Vai al contenuto

Cosa possiamo fare per voi?


Recommended Posts

Scusate se interrompo questa interessante conversazione, ma ... come si fa a personalizzare la scritta che rappresenta il "Rank" di un utente?

Perché definirmi "Seguace" è assolutamente un complimento immeritato: avrei un termine di 6 lettere 6 che mi definisce in maniera puntuale... Thanks!

  • Haha 2
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 117
  • Creata il
  • Ultima Risposta

Chi ha postato di più in questo topic

Chi ha postato di più in questo topic

Post popolari

Tantissimi anni fa (ero poco più che ventenne quindi ormai sono passati almeno due decenni) sono stato per alcuni anni moderatore di un forum legato a una rivista di videogiochi. La comunità virtuale

Cara zia @Ayame, il forum, così come appare oggi, mi sembra ben congeniato e al momento non mi vengono in mente proposte per migliorarlo ulteriormente, perlomeno a livello tecnico. Se dovessi ril

Io sono sostanzialmente d'accordo con @Ophelia03, se parliamo di un'azienda pubblica, es. Fiat o Mondadori, e dico che i loro prodotti non mi hanno soddisfatto, alla fine si tratta di recensioni o cri

Immagini postate

  • Amministratorə
2 ore fa, h3c70r ha scritto:

Scusate se interrompo questa interessante conversazione, ma ... come si fa a personalizzare la scritta che rappresenta il "Rank" di un utente?

Perché definirmi "Seguace" è assolutamente un complimento immeritato: avrei un termine di 6 lettere 6 che mi definisce in maniera puntuale... Thanks!

Potrai modificarlo tra altri 8 messaggi: il limite minimo è 50 post :asdf: 

  • Grazie 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, Ayame ha scritto:

La possibilità di cancellarsi è stata data dalla nuova proprietà di WD, io non la davo (né la darò qui :asdf:


In che senso? Quindi se qualcuno decide di cancellarsi non può avanzare questa richiesta? :S Io credo sia un diritto dell'utente, che resta proprietario dei contenuti che pubblica... 

Sulla questione dell'anonimato, io la penso in modo un po' diverso rispetto ad @Alexmusic. Posto che anche pubblicando dietro un nickname o uno pseudonimo si è responsabili dei propri contenuti, e quindi non viene meno alcun reato di diffamazione o altro, deve esserci libertà di scelta, esattamente come c’è nell’editoria. Se qualcuno può avere le sue buone ragioni insindacabili per pubblicare un libro in modo anonimo, o con uno pseudonimo, e la cosa è del tutto legale, lo stesso vale a maggior ragione per un forum sulla scrittura, che è una cosa molto meno impegnativa. E dico di più. Un forum deve garantire la possibilità a uno scrittore affermato di partecipare senza rivelare la sua identità e nemmeno il suo stesso pseudonimo. Quindi, se per assurdo venisse in questo forum Elena Ferrante, non soltanto non sappiamo chi sia "Elena Ferrante” nella vita, ma a mio avviso quell’utente ha tutto il diritto non far sapere che è “Elena Ferrante”.

Poi naturalmente si possono avere idee diverse, ragioni diverse, sensibilità diverse. Ma per me ciascuno ha tutto il diritto di decidere come gestire (ed eventualmente limitare) la propria immagine pubblica, nel rispetto dei diritti altrui. 

Modificato da Wanderer
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Amministratorə
3 minuti fa, Wanderer ha scritto:

In che senso? Quindi se qualcuno decide di cancellarsi non può avanzare questa richiesta? :S Io credo sia un diritto dell'utente, che resta proprietario dei contenuti che pubblica... 

No, parlo della discussione su una casa editrice. Se un editore/agente/professionista random richiede la cancellazione della discussione che lo riguarda la sua richiesta non verrà accolta (a meno che non sia perché è fallito o ha chiuso e quindi è inutile che stia online. Casi del genere).

Ovvio che l'utente deve avere la possibilità di cancellarsi :asd: tra l'altro c'è anche nel proprio pannello di controllo, non serve fare la richiesta pubblicamente.

