Vai al contenuto

James Biancospino e I Giorni dell'Ardesia


Recommended Posts

spacer.png


- Titolo: James Biancospino e I Giorni dell'Ardesia


- Autore: Simone Chialchia


- Editore: APOREMA EDIZIONI


- Genere: Fantasy


- N° di pagine: 482


- Link per l’acquisto/download: CLICCA QUI


- Preview online o scaricabile di minimo 10 pagine: CLICCA QUI


- Trama: Dopo le mirabolanti avventure affrontate nel sedicesimo secolo, James Biancospino torna al presente ed è di nuovo costretto a destreggiarsi nell’eterna guerra tra la setta della Confraternita della Luce e quella degli Oscuri. Tra duelli mozzafiato, affetti contrastati ed estenuanti iniziazioni, l’epopea del protagonista si snoda attraverso tre continenti, alla ricerca dell’arcano potere nascosto nell’ardesia, l’unico che sembra in grado di risolvere in modo definitivo le sorti del conflitto.


- Estratti: 

 

Quando fu pronto, James seguì l’incappucciato lungo un secondo corridoio, che sembrava interminabile o così appariva per via dei riflessi e dei giochi di luce. Un suono teso e profondo di timpani ben accordati scandiva il tempo dei passi dei due confratelli: tum, tum, tum. La percussione diventava sempre più forte, sempre più vicina. La figura misteriosa si fermò, tirò una tenda bianca per far passare il ragazzo e gli fece segno di proseguire. Il viaggiatore si sistemò i capelli e fece un gran respiro.
«Siete voi a governare le pietre e non il contrario, ok?» riprese lo scozzese. «Il potere della pietra risucchia la vostra energia, entrando in contatto con il profondo del vostro essere. E se avete raggiunto il limite massimo, mollate il contatto. So che avete già giocato con alcune di queste pietre, ma ora la musica cambia.

 

Pensò di avere due alternative: sfracellarsi con l’aereo contro la gigantesca montagna innevata, o consegnare il suo corpo all’abisso, lanciandosi dal portellone. Nessuna delle due, sul momento, gli parve preferibile all’altra. Le ginocchia tremavano e il cuore batteva a mille. Non poteva più indugiare. Doveva fare qualcosa. Recuperò una goccia di coraggio dalle riserve di disperazione che colmavano i suoi pensieri e si affacciò.

 

«Quando vi trovate completamente soli, senza munizioni, senza cibo, magari nell’attesa di essere giustiziati dal nemico, capite che a salvarvi può essere solo la vostra testa. E vi assicuro che non c’è bisogno di nessuno strumento speciale per tirarsi fuori da un impiccio: basta ragionare e investire tutta la propria forza d’animo. È questo che il potere delle pietre avrebbe dovuto insegnarvi. Le pietre si attivano solo se riuscite a canalizzare la vostra forza interiore. E non serve a niente essere invincibili. Bisogna essere umili e consapevoli dei propri limiti. Solo con questa coscienza potrete diventare dei degni confratelli.»

 

«Questa penso debba tenerla tu. È la chiave dell’appartamento di Gabriel, è tuo compito ora cercare dov’è. Me l’ha affidata prima del suo ultimo viaggio. Io non ho mai avuto il tempo né la possibilità di scoprirlo.» Il ragazzo si alzò e raccolse il mazzo dalle mani del vecchio. Questi, allora, ne approfittò per parlargli all’orecchio e aggiungere parole che non voleva che gli altri ascoltassero: «Gabriel mi disse di non sentirsi più tranquillo, parlava di una cospirazione. Ancora oggi rimpiango di non avergli dato ascolto, considerando lo stato attuale. So che eri insieme a lui durante il suo ultimo viaggio. So anche che gli volevi bene. È il motivo per cui ti affido questo fardello.»

 

Il viaggiatore vide lo stregone oscuro accarezzare la testa del traditore e sorridere: festeggiava il ritorno a casa del figliol prodigo. Lentamente, poi, il capo dei non-morti si avvicinò a James e si inginocchiò in modo tale da essere alla sua stessa altezza. «L’offerta è ancora valida, sei un’ottima risorsa: perché sprecare il meraviglioso potere del tuo sguardo di Venere per servire quella setta di ipocriti e ingrati? Passa alle tenebre e vi risparmierò la vita» sussurrò all’orecchio.
«Scappa, James! Io ti troverò, te lo prometto. Ti troverò perché ti amo» concluse tra le lacrime, mentre gli infilava al braccio sano un bracciale carico di pietre e chiudeva nel suo palmo destro l’artiglio di un falco. «Che cosa sto diventando?» provò a dire lui, con quel poco di voce che gli restava in gola. «Va’ via, James. Loro stanno arrivando, ti hanno già trovato, e non sarai mai libero. Va’ via!» urlò lei fino a perdere la voce.

