Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Mostra risultati per il tag 'romanzo'.

  • Search By Tags

    Tag separati da virgole.
  • Search By Author

Tipo di contenuto


Forum

  • Ingresso
    • Benvenutə
    • Info Point
  • On writing
    • sUPporto Scrittura
    • Palestra Creativa
    • Narrativa
    • Poesia
    • Sceneggiatura
    • Arena
  • Editoria e dintorni
    • sUPporto Editoria
    • Catalogo Editori
    • Agenzie e Professionisti
    • Blogbuster
    • Librerie d'Italia
    • Corsi, Concorsi ed Eventi
    • Riviste Letterarie
  • LetterArea
    • (Parliamo di) Libri
    • In Vetrina
    • Altri media
  • Community Lounge
    • Bar Sport
    • Un topic tutto per sé
    • Privé
  • Fanclub di Laura MacLem's Discussioni
  • Quellɜ del 5G's Discussioni

Find results in...

Find results that contain...


Data di creazione

  • Start

    End


Ultimo Aggiornamento

  • Start

    End


Filter by number of...

Iscritto

  • Start

    End


Gruppo


Hai già pubblicato?


Il tuo sito


I tuoi libri


Facebook


Twitter


Instagram

Trovato 19 risultati

  1. - Titolo: James Biancospino – Ritorno Oscuro - Autore: Simone Chialchia - Editore: Aporema Edizioni - Genere: Fantasy - N° di pagine: 370 - Link per l’acquisto/download: https://www.amazon.it/Ritorno-oscuro-Biancospino-Simone-Chialchia/dp/8832144824/ - Copertina flessibile: 14,90 euro – Ebook: 2,79 euro - Preview online o scaricabile: https://jamesbiancospino.com/scarica-contenuto-gratuito/ - Sito web: https://jamesbiancospino.com/ - Pagina Facebook: https://www.facebook.com/jamesbiancospino/ - Profilo Instagram: https://www.instagram.com/james_biancospino/ - Trama: Le forze che dovrebbero contrastare il Male, invece di creare un fronte comune, sembrano destinate a scontrarsi tra loro e all’orizzonte si profila il trionfo della Setta degli Oscuri. L’unica speranza di riscatto è affidata a James Biancospino. Travolto dalle precedenti battaglie, gravato dal fardello della maledizione, deve misurarsi col proprio passato e la propria coscienza. Tra nuovi incontri e inattese rimpatriate, continua l’epopea del coraggioso ragazzo di Cividale, alla scoperta di se stesso e dello strabiliante potere delle pietre magiche. - Biografia: Simone Chialchia classe ’91 vive a Cividale del Friuli. La voglia di inventare e raccontare storie per trasmettere emozioni lo spinge alla scrittura. Tra le cose che ha fatto, ciò che lo rendono più orgoglioso sono le sue figlie. La Saga delle Pietre Magiche è il suo primo libro nato proprio durante una passeggiata col suo cane Briscola. - Booktrailer: - Chi è James Biancospino? James è un ragazzo come tanti altri. Forse solo un po’ più chiuso e riflessivo rispetto alla norma. Vive a Cividale del Friuli con sua madre Kathleen e il suo cagnolone Brewal. Il papà non lo ha mai conosciuto… Di mattina si deprime sui banchi di scuola, di sera lavora in un ristorante come cameriere o, se è libero, passa il tempo a suonare la chitarra e a fantasticare. Di amici non ne ha molti. Da un po’ di tempo gli capita di sognare cose strane: terribili battaglie che contrappongono un esercito di cavalieri splendenti e orde di mostri feroci. Nulla di particolarmente sconvolgente, se non fosse che la sua partecipazione è quasi reale, tanto che al risveglio è facile che si ritrovi dolente in qualche punto del corpo, proprio come se avesse combattuto. Ah dimenticavo, a James piace fare lunghe passeggiate con il suo cane ai bordi del fiume Natisone, dove nessuno può vederli o disturbarli. Ed è lì che, una sera d’inverno, il ragazzo rinviene una strana pietra, dal taglio piramidale. Non immaginate neppure cosa provocherà quel ritrovamento… - Estratti: «Anche io ho avuto paura, Victor» disse James, abbassando la voce. «E sai come è andata a finire? Ho bruciato la mia vita per una causa in cui neanche credevo. Ho visto i miei affetti più cari morire, ho perso la mia anima... e per chi? Perché sono ancora qua? Non lo so nemmeno io, ma stai pur certo che non mi fermerò fino a che non avrò tolto di mezzo Wilburn. Lo farò, che tu lo voglia o no.»
  2. AlexMai

