Vai al contenuto
Russotto

[Parte 7] Una notte a Londra

Recommended Posts

Commento

Jessica - No Grace. Non sto scherzando. Io non ho chiesto proprio nulla a Valentine. Sai com'è, io conosco molto bene il suo passato e lui. per assicurarsi che non mi venisse prurito alla lingua mi ha garantito che una volta morto tutti i suoi averi sarebbero stati miei.

Grace - E come fai ad essere così sicura che questo accadrà?

Jessica - Mi ha fatto vedere il testamento. Lo atterriva l'idea che qualcuno conoscesse i suoi segreti.

Grace - Vediamo se ho capito: Victor ha vissuto un'infanzia difficile...

Jessica - Sì.

Grace - Per questo ogni volta che conosceva una donna, questa ne subiva le conseguenze fino a raggiungere la follia che in qualche caso sfociava in gesti estremi.

Jessica - Sì.

Grace - Tu sapevi tutto questo e non hai mai detto nulla a nessuno.

Jessica - Certo che no.

Grace - E in cambio del tuo silenzio Victor ti ha lasciato tutto in eredità.

Jessica - Esattamente.

Grace - Per farla breve hai ricattato Victor.

Jessica - Non proprio. Ha fatto tutto lui. Io mi sono limitata ad accettare.

Grace - E tu in nome del patrimonio di quel pazzo hai lasciato che una lunga serie di donne finisse in rovina senza muovere un dito?

Jessica - Mia cara, se siete delle sprovvedute non è certo colpa mia.

Grace - Ma ti rendi conto? Delle persone sono morte, altre hanno comunque sofferto e tu? Tu sei semplicemente rimasta lì a guardare!

Jessica - Spiacente Grace ma non fa parte delle mie aspirazioni diventare un'eroina.

Grace - Ma alla sottoscritta hai salvato la vita.

Jessica - E' stato Frank a dirmelo.

Grace - Frank.

Jessica - Sai com'è con lui, non si riesce a dirgli di no.

Grace - A questo punto è tutto chiaro.

Jessica - Cos'è tutto chiaro.

Grace - Sei stata tu ad uccidere Victor.

Jessica - Complimenti Sherlock Holmes, hai trovato il colpevole.

Grace - Sei l'unica che non si è fatta fregare da lui. E forse sei l'unica che poteva fare una cosa simile. E magari dietro ordine di Frank. E se te l'ha detto lui…

Jessica - Povera stupida. Devo farti vedere la ricevuta dell'albergo? Ero molto lontana da qui quando hanno ucciso Valentine.

Grace - Cos'è che dicevi prima? forse Frank ha fatto uccidere Victor. Questa tesi potrebbe valere anche per te.

Jessica - Quella promessa di cui ti parlavo Valentine me l'ha fatta dieci anni fa. Oggi sono cambiate molte cose: oggi di soldi ne ho abbastanza e non so che farmene dei suoi.

Grace - La fame vien mangiando.

Jessica - Può essere. In ogni caso Valentine mi ha lasciato tutto. C'è un testamento firmato da lui stesso e convalidato da James Norton: un notaio molto noto tra le persone benestanti.

Grace - James Norton. Questo nome non mi è nuovo.

Jessica - La cosa ti rode. Ammettilo.

Buio

Luce

In scena sono presenti Wanda, Grace e Jessica. Wanda è visibilmente appagata, le altre due la guardano incredule.

Wanda - Ah! Ragazze! Se Abel è così prestante non vedo l'ora di conquistare Victor.

Jessica - Non sarà facile farlo eccitare, te lo garantisco.

Grace - Si pare che ultimamente sia un po' "freddo, rigido".

Wanda - Eh lo so, lui non si eccita con una donna qualunque. Ma forse l'idea di andare a letto con l'amante di suo fratello...

Jessica - E cosa ti fa pensare che questo trucco funzionerà?

Wanda - Me lo ha detto lui.

Grace - Chi? Victor?

Wanda - No, Abel Lazar VALENTINO.

Grace - Valentino?

Wanda - Avete presente Rodolfo Valentino?

Jessica - Io comincio a sentirmi presa in giro.

Wanda - E perché?

Grace - Piantala con questa farsa Wanda, non sei l'unica che mira ai soldi di Victor.

Wanda - Cosa?

Jessica - Dalle retta Wanda, anche tuo marito sta facendo lo stesso gioco. (a Grace) Magari sono d'accordo.

Grace - Già non ci avevo pensato. Dimmi Wanda farete fifty-fifty? O tu hai diritto a meno perché avrai il piacere di andare a letto con un morto?

Wanda - Soldi, un morto. Ma cosa state dicendo? Io voglio sposare Victor.

Grace - Certo e prenderti anche i suoi soldi.

Wanda - Beh? E se anche fosse tu la tua parte l'hai avuta. Ora tocca a me.

Jessica - Dunque è vero che miri ai soldi di Valentine, l'hai appena ammesso.

Wanda - E' proprio così impossibile credere che a me possa piacere veramente Victor?

Grace - Almeno quanto il fatto che tu possa essere corrisposta. Comunque non ti preoccupare, le tue fatiche sono vane.

Wanda - Cosa vuoi dire?

Jessica - Che Valentine è morto. E tu lo sai bene, ovviamente tu volevi sposare quel pazzoide per prenderti i suoi soldi.

Wanda - Io non capisco. A turno avete smaniato tutte quante per Victor e ora che lo faccio io mi date contro come ad un'assassina!