  • Grazie 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Ayame ha scritto:

Ovvio che l'utente deve avere la possibilità di cancellarsi :asd: tra l'altro c'è anche nel proprio pannello di controllo, non serve fare la richiesta pubblicamente.

WOW! :::D

(però non dirlo in giro: se si sparge la voce che qui si possono modificare i messaggi e autogestirsi arrivano utenti in massa da altri lidi...:asd:)

Modificato da Wanderer
  • Haha 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Amministratorə
Adesso, Wanderer ha scritto:

(però non dirlo in giro: se si sparge la voce che qui si possono modificare i messaggi e autogestirsi arrivano in massa...:asd:)

:rotol: 

Aspetta che vado a scriverlo pure sui muri :asd: 

  • Grazie 1
  • Haha 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, Aporema Edizioni ha scritto:

iao, @Ophelia03, tu per prima dovresti sapere che non è così. Ti ricordi che cos'è successo solo perché eri entrata nella nostra discussione on the other side a dire che eri contenta di pubblicare con noi  e che ti eri trovata bene, soprattutto a livello di rapporti umani?

Infatti poi non ho più scritto nulla, volendo evitare polemiche! :cold_sweat:

Sì, hai ragione, purtroppo è molto difficile bilanciare un'informazione corretta, trasparente e completa (il più possibile) con tutto il resto. Mi piacerebbe fosse sempre possibile perché una delle forze del WD, quando mi iscrissi, eoni fa, era proprio quella: la possibilità di farsi un'idea. 

Boh, spero che si possa arrivare a un buon compromesso (anche grazie alle mie faccine a profusione, of course). :metal:

  • Love 2
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Amministratorə

La civiltà è obbligatoria, e quando non sarà spontanea sarà gentilmente imposta :mazza:

Forse tu @Ophelia03 c'eri ai tempi in cui ero admin, nel caso dovresti ricordare i miei modi gentili e teneri :asdf:

  • Love 1
  • Grazie 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io proporrei di aprire anche una sezione o sottosezione per i traduttori editoriali, un "angolo del traduttore" o qualcosa del genere.
Che ne dici @Ayame?

Modificato da Wanderer
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Amministratorə

 

3 minuti fa, Wanderer ha scritto:

Io proporrei di aprire anche una sezione o sottosezione per i traduttori editoriali, un "angolo del traduttore" o qualcosa del genere.
Che ne dici @Ayame?

Tecnicamente c'è già: Agenzie e Professionisti, lì può andarci tutto quanto. 
Anche se magari intendevi una sezione in cui discutere in generale anziché sui singoli? 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, Ayame ha scritto:

 

Tecnicamente c'è già: Agenzie e Professionisti, lì può andarci tutto quanto. 
Anche se magari intendevi una sezione in cui discutere in generale anziché sui singoli? 

Sì esattamente, in cui i traduttori o aspiranti si possano confrontare su modalità di accesso alle CE, contratti, questioni tecniche sulle traduzioni, tariffe, e tanto altro. 

Modificato da Wanderer
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Amministratorə
Adesso, Wanderer ha scritto:

Sì esattamente, in cui i traduttori o aspiranti si possano confrontare su modalità di accesso alle CE, contratti, questioni tecniche sulle traduzioni, tariffe, e tanto altro. 

C'è ed è "Salotto Professionisti", l'avevo pensata apposta per quello. È la sottosezione di Agenti e Professionisti :) 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
27 minuti fa, Ayame ha scritto:

C'è ed è "Salotto Professionisti", l'avevo pensata apposta per quello. È la sottosezione di Agenti e Professionisti :) 

Ma secondo me il generico "professionisti" non è troppo adatto per i traduttori, e io scorrendo le sezioni non pensavo che servisse per quello... anche perché non necessariamente i traduttori sono professionisti, né si richiede una partita Iva. I traduttori letterari sono innanzitutto autori. Io ad esempio ho tradotto solo un libro, e non mi considero un professionista del settore, né aspiro ad esserlo. 

Modificato da Wanderer
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Amministratorə

Ma i traduttori sono professionisti :sss:

Un aspirante traduttore è uno che aspira a diventare professionista, cosa che non implica necessariamente la p.iva tra l'altro.