    Ombre dal futuro

    - Titolo: Ombre dal futuro - Autore: Alessandro Maiucchi - Editore: Porto Seguro - Genere: Thriller distopico - N° di pagine: 542 - Link per l’acquisto/download: http://www.portoseguroeditore.com/product/ombre-dal-futuro/ - Trama: 2031. Il passato di Anselmo Pagani è fatto di ombre, dolori e quesiti insoluti. Il suo presente, in una Roma straziata dall’imperversare di bande criminali, è un amaro susseguirsi di indagini pericolose. Una loggia segreta, tramite il progetto Nuova Italia, tenta di riportare il paese all’antico splendore dell’Impero Romano, potenziato da una tecnologia sempre più forte e pervasiva. La futura società italiana assume tinte distopiche in Ombre dal futuro, un romanzo che riesce a proiettarci in un domani inquieto e turbolento, ma al tempo stesso vivido e credibile. Il potere e l’innovazione costituiscono un binomio che, tramite l’estro dell’autore, dà vita a un intreccio di conflitti e colpi di scena.
  3. Il Senno di Poi di Simone Cipriani Autopubblicato con KDP Romanzo, 269 pagine Link per l’acquisto/download Digitale: https://amzn.to/3h2zAg0 / Cartaceo: https://amzn.to/3h1JfmR Preview online o scaricabile di minimo 10 pagine https://www.wattpad.com/myworks/86269459-il-senno-di-poi
  4. SINOSSI: Il diario di una donna dalle sfumature ossessive, dove in ogni riga albergano le sue più profonde paure e i suoi famelici dubbi. Un’ossessione, come una specie di apnea, dalla quale a tratti sembra fuoriuscire e in altri momenti ricadere come un peso morto, ma sarà proprio il dialogo con il suo diario a mostrarle faccia a faccia i suoi più profondi tormenti fino ad arrivare a scoprire la verità su una inquietante storia. La storia di se stessa e dell’indimenticabile legame con Ida, la persona più importante della sua vita. Titolo: Twins Obsession. Il diario di una gemella ossessione Autore: Francesca Ghiribelli Editore: Policromia Genere: Diario epistolare, giallo, psicologico Pagine: 108 Prezzo: € 15,00 (cartaceo), € 2,99 (ebook) LINK ACQUISTO https://www.amazon.it/Twins-Obsession-Policromia-Francesca-Ghiribelli/dp/883366385X/ LINK BOOKTRAILER https://www.youtube.com/watch?v=JFdORhI6lio PROFILI DELL’AUTRICE SU COLLANA POLICROMIA EDIZIONI PUBME DIRETTA DA EMANUELA NAVONE https://www.collanapolicromia.it/francesca-ghiribelli/ https://www.collanapolicromia.it/twins-obsession-il-diario-di-una-gemella-ossessione/ ESTRATTO In mezzo a queste pagine stropicciate da inchiostro sembro scrivere seguendo sconclusionate curve su una strada che esiste solo nella mia testa. Come un percorso dove confondo le idee perfino a te, piccola mia. Lo sai che non dipende da me, o meglio è solo colpa della mia mente sempre più difficile da inseguire e riportare sulla retta via. Un po’ ti parlo di me, un po’ ti faccio ricordare quello che era il nostro tempo, ma ora voglio dedicarti questi mediocri versi, che però il mio cuore vuole svelarti. Non sono mai stata una gran lettrice, lo sai, ma nonostante il folle delirio della mia testa ho ritrovato in me quest’occasionale passione per la scrittura. Non so se in passato la possedessi, forse tu magari potresti dirmelo, ma non puoi rispondermi. Non mi resta quindi che dare adito a questa mia grande necessità del momento e rivelarti il mio corroborante stato d’animo. Fiore d’acerbo foglio ti colgo ti ammiro ti vesto di me senza neanche sapere quale abito più mi si addica; trovo però il velo del tuo amabile sogno, mi ci addentro riconoscendo l’arte dell’amore, la lucciola di quell’affetto rimasto immemore nel profumo di viole gettate al vento... Ma io le ho raccolte tutte a una a una il tempo le ha lasciate su un sentiero abbandonato, ma io l’ho scovato. Mi ero persa nel bosco e poi ho cercato, nel tuo ricordo il senso ho ritrovato. Piccola bimba, nella dolce età sei amabile vita vissuta solo a metà. La tua Sara Questi sono i miei umili versi lasciati per tutto questo tempo sulla strada del cuore. Ora che li ho scritti sul mio diario, mi sento meglio.
