Vai al contenuto
Russotto

[Parte 3] Una notte a Londra

Recommended Posts

Wanda - Ti sembrerà strano ma stasera sembrava molto sobrio, ha bevuto acqua tonica.
Jessica - Ne siete sicuri?
Jack - Io ho assaggiato dal suo bicchiere. In effetti, era acqua tonica. Ma per quanto riguarda Amanda non so se crederci o meno.
Helen - Quell'idiota era perfino contento della morte di Vic. Gli ha addirittura dedicato una canzone.
Jessica - Povero Valentine, non meritava anche questo. Sam! Poni rimedio a questo torto, fallo per il nostro amico.
Wanda - Dimmi una cosa Jessica
Jessica - Sì?
Wanda - Come hai saputo di Grace? E cosa l'ha spinta a tentare il suicidio?
Jessica - Ad essere sincera mi sembra perfino strano che non vi abbia detto niente.
Jack - Forse è veramente stata lei.
Jessica - Se così fosse non è stata molto furba farsi vedere qui. E meno che mai è stato furbo andarsene così quando l'ho chiamata il causa - Comunque, tempo fa ho fatto conoscenza con un certo Frank. Una persona strana, introversa, assente (gli altri sorridono), talmente assente che talvolta non ci si accorge nemmeno della sua presenza. Ebbene questo signore una volta mi ha chiamato al telefono e mi ha detto: "Vai a casa di Grace, vicino all'ingresso c'è una vecchia bicicletta appoggiata al muro, sotto il sellino vi sono nascoste le chiavi di casa. Entra ma bada bene di non accendere la luce." E poi ha messo giù.
Wanda - E tu? Sei andata?
Jessica - Che domande! Penso che se Frank mi avesse detto di correre nuda fino a Buckingam Palace lo avrei fatto senza obiettare. In ogni caso, al mio arrivo a casa di Grace, mi sono tornate in mente le parole di Frank: "Non accendere la luce". In quel momento mi sono chiesta perché Frank mi avesse mandato lì.
Jack - Aspetta! Le si era fulminata la lampadina del soggiorno!

(Wanda fa cenno a Jessica di non farci caso)

Jessica - Appena aperta la porta ho sentito un forte odore di gas, la stanza ne era piena.
Wanda - E perché non sei scappata?
Jessica - Stavo per farlo, credimi!Avevo paura che saltasse tutto per aria ma qualcosa mi ha fermata Ho sentito come una voce che mi chiamava, (rassegnata) e ho detto: “Ciao Frank”.
Voce fuori campo
 - Apri tutte le finestre e porta Grace fuori, di a qualcuno di chiamare un'ambulanza e cerca di sparire prima che puoi.
Jessica - Inutile dire che eseguii gli ordini senza obiettare.
Wanda - Scusa se insisto, ma Grace non ti ha detto perché era arrivata a tanto?
Jessica - Dopo quel giorno non ho più visto Grace fino a quando Victor non mi ha invitata la prima volta qui, forse lei non ha neanche mai saputo che sono stata io ad impedirle di suicidarsi.
Jack - Credi? Ma non ne avete mai parlato?
Jessica - Quando è successo tutto questo io non conoscevo bene Grace. Ma conoscevo bene Victor.
 - Sapevo di altre donne che avevano tentato il suicidio dopo qualche mese di convivenza con lui. Non ho mai saputo di preciso cosa sia balenato in testa a Grace quando ha deciso di togliersi la vita; però una delle donne che hanno fatto come lei era una mia amica. Ci eravamo sentite poco prima di quel disperato atto e lei in quell'occasione mi ha detto che era in crisi per via di Victor.
Helen - Mio Dio! Ma chi era Victor? Un lupo mannaro?
Jessica - A lei era sembrato che inizialmente lui le volesse bene per com'era. E vi posso garantire che era veramente una persona adorabile sotto tutti gli aspetti. Poi, piano piano, Victor ha cominciato a chiederle cose strane come tingersi i capelli, pettinarsi in un certo modo e così via; finché è arrivato al punto di esigere che lei si conciasse in tutto e per tutto come voleva lui. La mia amica fino a quel punto aveva sopportato ma quando lui pretese un'operazione chirurgica lei non ce la fece più. Decise di lasciarlo ma subito dopo fu colta da una profonda crisi di identità. Almeno così disse l'analista dal quale andò in cura.
Helen - Ma allora non può essere che sia stata questa donna?
Jessica - (con voce strozzata) Direi proprio di no. Il suo non fu solo un tentativo di suicidio.
Helen - Mi dispiace Jessica.
Jack - Dunque Grace potrebbe aver subito lo stesso trattamento della tua amica.
Jessica - E' quello che temo.