Jessica - Hai detto assassina?

Wanda - Era così per dire! Non è mica morto nessuno, no?

Helen - (entrando) Ah eccoti qua.

Jessica - Comincio a non farcela più.

Helen - E così sarei io quella che deve rassegnarsi eh? Ecco perché, perché lo volevi tu!

Wanda - Senti Helen! Victor non ti ha mai voluta. Fattene una ragione, e fatti anche da parte.

Helen - Ma l'avete sentita? Avete sentito cosa mi ha detto?

Grace - Questa situazione sta davvero diventando insopportabile.

Jessica - Sento che sto per avere un esaurimento nervoso.

Jack - (entrando) Ah sei qui, viscida serpe che non sei altro.

Jessica - Io me ne vado (fa per uscire).

Grace - Aspetta un momento.

Jessica - No io me ne vado, qua sono tutti pazzi!

Grace - Ora te li faccio guarire io. Ragazze care, per favore Jessica, siedi ancora un attimo. Ragazze, sono veramente spiacente ma devo darvi una brutta notizia. (esita)

Wanda - Allora?

Grace - Victor è morto.

Wanda - Morto?

Helen - Ma cosa dici?

Wanda - Guarda, non ti ci mettere anche tu che tra l'altro la tua parte l'hai già avuta.

Grace - E' proprio questo il punto.

Helen - Ma cosa sta dicendo?

Jack - Secondo me è impazzita.

Grace - Il fatto è che non c'è più la mia o la tua o la sua parte. C'è solo quella di Jessica.

Jessica - M-ma cosa dici?

Grace - Sbaglio o tu prima dicevi di essere l'unica erede del patrimonio di Victor?

Jessica - (fa cenno di negazione a Grace) Io unica erede? Ma stai scherzando?

Helen - Ma poi cos'è questa storia di Victor che è morto? Non starai mica tramando qualcosa?

Wanda - Certo che sta tramando qualcosa, è da quando sono tornata che non fa altro che parlare dei soldi di Victor, (a Grace) ma guarda che lui non se li fa fregare così facilmente. Anche perché tra un po' ci sarò io accanto a lui e lui si potrà fidare di me.

Jack - Fidarsi di te. Questa è bella.

Helen - Già, e poi se fossi in tè non farei troppi progetti.

Grace - Dunque voi vi ostinate a dire che amate Victor.

Helen - Certo! Che domande.

Grace - E non i suoi soldi.

Wanda - Insomma Grace! Queste insinuazioni stanno cominciando a stufarmi. Io amo Victor, non come te che volevi solo i suoi soldi e ora pensi lo stesso di noi.

Grace - I soldi di Victor andranno a Jessica! Ho letto il suo testamento quando ho rovistato tra le sue cose cercando gli esami di sua madre! Tutto il patrimonio di Victor era una nuda proprietà di una certa Sarah Foster! Ma la qui presente signorina mi ha raccontato una storia che ha troppe attinenze con quella che già conoscevo.

Jack - Sarah Foster è morta dieci anni fa in un incidente stradale.

Grace - E dieci anni fa Victor ha firmato il testamento. Ora ricordo dove avevo letto quel nome.

Jack - Quale nome?

Grace - James Norton.

Jack - Anche lui è morto. Ma prima di quell'altra ragazza.

Grace - In ogni caso la nostra amica Jessica sarà sicuramente legata in qualche modo a lei e quindi ai soldi di Victor.

Jessica - Sono io Sarah. L'ennesima vittima di Victor Adam Valentine. Anzi la prima. E' per questo che Victor mi ha lasciato tutto. La sua follia a quei tempi era ancora all'inizio e lui possedeva una dote chiamata coscienza.

Wanda - E dunque tu ora ti vorresti fregare tutto? Ed io sto per sposare un emerito pazzo per niente?

Helen - Ci hai preso in giro per tutto questo tempo!

Jessica - Viva l'amore.

Grace - Te l'avevo detto che guarivano.

Jack - Quel testamento non è valido, è intestato a persone morte. Vedrai non sarà così facile prenderti quei soldi. Se Victor era così ricco è merito mio.

Grace - A questo punto devo dire anch'io la mia. Io porto ancora oggi i segni della pazzia di Victor, voglio essere risarcita per gli anni della mia vita buttati via.

Helen - Tu parli di anni! Io ho buttato una vita per quel maniaco donnaiolo! Non starò certo a guardare!

Wanda - Eccoli lì, tutti che piangevano prima e ora guardate che scena!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao Russ. Questa parte  credo che sia la più caotica, mi ha ulteriormente confuso le idee. Provo a proseguire con la lettura delle altre parti sperando di raccapezzarmi, altrimenti poi ti chiederò aiuto.

Ti segnalo solo un paio di refusi:

On ‎10‎/‎04‎/‎2016 at 01:28, Russotto dice:

 

Cos'è tutto chiaro.

 manca il punto di domanda

On ‎10‎/‎04‎/‎2016 at 01:28, Russotto dice:

Già, e poi se fossi in non farei troppi progetti.

refuso

Proseguo con le parti successive.

 

Modificato da Mari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Cookie, cookie e ancora cookie

Come saprai, usiamo dei cookies per garantire il miglior funzionamento del sito. Puoi leggere la cookie policy, oppure cliccare su "Accetto". Consulta anche la privacy policy completa. Privacy Policy