  5. Sinossi: Stana, una zingara russa dagli occhi color ghiaccio e i capelli color dell’ebano. Una ragazza da sempre ripudiata e tormentata a causa delle sue origini. Un uomo si innamora di lei a prima vista e decide di salvarla prendendola in sposa. Lei non lo ama ma la gratitudine è forte. Una trama toccante dalle linee profonde e pervasa da emozioni reali. Un racconto femminile a cuore aperto. Una vicenda intrigata, un amore complesso. Una storia di emancipazione femminile dalle tinte moderne pervase di realistica speranza Strillo: …nascondeva la magia di una “strega”. BOOKTRAILER https://www.youtube.com/watch?v=5iUXshw9sow https://www.youtube.com/watch?v=yGH55oK-eng PROFILO AUTRICE IL SEME BIANCO EDITORE http://www.ilsemebianco.it/author-book/francesca-ghiribelli/ ESTRATTO: Era una ragazza dai tratti somatici molto particolari, perché da parte materna era una straordinaria femmina russa, mentre per padre pro-veniva dalle magnetiche atmosfere dell’Est, possedendo le misteriose virtù di un’affascinante zingara. Chi la osservava capiva subito, che la sua vera natura non era semplicemente russa e ortodossa, ma nascon-deva la magia di una “strega”. I suoi occhi celavano, forse, tutto il do-lore ancora nascosto dentro di sé; dentro quell’illogico mondo, che l’aveva messa duramente alla prova, già così giovane. Tutti, però la consideravano una megera dalle doti mistiche e perfide, mentre di cattivo non aveva proprio niente, anzi, l’unica cosa che andava cercando era un po’ di amore, orfano, come lei. Era nata in un misero villaggio alle porte della popolosa Mosca, ma non aveva mai conosciuto la magia di quella città, che tutti affermavano essere meravigliosa. Lei aveva imparato a lottare e a soffrire per un piccolo e sporco pezzo di pane. Lei amava essere russa, ma ciò che ripugnava era la goliardia di quella società impavida e usurpatrice di libertà. Aveva visto e sentito la gente singhiozzare di fronte alla consapevolezza di tante vite spezzate per un misero e feroce colpo di fucile. Niente sarebbe stato più come prima per lei e per le numerose persone, che avevano perso i propri cari in quel crudele genocidio. link acquisto amazon: https://www.amazon.it/Cuore-zingaro-Amore-prima-vista/dp/8885452469/
  6. - Titolo: James Biancospino e Le Sette Pietre Magiche - Autore: Simone Chialchia - Editore: APOREMA EDIZIONI - Genere: Fantasy - N° di pagine: 310 - Link per l’acquisto/download: CLICCA QUI - Preview online o scaricabile di minimo 10 pagine: CLICCA QUI - Trama: Agli albori del XVI secolo l’eterna lotta tra il Bene e il Male non si svolge solo con spade e pugnali, ma anche attraverso il dominio di antiche e misteriose pietre magiche: la vittoria arriderà a chi si dimostrerà più abile nel controllarne l’arcano potere. James Biancospino, un timido ragazzo del terzo millennio, si trova suo malgrado coinvolto nella guerra senza esclusione di colpi tra la Confraternita della Luce e la terrificante setta degli Oscuri. Attraverso viaggi avventurosi e mirabolanti battaglie, James scopre un po' alla volta il valore di parole come onore, dovere, coraggio, sacrificio, amicizia e amore, che doneranno un nuovo senso alla sua vita. - Booktrailer: - Estratti: ... Per fortuna non tutti gli esseri umani sono corrotti, alcuni hanno ancora la forza e la tenacia di perseguire il Bene a ogni costo. Ed ecco per quale ragione è sorta la Confraternita della Luce.» «E cosa sarebbe?» «L’ordine che da sempre combatte i non-morti o, come vengono da noi chiamati, gli oscuri … La maggior parte dell’umanità ignora la mostruosità e il Male che proliferano ogni giorno sulla Terra. In molti con-dannano la magia e diffidano di chi intende praticare e tramandare gli antichi riti di difesa dell’ordine naturale, ma noi non siamo eretici, siamo persone che cercano in ogni