Ho partecipato all'Officina del traduttore di Mantova come relatrice nel settembre 2019), e i partecipanti erano aspiranti traduttori o professionisti in crescita. Nessuno di loro voleva – giustamente – essere appellato come amatoriale. 

Il fatto che tu non sia interessato a essere definito professionista è una cosa personale, penso :)

  • Love 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Ayame ha scritto:

Ma i traduttori sono professionisti :sss:

Ho partecipato all'Officina del traduttore di Mantova come relatrice nel settembre 2019), e i partecipanti erano aspiranti traduttori o professionisti in crescita. Nessuno di loro voleva – giustamente – essere appellato come amatoriale. 

Un noto artista o uno scrittore affermato non sono definibili come "professionisti", pur non essendo affatto amatoriali, e secondo me lo stesso vale per il traduttore letterario. In questo caso, bisogna distinguere professionale da professionista. "Professionale" indica il possesso di una serie di competenze, mentre "professionista" indica lo svolgimento di un mestiere. Quella del traduttore non sempre è un'attività svolta in modo continuativo, come non lo è quella dello scrittore in generale (in molti casi, peraltro, un autore è anche traduttore). Il traduttore deve possedere una serie di conoscenze e competenze, che lo rendono capace di realizzare certi testi, ma questo non significa necessariamente che svolga quella attività come professione. Le competenze dei traduttori, peraltro, sono innanzitutto quelle comuni agli scrittori. Quindi, se i traduttori sono "professionisti", andrebbero considerati tali gli scrittori in generale!
 

1 ora fa, Ayame ha scritto:

Il fatto che tu non sia interessato a essere definito professionista è una cosa personale, penso :)

In realtà, come credo di aver spiegato, non è personale: ritengo in generale che sia penalizzante per il traduttore letterario essere assimilato a un "professionista", e non a un creativo. E in fondo è dello stesso avviso la legge. Se il traduttore che opera in regime di diritto d'autore non ha bisogno di aprire una partita Iva è proprio perché viene equiparato all'autore, ovvero all'artefice dell'opera d'ingegno a carattere creativo, e non ad altre categorie di professionisti e operatori editoriali (tra cui il correttore di bozze, che invece ha bisogno della partita Iva). Bisogna allora distinguere i traduttori letterari da altre tipologie di traduttori e interpreti. I primi operano in regime di diritto d'autore, quindi sono autori di opere d'ingegno, i secondi no. 

A parte questo, secondo me manca comunque uno spazio dedicato (sezione o sottosezione che sia) ai traduttori letterari, che in quanto autori vanno distinti da altri operatori editoriali... e questo anche a prescindere che li si voglia considerare più dei professionisti o più dei creativi.

Modificato da Wanderer
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In attesa di nuovi sviluppi in merito ai tanti argomenti intrapresi, desideravo sapere quale fosse la sezione relativa alle questioni editoriali, es. contratti di edizione o problematiche più burocratiche legate agli autori.

Grazie.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Amministratorə
16 minuti fa, Valente ha scritto:

In attesa di nuovi sviluppi in merito ai tanti argomenti intrapresi, desideravo sapere quale fosse la sezione relativa alle questioni editoriali, es. contratti di edizione o problematiche più burocratiche legate agli autori.

Grazie.

Direi la sezione sUPporto Scrittura, adesso apro la sua gemella sUPporto editoria :D 

  • Grazie 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Amministratorə

Eccola qua, è già nata :ohh:  sUPporto Editoria

42 minuti fa, Wanderer ha scritto:

Quindi, se i traduttori sono "professionisti", andrebbero considerati tali gli scrittori in generale!

Tradurre richiede competenze diverse da quelle di un "semplice" scrittore: devi conoscere molto bene la lingua di origine e quella di destinazione. Ci sono senza dubbio, comunque, scrittori professionisti: sono quelli che campano con il loro lavoro :D 

In ogni caso è una questione per me puramente dialettica: la sezione è quella che ti ho indicato e non cambia :asd: Ho cercato di chiarire maggiormente nella descrizione della sezione, così da renderla meno "misteriosa".

