Vai al contenuto

Il poeta provetto


Alexmusic
 Share

Recommended Posts

 

Ecco arriva il poeta provetto
Che ha studiato sui libri di scuola,
Che ti sforna il suo verso perfetto
E s’aspetta un elogio da te.

Tu gli dici: «A me pare una sola,
Non lo dico per farti dispetto:
Quando azzecchi una sillaba sola,
Poi ne sbagli anche quattro su tre!»

Lui ti guarda con fare stupito
E si sente calpesto e deriso,
Poi ti giura: «Ho contato col dito:
Son sicuro, chi sbaglia sei tu!»

«A che serve il tuo conto “preciso”,
Se poi t’esce uno strazio infinito?
Il capir le elisioni t’è inviso,
Forse è meglio che non scrivi più.

Non poemi, ti prego, non versi;
Scrivi saggi, romanzi, fumetti,
Scrivi storie di gener diversi,
Ma la metrica lasciala star!»

«Io giammai seguirò i tuoi precetti!
Che i miei sogni non vadan dispersi!
Nella schiera dei molti reietti
Bei poeti io voglio restar!»

Legenda.
Dopo i senari doppi di manzoniana memoria, dopo gli endecasillabi di un sonetto taroccato – ma solo per lo schema delle rime – eccovi anche dei decasillabi, anche questi mutuati dal mio omonimo milanese... In quale famoso componimento? Chi indovina non vince niente. :::D
P.S. Nel quarto verso “sola” va letto alla romana, con la o aperta, nel sesto con la o chiusa.
 

 

Modificato da Alexmusic
Link al commento
Condividi su altri siti

  • Alexmusic changed the title to Il poeta provetto
(modificato)
1 ora fa, Wanderer ha scritto:

Non ho ben capito... è opera tua?

Sì, un puro esercizio-divertimento metrico, nulla più. Non ho mai avuto velleità poetiche, mai, neanche quando avevo quindici anni, figuriamoci oggi. Però il mio insegnante di lettere al ginnasio ci suggeriva di tentare questi esperimenti, per meglio capire la dinamica dei vari versi. Allora noi ci lanciavamo in improbabili componimenti, quasi tutti a sfondo satirico, alcuni riuscivano bene, altri no.
Avevo quasi del tutto dimenticato quell'esperienza, fino a quando, nelle varie pagine facebook, ho cominciato a leggere alcuni "poeti", che giurano e spergiurano di aver composto versi perfetti, perché (sic!) hanno contato le sillabe. Peccato che nessuno di loro tenga conto né delle elisioni tra vocali, né di dove debbano cadere gli accenti.

 

Modificato da Alexmusic
Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla discussione!

Puoi scrivere ora e registrarti dopo. Se hai già un account collegati subito!

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

×
×
  • Crea Nuovo...

Cookie, cookie e ancora cookie

Come saprai, usiamo dei cookies per garantire il miglior funzionamento del sito. Puoi leggere la cookie policy, oppure cliccare su "Accetto". Consulta anche la privacy policy completa. Privacy Policy