modo di garantire la pace e di fermare l’avanzata degli oscuri. Come, ti chiederai? Esattamente come tu stesso hai potuto vedere l’altra notte … Sette sono le grandi pietre superiori. Una da ogni pianeta, un potere distinto per ciascuna. Se unite, tutte e sette, si ottiene la capacità di utilizzare tutti i poteri senza l’uso di ciascuna di esse. Ci si trasforma, in tutto e per tutto, in divinità. In tanti ci hanno provato. Centinaia, migliaia, e quasi tutti sono piombati nella corruzione dello spirito. Oggi quegli uomini sono non-morti.» In quel febbraio le saline di Barletta sembravano cumuli di neve accantonati in spazi geometricamente delimitati. Il luccichio del sale sotto i raggi della pallida luna segnava la via nella notte ai membri della confraternita. James rabbrividì nel passare accanto a una pozza. Il colore dell’acqua era rosso come il sangue. «Per modificare lo stato fisico di un vegetale hai convogliato l’energia mentale e della pietra sull’aurea della pianta. Ora devi provare un procedimento inverso. È la forza dell’essere vivente animale che hai nelle mani a dover entrare in sintesi con il potere della pietra. Tu devi essere il tramite e, al momento giusto, raccogliere la potenza di questa unione e farla tua… Ci sei?» gli spiegò il generale. «Eh, una parola…» «Prova! Infondo tu e quel povero topolino avete molto in comune. Siete entrambi animali. Due istinti che sono riusciti ad adattarsi al mondo.» «Beh, c’è una discreta differenza. Io sono un uomo intelligente. Lui è, anzi era, un animale privo di ragione…» «E chi dice che il suo istinto non sia più saggio del nostro intelletto?» obiettò il maestro. «Almeno lui non vive di illusioni. Non può mentire, non può ingannare, non può fare e subire crudeltà o peccati. Ci avevi mai pensato a questo?» «No.» «Alla base dei nostri poteri ci deve sempre essere il rispetto per il mondo naturale. Non dimenticare mai questa legge. Su, voglio solo che ci provi.»
  7. - Immagine di copertina: - Titolo: Il Mistero del Principe - Autore: Giuseppe Chiodi - Editore: Autopubblicato - Genere: Clockpunk - N° di pagine: 329 - Link per l’acquisto/download: https://www.amazon.it/Mistero-del-Principe-unavventura-settecenteschi-ebook/dp/B08VJGQGPC/ - Preview online o scaricabile di minimo 10 pagine: https://leggi.amazon.it/kp/embed?asin=B08VJGQGPC&preview=newtab&linkCode=kpe&ref_=cm_sw_r_kb_dp_276KFE4W478A4J5DT64E - Trama: Eulalie, una ragazza di Grenoble, indaga sui misteri del Principe di Sansevero alla ricerca della Palingenesi, così da resuscitare il suo amato papà. A Napoli, la giovane incontra Pasquale, che lavora come guida presso il museo della cappella Sansevero. I due fanno un’incredibile scoperta che li conduce su un cammino irto di trappole, enigmi, rivali e, al contempo, meraviglie dimenticate. A volte il dolore è insopportabile e rischiamo di perderci. A volte è sufficiente una luce per ritrovare la strada, voltare pagina e rinascere. La coppia riuscirà nell’impresa, o il loro sarà un viaggio senza ritorno? Include: la Breve nota di quel che si vede in casa di Raimondo di Sangro principe di Sansevero, scritta con tutta probabilità dal Principe in persona; dieci lettere parlanti di Antonio Baldi, incisore napoletano del XVIII secolo; incisioni di Francesco Wenzel, Antoine Aveline e altri artisti; immagini d’epoca, foto e una ricca bibliografia consigliata; Postfazione dell’autore che comprende un’introduzione al genere clockpunk, un breve saggio su Napoli (contrasti, estremi, identità) e tanto altro.