 

1907618493_IGDASfacebook.thumb.jpg.2bc6fd14818beff0b1fb09e95c31073b.jpg

 

 

Modificato da Simone Chialchia
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Simone Chialchia changed the title to James Biancospino e I Giorni dell'Ardesia
  • 2 settimane dopo ...
(modificato)

 

Recensione a cura di janeausten_ealtri.autori (profilo instagram)

Ciao a tutti! Vorrei parlarvi con enorme piacere di "James Biancospino e i giorni dell'Ardesia" scritto da Simone Chialchia e edito da Aporema Edizioni. 
Il secondo di una saga (ancora breve, ma spero fortemente in terzo capitolo quanto prima) di cui ho amato il primo libro "James Biancospino e le sette pietre magiche" (se vi va, trovate la recensione sul mio profilo).
Il seguito inizia con una condizione che non mi aspettavo affatto. James è confuso, palesemente provato dalla sua memoria che non lo aiuta a raggruppare i suoi ricordi.
Simone riesce ancora una volta a legarmi in una maniera quasi fraterna a James, di cui percepisco ogni paura e ogni dubbio, proprio come nel primo libro. 
Ben presto l'iniziale calma apparente svanisce, riportando il nostro viaggiatore ad affrontare situazioni devastanti non solo dal punto di vista fisico, quanto più dal punto di vista psicologico. 
Spesso mi sono accorta di avere a che fare con un personaggio davvero pronto ad ogni cosa pur di restare dalla parte del bene, pur di lottare a favore dei deboli. 
Non mi ero mai chiesta, tuttavia, cosa sarebbe successo se gli oscuri avessero intaccato la sua vita personale. 
Di certo James non era pronto a questo, ma un guerriero, un vero guerriero come lui, alla fine riesce a uscirne, non sempre nel modo in cui ci aspettiamo.
James è un personaggio per cui ho provato un forte affetto, un personaggio completo di tutto, che non si contraddice mai, perfetto nella sua testardaggine, nel suo agire spesso d'impulso.
Il rapporto con Scarlet, stavolta turbolento e a tratti amaro, mi ha lasciato una serie infinita di dubbi e domande che spero di mettere a tacere il prima possibile.
Inutile specificare che amo il modo in cui è scritto questo libro, vista la grande ammirazione provata leggendo il primo. 
Simone Chialchia ha una capacità di mirare al cuore ed entrarci a fondo, con la sua scrittura, le sue frasi, i termini utilizzati, la cultura e la conoscenza riguardo tante di quelle materie, che mi ha sempre lasciata sbalordita. 
Credo che pochi libri riescano a tenerti così incollata, non solo per la curiosità, ma per l'affetto che ad un certo punto ti portano a provare le storie speciali.

CONTINUA QUI

Modificato da *Celaena*
Rimozione png errata
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 settimane dopo ...

 

Quando sei in dubbio, di’ la verità.
Mark Twain

Ne “I Giorni dell’Ardesia” James lascia la propria casa per una ragione molto semplice: ha l’opportunità di scoprire finalmente la verità.
Ma perché, anche nella vita di tutti i giorni, siamo costantemente alla ricerca della verità?

Leggi l'articolo completo sul mio blog QUI

mysterious-5100676_1920.thumb.jpg.d487cbdc20d6de9eb58e42158451e8bb.jpg

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 settimane dopo ...

 

Un piacere ritrovare un personaggio a cui ci si è affezionati nel volume precedente. Ritorna James Biancospino, il ragazzo che ha scoperto di avere qualcosa di speciale, ovvero l’essere in grado di sfruttare il potere delle pietre, in favore del bene, come valido membro della Confraternita della Luce, un gruppo di guerrieri che si batte contro l’oscurità. Non un pensiero astratto; il male si incarna in esseri una volta umani, corrotti dalla superbia e dallo scorretto uso del potere. Questi nemici vengono chiamati gli Oscuri, temibili e che non si risparmiano in quanto a crudeltà. Ma veniamo al dunque… Avevamo lasciato il povero James ancora nel sedicesimo secolo, dove ha viaggiato per “caso” e si è trovato a dover affrontare una realtà a lui sconosciuta. Cambio totale di scenario in questa seconda vicenda, ancor più ricca di azione e colpi di scena.
...Se pensate che ne I giorni dell’ardesia il protagonista abbia vita semplice, beh, vi sbagliate di grosso poichè sarà ancor più movimentata. Il ruolo di James nella Confraternita della Luce non si è affatto concluso, semmai è appena cominciato.
Fantasy, azione, amore, amicizia, mistero. Non manca proprio nulla,
Attendo il prossimo volume con ancora più ansia.

RECENSIONE COMPLETA su Amabililettureblog.

spacer.png

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Fuori dalla piccola finestra s’intuiva la fioca luce dei lampioni, che proiettava nella stanza i movimenti degli alberi scossi dal vento lungo il marciapiede. 
Indugiò per altri cinque minuti nella scomodissima posizione in cui era costretto, poi, insofferente, scavalcò il confratello e uscì dalla stanza. 
Si recò in bagno, situato in fondo al corridoio sulla sinistra. Era piccolo e sporco. 
Le piastrelle ingiallite erano incorniciate da un film di muffa che ricopriva gran parte delle fughe intorno al lavandino. 
Una doccia con scolo a pavimento era nascosta da un telo impermeabile sistemato alla bell’e meglio. Completava l’ambiente un water privo di coperchio. 
James aprì il rubinetto, l’acqua impiegò diverso tempo prima di uscire con una pressione decisamente bassa. 
Si lavò il viso e raggiunse la cucina. 
Roger aveva lasciato la sua porta socchiusa; russava profondamente. 

CONTINUA QUI

spacer.png


 

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla discussione!

Puoi scrivere ora e registrarti dopo. Se hai già un account collegati subito!

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Crea Nuovo...

Cookie, cookie e ancora cookie

Come saprai, usiamo dei cookies per garantire il miglior funzionamento del sito. Puoi leggere la cookie policy, oppure cliccare su "Accetto". Consulta anche la privacy policy completa. Privacy Policy