Entra Grace un po' sconvolta, guarda tutti, esita.

Grace - Ho una cosa da dirvi.
Helen - Oh mio Dio.
Jack - Grace stai bene?
Grace - No
Helen - Grace non c'è bisogno che tu ci dica niente.
Grace - Lo sapete già?
Jessica - Scusami Grace.
Grace - Scusarti? Ma per cosa?
Wanda - Grace, devi essere sconvolta, siediti. (Grace si siede stupita) Non ti preoccupare, noi ti saremo vicini.
Grace - Scusate ma forse c'è un equivoco.
Helen - Grace forse sarebbe meglio che ti costituissi.
Grace - Cosa?
Wanda - Certo è il modo migliore per evitare di aggravare la situazione.
Jack - Stai tranquilla, alla prima occasione ti portiamo il pane con la lima dentro.
Wanda - JACK!
Grace - No, no, no. Ragazzi scusate ma forse mi sono persa un pezzo. Perché io dovrei finire in prigione?
Helen - Per l'omicidio di Vic.
Grace - Cosa? Ma come ti permetti! Idiota! Guarda che io non sono un'assassina! Semmai sei stata tu ad ammazzarlo perché non ti voleva!
Helen - Ma perché mai avrei dovuto ammazzarlo! Io lo amavo! Tu invece avevi un movente!
 Grace - E quale sarebbe questo movente?

Silenzio, tutti guardano Jessica.

Grace - Jessica?
Jessica - Sì?
Grace - Va tutto bene?
Jessica - S-sì. Perché?
Grace - Dimmi Jessica, come mai ho l'impressione che a causa tua qualcuno pensa che io abbia ucciso Victor?
Wanda - Scusaci Grace, ma appena entrata hai detto che avevi una cosa da dirci e sembravi al quanto sconvolta.
Grace - Complimenti, dovreste lavorare per Scotland Yard! E a cosa devo questa "onorevole" insinuazione?

Silenzio, tutti guardano Jessica.

Grace - Ah certo, Jessica, la cara vecchia Jessica. Tu ne sai qualcosa?
Jessica - No ma non è che io abbia detto che tu hai ucciso Valentine, era solo un'ipotesi.
Helen - Grace, non mi hai mai detto di essere stata con Vic.
Grace - Ma... Helen. Non sono la prima né l'ultima donna che è stata con Victor.
Wanda - Si ma a quanto pare sei una delle poche che sono riuscite a stare con lui per più di una notte.
Grace - Ma cosa state dicendo?
Jessica - Scusami Grace, è colpa mia. Stasera ero in vena di pettegolezzi.
Grace - Ma tu cosa ne sai di me? Cosa ti fa pensare che io abbia avuto una relazione con Victor?
Jessica - L'ho saputo quando questa relazione è finita.
Grace - No.
Jessica - Sì Grace.
Grace - Perché?
Jessica - Ti ho fermata mentre stavi per commettere una vera follia.
Grace - Dunque è te che devo ringraziare per tutto questo.
 Jessica - Ti chiedo ancora scusa.
Grace - Mi chiedi scusa? Ho passato cinque lunghi anni in una clinica per tornare a sentirmi normale. Avevo appena rimosso tutti i ricordi di quel dannato periodo, riuscivo anche a rivedere Victor senza problemi e tu hai sentito il bisogno di vantarti del tuo atto eroico!
Jessica - No, te l'ho detto. Stasera avevo la lingua un po' lunga.
Grace - Al diavolo tu e la tua lingua lunga! (comincia ad avvicinarsi a Jessica) Ma come ti viene in mente di spifferare i fatti miei in giro?
Jessica - Perdonami, mi sono lasciata prendere la mano.
Grace - Prendere la mano? (Jack si interpone tra Grace e Jessica) Ma chi cazzo ti ha detto di salvarmi la vita? Se non era per te a quest'ora riposerei in pace! Invece grazie alla tua mania di protagonismo mi è toccato soffrire per tutti questi anni! E per giunta sentirmi dire che sono un'assassina.
Jack - No Grace, nessuno intendeva dire questo.
Grace - Ah no? Allora ho sentito male?
Helen - Il fatto è che sei entrata dicendoci che avevi una brutta notizia, allora noi...
Wanda - Scusaci Grace, siamo stati un po' affrettati.
Grace - Non importa, non importa. E' passato tutto. Ah, a proposito di quella brutta notizia, quasi dimenticavo, quando sono andata via... non nego che mi sono sentita un po' chiamata in causa, sono andata fuori cercando di pensare a qualcosa che scacciasse i ricordi, a proposito Jessica, scusami per prima, dovrei esserti grata invece mi sono avventata contro di te.
Jessica - Nessun problema. Posso capire come devi esserti sentita.
Grace - Comunque ero li che fissavo il Tamigi.
 Jack - Non avevi proprio nient'altro da fissare?
Grace - Non volevo certo buttarmici dentro. Comunque all'improvviso, dal nulla è comparso un taxi, detto taxi mi si è fermato a fianco. Il finestrino si è aperto di quanto bastava a parlare con chi c'era dentro. 
Jessica - E tu hai detto: "Ciao Frank".
Grace - Infatti.
Helen - Novità su Vic?
 Grace - Mi ha lasciato un biglietto di Cliff.