  8. - Immagine di copertina - Titolo: Dracophobia - Autore: Andrea Zanotti - Editore: Plesio Editore - Genere: fantasy - N° di pagine: 230 - Link per l’acquisto/download: https://amzn.to/398dm8k - Preview online o scaricabile di minimo 10 pagine: https://www.plesioeditore.it/downloads/prodotti/file/Dr anteprima.pdf - Trama: I draghi sono impazziti. Da custodi della Natura e della saggezza sono divenuti belve assassine, mosse da appetiti smodati. Hanno banchettato col mondo sino a svuotarlo. Solo i clan dei nani sopravvivono, conducendo un’esistenza tormentata nelle miniere, lontani dal calore del sole e prede della dracophobia. È in questo clima di terrore che la principessa Tormento dei Draghi comanda spericolate razzie nel sopra-mondo, mentre il fratello Nurin parte per un viaggio alla ricerca degli Dei del loro popolo. Un viaggio che lo condurrà negli abissi della terra e in quelli della sua anima.
  9. - Titolo: James Biancospino e I Giorni dell'Ardesia - Autore: Simone Chialchia - Editore: APOREMA EDIZIONI - Genere: Fantasy - N° di pagine: 482 - Link per l’acquisto/download: CLICCA QUI - Preview online o scaricabile di minimo 10 pagine: CLICCA QUI - Trama: Dopo le mirabolanti avventure affrontate nel sedicesimo secolo, James Biancospino torna al presente ed è di nuovo costretto a destreggiarsi nell’eterna guerra tra la setta della Confraternita della Luce e quella degli Oscuri. Tra duelli mozzafiato, affetti contrastati ed estenuanti iniziazioni, l’epopea del protagonista si snoda attraverso tre continenti, alla ricerca dell’arcano potere nascosto nell’ardesia, l’unico che sembra in grado di risolvere in modo definitivo le sorti del conflitto. - Estratti: Quando fu pronto, James seguì l’incappucciato lungo un secondo corridoio, che sembrava interminabile o così appariva per via dei riflessi e dei giochi di luce. Un suono teso e profondo di timpani ben accordati scandiva il tempo dei passi dei due confratelli: tum, tum, tum. La percussione diventava sempre più forte, sempre più vicina. La figura misteriosa si fermò, tirò una tenda bianca per far passare il ragazzo e gli fece segno di proseguire. Il viaggiatore si sistemò i capelli e fece un gran respiro. «Siete voi a governare le pietre e non il contrario, ok?» riprese lo scozzese. «Il potere della pietra risucchia la vostra energia, entrando in contatto con il profondo del vostro essere. E se avete raggiunto il limite massimo, mollate il contatto. So che avete già giocato con alcune di queste pietre, ma ora la musica cambia. Pensò di avere due alternative: sfracellarsi con l’aereo contro la gigantesca montagna innevata, o consegnare il suo corpo all’abisso, lanciandosi dal portellone. Nessuna delle due, sul momento, gli parve preferibile all’altra. Le ginocchia tremavano e il cuore batteva a mille. Non poteva più indugiare. Doveva fare qualcosa. Recuperò una goccia di coraggio dalle riserve di disperazione che colmavano i suoi pensieri e si affacciò. «Quando vi trovate completamente soli, senza munizioni, senza cibo, magari nell’attesa di essere giustiziati dal nemico, capite che a salvarvi può essere solo la vostra testa. E vi assicuro che non c’è bisogno di nessuno strumento speciale per tirarsi fuori da un impiccio: basta ragionare e investire tutta la propria forza d’animo. È questo che il potere delle pietre avrebbe dovuto insegnarvi. Le pietre si attivano solo se riuscite a canalizzare la vostra forza interiore. E non serve a niente essere invincibili. Bisogna essere umili e consapevoli dei propri limiti. Solo con questa coscienza potrete diventare dei degni confratelli.» «Questa penso debba tenerla tu. È la chiave dell’appartamento di Gabriel, è tuo compito ora cercare dov’è. Me l’ha affidata prima del suo ultimo viaggio. Io non ho mai avuto il tempo né la possibilità di scoprirlo.» Il ragazzo si alzò e raccolse il mazzo dalle mani del vecchio. Questi, allora, ne approfittò per parlargli all’orecchio e aggiungere parole che non voleva che gli altri ascoltassero: «Gabriel mi disse di non sentirsi più tranquillo, parlava di una cospirazione. Ancora oggi rimpiango di non avergli dato ascolto, considerando lo stato attuale. So che eri insieme a lui durante il suo ultimo viaggio. So anche che gli volevi bene. È il motivo per cui ti