sfida, mi complimento con te. 

  • Love 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Luisa Cagnassi Grazie per l'apprezzamento! Sì, ho confidenza con l'argomento, e giustamente come dici tu, dipende dallo stomaco di chi legge... Quindi apprezzo lo sforzo nel farlo e il commento :)

@Emy Ristovic Il genere è così, eccessivo. Ma ti capisco, anch'io non leggerei generi che non sono nelle mie corde se non per "doveri" di contest... su su, non si urti! Sono convinto che Lei e il figlio abbiamo un grande senso dell'umrismo, visto che ce ne hanno fatto dono ;)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quasi ripeto il commento che ho fatto dieci minuti fa... :D

Niente, come immaginate nel giro di dieci minuti non ho cambiato opinione sulla "volgarità" e sull'infastidire il lettore con personaggi odiosi, se è la bravura dell'Autore a renderli caratterizzati in tal modo. Come in questo caso.

Certo, è un racconto che presta il fianco a molteplici nasi storti, ma a maggior ragione questo denota la bravura dell'Autore di riuscire a condurre il lettore alla fine. Secondo me, al di là del contest, uno che inizia questo racconto non smette di leggere finché non arriva alla fine. Io quantomeno farei così se fossi infastidito in misura elevata da quello che sto leggendo; altrimenti come potrei mai fare un'affermazione del genere? Un po' come diceva il buon Rino in Mio fratello è figlio unico: "Non ha mai criticato un film senza prima, prima vederlo..."

Intanto il lettore ha finito il racconto e l'Autore ha stravinto.

Detto questo, secondo me @Simone Volponiha uno stile che ce ne fossero di scrittori così! Sempre pulito, coerente, scrittura curata, più odi quello che leggi più divori le parole per arrivare alla fine. Uno stile che lo rende unico in un forum. Secondo me questo ripaga.

Complimenti. Squadra a parte, sempre.

Poi arriverò anche dalle belle angiolette. Il tempo è quello che è e per leggere mi prendo calma e tempo. La lettura di corsa non fa per me. :)

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, Simone Volponi dice:

@Emy Ristovic Il genere è così, eccessivo. Ma ti capisco, anch'io non leggerei generi che non sono nelle mie corde se non per "doveri" di contest... su su, non si urti! Sono convinto che Lei e il figlio abbiamo un grande senso dell'umrismo, visto che ce ne hanno fatto dono ;)

Lo so che è eccessivo, sicuramente per questo non riesco ad apprezzarlo. Non mi piacciono gli eccessi. Non è che tu mi abbia urtata troppo, semplicemente non è scattata nessuna scintilla positiva. Sarò io che non colgo certe sfumature, non essendo il genere di cui vado pazza. :) Ti ho preferito nella meeny. 

  • Love 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Forse son di parte perché adoro questo autor,

Che renderebbe sporco il più dolce degli amor.

Stile irriguardoso eppur sopraffin

Che tratti di angioletti oppure di pompin,

Si legge a perdifiato, con risate sulle morti

Sfido io a pensarne di storie così forti!

Virgole e puntini a volte son dolor,

Ma a poco o nulla importa perché punta dritto al cor

Del lettore più cortese o quello più infamon.

Niente più d'aggiunger, se non viva la fi...l'acquazzon!

  • Love 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Simone Volponi Sarà che il trauma per il genere che scrivi io l'ho già superato nel WD, ma il racconto mi è piaciuto :asd: 

Io ancora mi chiedo se questi trip ti vengano in sogno, o come cavolo lavori la tua mente, ma si può star sicuri che cliché e robe già viste nei tuoi racconti non ci entrano neanche per sbaglio! Di positivo c'è che sorprendi sempre, anche se con una nota di perversione xD

Mi è piaciuto molto come hai caratterizzato la Maria Punkettona e il protagonista scansafatiche ma bonaccione; inoltre, ti ringrazio per avermi fatto cercare sul dizionario la parola "onanismo": stai diventando come il Soverchio v_v

La punteggiatura è da rivedere, e in particolare ti segnalo il fatto che non metti quasi mai la virgola prima del "ma", anche se in realtà ci andrebbe di regola.

Molto carino il finale a tema editoriale :asd:  Anche se, visto il finale, ti avrei consigliato una separazione più netta delle due parti, magari mettendo in corsivo la prima, trattandola proprio come fosse una pagina di diario.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Lisa Daniele accascè cara (sarebbe ansciantè nel mio francese)

Tu sai, sei pronta.
Il mio cervello è un pirata onirico che si ciba di perversioni giocose.

Sai che le virgole le magno. Non pensavo ci fosse una regola precisa per il "ma"... quindi la romperò ancora più volentieri :rock:

Il corsivo lo uso solo per il pensiero, e sinceramente mettere tutto il racconto in corsivo mi sarebbe parso eccessivo (ivo-ivo-ivo). Quindi ho staccato cambiando punto di vista.

Bacio e abbraso!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Simone Volponi dice:

Non pensavo ci fosse una regola precisa per il "ma"... quindi la romperò ancora più volentieri :rock:

:testamuro2: 

Quindi gli errori è meglio non farteli notare e aspettare che tu apprenda per osmosi, perché se no ci prendi ancora più gusto a farli? Pessimo, pessimo!

E hai ragione, probabilmente l'intero racconto in corsivo sarebbe stato eccessivo-ivo-ivo :\

Mi raccomando coi corsi di francese, polpettò!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 18/7/2016 at 16:10, Simone Volponi dice:

mentre intagliavano e legavano e verniciavano.

toglierei la prima e

Il resto te lo ha già segnalato Mari.

@Simone Volponi Ci sono volute due riletture prima di decidermi a scrivere questo commento. La prima mi aveva evidentemente scioccata (chiamami pure bigotta :asd:) la seconda era stata una sorta di verifica... forse ho capito male (invece avevo capito benissimo!) la terza eccola qua. Ho aspettato di proposito un po' di tempo, volevo metabolizzare il tutto e rileggerlo senza preconcetti dovuti al contenuto dissacrante.

Il racconto è scritto molto bene, hai centrato il genere assegnato e ti devo anche riconoscere il coraggio per aver osato così tanto... insomma, mio malgrado, devo dirti bravo.  

ps: ti consiglierei 10 Padre Nostro e 300 Ave Maria :LOL:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@lean Ti ringrazio per aver concesso al mio racconto per tre volte il tuo tempo, cosa che "qualcun altro" non ha fatto...

Grazie per i complimenti, so che non è digeribile per tutti. Non è questione di bigottismo, ma di gusto, quindi apprezzo la disponibilità. Mi sto battendo il petto da giorni! :::D

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla discussione!

Puoi scrivere ora e registrarti dopo. Se hai già un account collegati subito!

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Crea Nuovo...

Cookie, cookie e ancora cookie

Come saprai, usiamo dei cookies per garantire il miglior funzionamento del sito. Puoi leggere la cookie policy, oppure cliccare su "Accetto". Consulta anche la privacy policy completa. Privacy Policy