Vai al contenuto

Film tratti dai libri: differenze e commenti


Recommended Posts

image.jpg

Sono appena tornato dal cinema per quello che reputo (lo dico consapevole del rischio di essere non dico deriso, ma forse preso poco sul serio) un capolavoro, che rientra indubbiamente tra i cinque film che preferisco.

Mi ero organizzato per la seconda visione con la famiglia, e in particolare con mio figlio di 4 anni che adora i cartoni animati (e i libri), e sono rimasto favorevolmente colpito per come il libro é stato riportato sul grande schermo, in parte riportando pari pari certe frasi fondamentali del libro, in parte inventando una storia aggiuntiva, quella di una bambina che diventa la protagonista del film, e che viene anch'essa a conoscenza del Piccolo Principe e delle sue vicende. Si arriva all'intervallo con la trasposizione del libro e quasi ci si chiede cos'altro può  mancare. E invece tutto il secondo tempo é un ipotetico proseguo del libro, un "come va a finire" immaginato, che non delude. STRAORDINARIO, da vedere.

 

P.s. Ne ho approfittato, prima di partire, per lasciare una copia del libro (immancabile in ogni casa) sul letto di mio figlio, vediamo stasera come lo accoglierà.

[scritta al volo da Iphone, perdonate eventuali refusi ma non volevo attendere la tastiera di un pc sottomano]

Modificato da GianniC
Riposizionamento immagine in alto (con l'Iphone mi era impossibile)
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non sono d'accordo su "libro sempre meglio di film". A volte un film riesce a riassumere meglio quello che l'autore voleva trasmettere in tante  (a volte troppe) pagine. Inoltre ci sono gli effetti visivi; due minuti di inquadratura su un panorama mozzafiato per esempio raccolgono una lunga descrizione. Stessa cosa per scene d'azione, battaglie, quando sono fatte bene.

Per contro il libro ti permette di mettere qualcosa di "tuo" in ogni descrizione. Infatti prediligo più attenzione alle emozioni e ai sentimenti, a quello che non si vede, cose difficili da mettere al cinema se non hai attori eccezionali, rispetto a descrizioni accurate di volti, case, paesi. Mi piace utilizzare l'immaginazione in questo. Mi basta un periodo tipo "un uomo alto e moro entra in una vecchia casa di legno" e io ho già in mente l'immagine dettagliata. E mi infastidisce quando me la rovinano troppo andando avanti.

Per esempio per me i libri di Stephen King  (ma non voglio aprire qui una discussione su di lui) sono davvero troppo pesanti. 

Un film che ho apprezzato più del rispettivo libro è Fight Club. Non tanto per le descrizioni eccessive ( non è il caso di Palanhiuk) ma per il discorso che facevo all'inizio: l'idea alla base della storia è resa benissimo. Norton e Brad Pitt sono eccezionali. Le parti essenziali ci sono tutte, a discapito di alcune cose che nel libro non avevo apprezzato così tanto. 

Al contrario mi vengono in mente Jack Reacher, o Le belve. Film buoni ( più il primo del secondo) ma inferiori ai libri rispettivamente di Lee Child e Don Winslow.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, Luca Rojo dice:

Non sono d'accordo su "libro sempre meglio di film".

Anch'io non sono d'accordo, ma l'ho spesso sentito dire. Come da descrizione, Il Piccolo Principe versione cinematografica mi ha entusiasmato più del libro... e sono andato al cinema con la convinzione contraria e con il dubbio che fossero riusciti a fare una cosa almeno decente. Perché dietro a Il Piccolo Principe c'è tutta un'atmosfera magica, dai contenuti alla triste storia dell'autore. Può piacere oppure no, ma credo sia impossibile dargli un giudizio troppo critico.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Solitamente sono una di quelle lettrici troppo esigenti e spesso delusa dalle trasposizioni cinematografiche ma, ovviamente, non è sempre così. Quello che mi disturba è quando il film rivoluziona completamente quello che ho letto. Posso riconoscere che sia un bel film ma, se parto con un'idea, difficile che non rimanga male nel confronto.

Giusto per fare un esempio, da poco è uscito Alleggiant (conto di vederlo al più presto) ma già dalla presentazione, sembra una cosa completamente diversa dal libro... magari sarà bellissimo, ma so già che non potrò fare a meno di borbottare la classica frase "ma che ci azzecca col libro?" :asd: 

In compenso, se le diversità non sono eccessive, non rompo più di tanto al mio vicino di posto :ehmehm: Nei  film di Maze runner, ad esempio, pur notando differenze con i libri, ho apprezzato il tentativo di non distaccarsi troppo dalla storia originale.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io cerco di valutare film e libro come opere a se' stanti, certo è normale fare paragoni ed è particolarmente frustrante quando da del buon materiale di partenza deriva un film deludente, ma se il film è buono in se', mi importa poco di tagli e deviazioni dal libro se la scelta funziona ugualmente.

Se però il libro viene radicalmente stravolto, chiaramente mi viene da chiedermi perché a quel punto non inventarsi una storia diversa e punto.

Insomma, se un film non mi piace è facile che io faccia paragoni con il libro, specialmente se il libro invece mi è piaciuto, e quindi ne critichi le scelte diverse. Ma se il film mi piace, non gli faccio le pulci sull'attinenza al testo.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla discussione!

Puoi scrivere ora e registrarti dopo. Se hai già un account collegati subito!

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Crea Nuovo...

Cookie, cookie e ancora cookie

Come saprai, usiamo dei cookies per garantire il miglior funzionamento del sito. Puoi leggere la cookie policy, oppure cliccare su "Accetto". Consulta anche la privacy policy completa. Privacy Policy