affido questo fardello.» Il viaggiatore vide lo stregone oscuro accarezzare la testa del traditore e sorridere: festeggiava il ritorno a casa del figliol prodigo. Lentamente, poi, il capo dei non-morti si avvicinò a James e si inginocchiò in modo tale da essere alla sua stessa altezza. «L’offerta è ancora valida, sei un’ottima risorsa: perché sprecare il meraviglioso potere del tuo sguardo di Venere per servire quella setta di ipocriti e ingrati? Passa alle tenebre e vi risparmierò la vita» sussurrò all’orecchio. «Scappa, James! Io ti troverò, te lo prometto. Ti troverò perché ti amo» concluse tra le lacrime, mentre gli infilava al braccio sano un bracciale carico di pietre e chiudeva nel suo palmo destro l’artiglio di un falco. «Che cosa sto diventando?» provò a dire lui, con quel poco di voce che gli restava in gola. «Va’ via, James. Loro stanno arrivando, ti hanno già trovato, e non sarai mai libero. Va’ via!» urlò lei fino a perdere la voce.
  10. TITOLO: Lo specchio dell'anima AUTORE: Elena Inuso EDITORE: Leonida Edizioni GENERE: Narrativa contemporanea N° DI PAGINE: 232 LINK PER ACQUISTO: https://www.lafeltrinelli.it/libri/elena-inuso/specchio-anima/9788833740478?awaid=9507&gclid=EAIaIQobChMIs9uUvu2a7QIVCrh3Ch0O4g0kEAYYASABEgLdR_D_BwE&awc=9507_1606209876_d0785f3aa30aa68316f3987e0129559e (e tutti gli altri store online) PREVIEW SCARICABILE: https://www.amazon.it/Lo-specchio-dellanima-Elena-Inuso/dp/8833740471/ref=tmm_pap_title_0?_encoding=UTF8&qid=1614336223&sr=8-1 TRAMA: Il romanzo tratta di due diverse storie: quella di una bambina, Gemma, che affronta il fallimento del matrimonio dei propri genitori cercando di mantenere la gioia di vivere, nonostante la distanza del padre e l’instabilità di una madre profondamente infelice; e quella di una giovane donna, Angela, che prova a distruggere piano piano la sua corazza di ghiaccio permettendo a un ragazzo appena conosciuto di farle scoprire cosa significa amare e fidarsi di qualcuno. Due storie apparentemente sconnesse, ma che poi si legano inesorabilmente rivelando un trauma nascosto e una sconvolgente verità, la quale porta con sé la speranza di una rinascita, di una riscoperta di sé e delle proprie potenzialità BOOK TRAILER: Grazie per l'attenzione
  11. L'ULTIMO GIORNO DI ALLEGRIA di Enrico Ferrero Aporema Edizioni Pagine 232 Link all'acquisto versione cartacea: Sito dell'Editore - Amazon Link all'acquisto versione digitale: Formato Epub - Formato Kindle Anteprima disponibile nella versione ebook su tutte le piattaforme online Quarta di copertina La vita è bella all’alba degli anni Ottanta, per due giovani biellesi, Sergio e Stefano, forti di una lunga e sincera amicizia, che neppure l’avvento inatteso di una donna affascinante, Piera, riesce a scalfire. Altre due ragazze, Agnese e Ingrid, entrano presto nelle loro esistenze, ricche di umorismo e spensieratezza, ma anche di un raffinato senso estetico e di una profonda vena riflessiva. Le relazioni s’intrecciano, a volte si complicano; nei giochi e nella gioia si cela spesso un sottile e inconfessato velo di tristezza, perché in cuor loro tutti temono che possa giungere, prima o poi, “l’ultimo giorno di allegria”.
  12. - Titolo: Voodoo - Autore: Andrea Zanotti - Editore: DZ Edizioni - Genere: weird western - N° di pagine: 170 - Link per l’acquisto/download: https://amzn.to/2XeZvWP - Trama: Come ci è finito in quel saloon, e perché quel bruto col cappellaccio da cowboy lo sta aggredendo? Davide non ricorda nulla, né ha il tempo per rifletterci. Certo il cielo grigio nel quale brillano costellazioni rosse sangue non promette nulla di buono. Possibile che quel luogo alieno sia realmente l’oltretomba, un dannato purgatorio-western, così come gli vogliono far credere i bizzarri componenti del gruppo capeggiato dallo stregone voodoo che lo salvano dalle grinfie del suo aguzzino? Un macumbeiro al soldo di un Dio avvolto