50 minuti fa, Wanderer ha scritto:

A parte questo, secondo me manca comunque uno spazio dedicato (sezione o sottosezione che sia) ai traduttori letterari, che in quanto autori vanno distinti da altri operatori editoriali... e questo anche a prescindere che li si voglia considerare più dei professionisti o più dei creativi.

Perché? Eventualmente comunque possiamo aprire una sottosezione dedicata esclusivamente ai traduttori (e una solo agli illustratori, una solo agli editori, ecc, non c'è limite, mica le paghiamo le sottosezioni! :asdf:) quando avremo un numero sufficiente di traduttori a giustificare l'esistenza di tale spazio: ok che come ho appena detto sono gratis, ma sezioni vuote sono tristi da vedere ;) 

  • Grazie 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Ayame ha scritto:

Tradurre richiede competenze diverse da quelle di un "semplice" scrittore: devi conoscere molto bene la lingua di origine e quella di destinazione.

Questo significa che il traduttore letterario è una tipologia di scrittore che conosce bene almeno un'altra lingua oltre la propria, e che quindi può convertire l'una nell'altra, ma resta uno scrittore. Ci sono scrittori che di lingue ne conoscono anche più di una, ma che non sono traduttori. Inoltre, ci sono altre tipologie di scrittori che hanno altre competenze. Ad esempio, il poeta (se non è un dilettante) deve conoscere bene la metrica, le figure retoriche. Lo scrittore di fantascienza deve avere delle cognizioni scientifiche. Lo scrittore di romanzi storici deve avere un'approfondita conoscenza degli usi e costumi passati. Insomma, il mestiere dello scrittore - tra cui il traduttore - non è mai "semplice". Se uno scrittore non ha né talento né competenze, che scrittore è? Se è un hobbista, non si può nemmeno definire "scrittore". 

Cita

quando avremo un numero sufficiente di traduttori a giustificare l'esistenza di tale spazio

Però potrebbe essere l'opposto. L'esistenza di uno spazio potrebbe richiamare qualche utente che finora magari non ha trovato spazio :asd:

Modificato da Wanderer
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Amministratorə
2 minuti fa, Wanderer ha scritto:

Questo significa che il traduttore letterario è una tipologia di scrittore che conosce bene almeno un'altra lingua oltre la propria, e che quindi può convertire l'una nell'altra, ma resta uno scrittore.

Sarebbe bello discuterne con altri traduttori, portane qui qualcuno :yepp:

2 minuti fa, Wanderer ha scritto:

Però potrebbe essere l'opposto. L'esistenza di uno spazio potrebbe richiamare qualche utente che finora magari non ha trovato spazio :asd:

Perché sono sicura che tu non consideri uno spazio quello che io considero tale? :asd: 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, Ayame ha scritto:

Sarebbe bello discuterne con altri traduttori, portane qui qualcuno :yepp:

La mia la porterei volentieri, ma abita un po' lontano... in Australia.:XD:

  • Haha 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Amministratorə
57 minuti fa, Alexmusic ha scritto:

La mia la porterei volentieri, ma abita un po' lontano... in Australia.:XD:

Lo sapevi che internet ce l'hanno anche là? :asdf: 

  • Haha 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Ayame ha scritto:

Sarebbe bello discuterne con altri traduttori, portane qui qualcuno :yepp:

Non ho molti contatti... ma ti posso garantire che gli aspiranti sono molti più di quanto si possa pensare!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Amministratorə
1 minuto fa, Wanderer ha scritto:

Non ho molti contatti... ma ti posso garantire che gli aspiranti sono molti più di quanto si possa pensare!

Lo so! Sono su vari gruppi Facebook di traduttori e aspiranti tali :)

  • Love 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla discussione!

Puoi scrivere ora e registrarti dopo. Se hai già un account collegati subito!

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Cookie, cookie e ancora cookie

Come saprai, usiamo dei cookies per garantire il miglior funzionamento del sito. Puoi leggere la cookie policy, oppure cliccare su "Accetto". Consulta anche la privacy policy completa. Privacy Policy