Estrae un biglietto dalla tasca e lo porge a Jack, questi comincia a leggere poi si ferma.

Jack - Mio Dio.
Wanda - Jack? Ti dispiace renderci partecipi? (Jack esita) Cos'è successo?
Jack - "Scusatemi tutti, ero di troppo a questo mondo, l'unico motivo per cui non mi sono congedato prima è morto stamane vanificando tutti gli anni che ho trascorso a meditare su quale fosse il modo migliore per vendicare la mia Amanda. Ormai lei è morta, io non posso fare più nulla per lei. Non ho più motivo di vivere così."

Tutti restano in silenzio.

Grace - C'è dell'altro Jack.
Jack - (scrutando ulteriormente il biglietto) "Il corpo di Cliff è stato trovato esanime davanti alla casa di Victor Adam Valentine. A trovarlo, poco fa, sono stati due agenti di Scotland Yard che erano giunti lì per effettuare dei rilevamenti nella casa. Si sono accorti del corpo quando, incuriositi dal fatto che la luce del lampione andava e veniva, hanno alzato la testa. Il corpo di Cliff occultava la luce del lampione." (richiude il biglietto) Cliff si è impiccato davanti alla casa di Victor.
Helen - E' stato lui. Si è suicidato per il rimorso.
Jack - Non credo. Se aveva in mente di suicidarsi non c'era motivo di mentire. Penso che quello che ha scritto sia vero. Poveraccio.
Wanda - Non è possibile.
Jack - Prego?
Wanda - Quell'uomo aveva la straordinaria capacità di rovinare la vita di chiunque lo conoscesse.
Grace - Io ne so qualcosa.
Wanda - Ma cosa ti ha spinto a tentare di toglierti la vita.
Grace - Come ormai sapete, tempo fa ho avuto una relazione con Victor. Mi ritenevo fortunata per questo ed ero convinta che sarei stata capace di fare tutto per lui.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 30/3/2016 at 22:57, Russotto dice:

chiamata il causa

refuso

Mi sono persa chi è Frank che sembra avere alcune delle doti magiche di Victor.

A parte Frank ora con gli altri personaggi va meglio comincio a dargli volto e voce

Aspetto la prossima puntata

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondo qui a tutti i commenti ricevuti finora.

Innanzitutto ringrazio per la pazienza tutti coloro che hanno letto e commentato. Sono il primo a riconoscere che non sia facile leggere un testo privodella benché minima descrizione ma, come spiegavo rispondendo ad un commento di Mari, si tratta di una caratteristica delle sceneggiature.

Per quanto riguarda i tic o gesti e modi di fare che avrebbero potuto caratterizzare i personaggi, posso dire che è vero. Inizialmente ci avevo anche provato ma poi mi sono perso.

I personaggi sono tanti, anche questo è vero ma, trattandosi di una commedia noir, ho ritenuto che fosse giusto così. Più personaggi ci sono più saranno i potenziali colpevoli. Anche perché due sonogià morti.

Sì, ve lo confermo: Amanda è morta. La scena con lei e Victor è un flashback.

Ora commento qualcosa e carico laquarta parte.

Grazie ancora a tutti e buona lettura.

Salvatore

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Cookie, cookie e ancora cookie

Come saprai, usiamo dei cookies per garantire il miglior funzionamento del sito. Puoi leggere la cookie policy, oppure cliccare su "Accetto". Consulta anche la privacy policy completa. Privacy Policy