dall’anonimato, che gli promette, niente meno, di poter tornare alla sua vecchia vita e dai propri cari. Ogni atto magico però necessita di adeguate offerte di sangue, e Davide lo scoprirà a proprie spese, trovandosi innanzi a scelte che determineranno il futuro della sua stessa anima. . Estratto: Un brusio di sottofondo mi tormenta le orecchie. Un pigo- lare ossessivo che pungola la mia mente, cercando di ridestarla. Ho sonno e nessuna intenzione di alzarmi. La sveglia non ha ancora suonato, lasciatemi stare, dannazione ! Le lagnanze però non cessano. Una nenia molesta e ripetitiva fatta di parole che non riesco a cogliere, perché solo bisbigliate. Un mantra che sa di preghiera petulante. Non mi sarò mica addormentato durante la Santa Messa ? Cerco di aprire le palpebre, ma le sento pesanti come sara- cinesche rugginose. Paiono incollate. Combatto, le sollevo a forza e mi riscuoto, sentendo le gambe formicolare. Cazzo, luci soffuse, candele, ombre e persone dai volti cupi. Devo proprio essere in chiesa, che figura di merda ! Una mano mi afferra la spalla e mi strattona, facendo tra- ballare la sedia sulla quale intuisco di essere seduto. Chissà da quanto, a giudicare dal formicolio che mi rende le gambe due pilastri di cemento insensibili. Ancora non riesco a mettere a fuoco, ma il naso mi funziona bene, purtroppo. Un’ondata di lezzo da cloaca mi investe, un misto di alcool di pessima qualità e letame. Un volto rugoso e sporco mi si para innanzi, sbraitando parole che surclassano e azzittiscono per qualche istante il vociare molesto. La voce è roca, incrinata da una sbronza tonante, e ogni sillaba mi per- fora i timpani. « Ben arrivato, ragazzo. » Sputi viscidi e maleodoranti mi bagnano il viso. La bocca dell’uomo che rumina tabacco è orrida, una parata di denti marci e spazi vuoti. La barba è un inferno di filo spi- nato nero, bisunto ; gli occhi folli nel loro reticolo di capillari scoppiati. La paura mi scuote, cerco di alzarmi, di allontanarmi, ma il bruto mi strattona costringendomi a sedere. È alto, forte e muscoloso, nonostante l’enorme ventre. Dalla mia postazione a sedere mi pare un titano, un demone uscito da qualche abisso fetente. « Dove credi di andare, anima candida ? » dice sprezzante, infilandomi un laccio al collo. Non capisco che diavolo stia facendo, cerco di fermarlo, ma ho le braccia deboli. « Cazzo fai ? » Mi rifila un ceffone che per poco non mi stacca la testa. Lo sconosciuto mi sovrasta, mi sento un Bambi appena nato in balia di un orso idrofobo. La canapa del lazo mi smeriglia le carni del collo, mentre mi guardo attorno terrorizzato, in cerca di aiuto. Ora sono sveglio, l’adrenalina mi scorre a fiumi nelle vene. Osservo speranzoso : sagome tetre sono sedute ai tavoli di quella che sembra una taverna, un locale angusto e fumoso con finestrelle minuscole dalle quali non entra alcuna luce. Sono delle lampade a olio e un candeliere in un angolo a fornire la blanda illuminazione di quest’antro. La luce, assediata com’è dal fumo di mille sigari e pipe, potrebbe essere soffocata in qualsiasi istante, lasciandoci al buio più completo. Nessuno pare interessarsi al ceffo che mi sta brutalizzando. « Lasciami, bastardo ! Qualcuno mi aiuti ! » urlo con voce tal- mente effeminata da farmi ribrezzo. Nessuno reagisce, nessuno alza neppure il capo nella mia direzione. L’uomo ride, rifilando una scarpata alla mia sedia e facen- domi volare all’indietro. Il cappio si stringe segandomi il collo e attutendo la caduta. Boccheggio in cerca d’aria. La botta in testa l’ho sentita bene. Il pavimento di legno, duro come marmo, puzza di vomito e segatura. Il bruto mi è sopra e sorride compiaciuto. Cerco di respirare, la gola sigillata in una stretta soffocante, quando una sfera brillante mi compare davanti agli occhi, dal nulla, sostituendosi al brutto muso. Tutta la mia attenzione viene catturata da quell’oggetto, facendomi dimenticare il pericolo : è magnifica. Non ho mai visto nulla del genere. Una luce calda pulsa al suo interno sotto forma di nebbia cristal- lina contenuta in un involucro traslucido. Danza nell’aria ed emette un brusio, parole che ora riesco a cogliere. “Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte…” Mi sento rinfrancato, ogni parola un balsamo capace di lenire lo stordimento che mi affligge. Quasi dimentico il mio aggressore, sennonché la mano callosa di questo si stringe sulla sfera e me la porta via. Mi pare di assistere a uno stupro, men- tre osservo impotente. Vedo la mano carezzare il globo lascivamente, la lingua dell’uomo, fessurata e chiazzata dal tabacco, spunta dalla barba per passare sulle labbra in un gesto osceno. Poi porta la sfera all’altezza del cuore e la schiaccia con forza contro il tessuto lordo del suo pastrano marrone. L’oggetto cantilenante spa- risce fra le pieghe della veste, mentre l’uomo viene scosso da brividi di piacere. « Ottima questa profferta, roba pura. Lo sapevo che saresti stato un buon investimento. Ora in piedi, però ! » Mi strattona come fossi un cane al guinzaglio. A fatica mi sollevo, le gambe che stentano a reggermi. Mi gira la testa e mi manca l’aria. Vertigini e stordimento sono concetti vaghi. Non ho idea di dove diavolo mi trovo, né di come ci sono finito. Tutt’attorno gli astanti sono rimasti impassibili, i volti grigi e smorti che fissano il vuoto. Il barman sta servendo un altro cliente e finge di non aver neppure visto la scena, indifferente persino alla sedia mandata in frantumi dal gorilla. Non riesco a far altro che seguire l’energumeno verso l’uscita, sollecitato dai rudi strattoni del cappio. Passiamo di fianco a un tavolo al quale stanno seduti tre uomini. Anzi, una è una donna, lo intuisco solo dai lunghi capelli e dalle spalle esili ; per il resto hanno tutti volti scavati, occhiaie profonde e un colore della pelle malsano. Fissano il vuoto, inebetiti. Forse sono terrorizzati dall’energumeno quanto me e tentano di diventare invisibili, stando immobili. All’improvviso innanzi alla donna compare un’altra sfera. È bella, luccica di un bagliore perlaceo e parla. “Padre nostro che sei nei cieli sia santificato il…” Il mio carceriere l’agguanta prima che la mano della donna la raggiunga. Questa emette un verso incomprensibile, di stizza, si alza, forse vuole reclamare ciò che le appartiene, ma l’uomo estrae un coltellaccio e le apre il collo da parte a parte. Un gesto rapido, preciso e brutale. Quasi svengo mentre la donna crolla al suolo. Anche l’as- sassino distoglie lo sguardo, ma non faccio in tempo a chie- dermi se sia il rimorso a farlo muovere, che un lampo accecante mi brucia gli occhi. Fitte dolorose mi invadono la testa, quasi strali divini mi fossero passati attraverso i bulbi oculari, ince- nerendo tutto. Ne sarei quasi lieto. Quando la vista si decide a tornarmi, il corpo della poveretta è svanito e il troglodita si sta comprimendo la sfera nelle carni. Gode. « Giornata fortunata, ragazzo » grugnisce, strattonandomi avanti. Incespicando lo seguo, mentre con mano tremante mi rovi- sto nelle tasche in cerca del cellulare. Il panico fa di me ciò che vuole. Perché non ci ho pensato prima ? Devo chiamare la polizia ! Concentrato nella mia cerca infruttuosa non mi accorgo che il bruto si è fermato e gli sbatto contro. Si volta e mi spinge indietro fino a tendere la corda ; il cappio torna a mordermi le carni. « Eh, campione, il ragazzo viene con me, liberalo. » La voce proviene da un altro ceffo. Ritto al bancone, un uomo sulla quarantina, dai capelli lunghi e neri è intento a fumare una sigaretta e a bere da una bottiglia di birra con una flemma surreale. La sua voce è calma, cristallina. Porta un cap- pello a tesa larga e un poncho dalle varie tonalità del marrone. È la metà del bisonte che mi impicca a ogni passo, ma sembra sicuro di sé. Per un istante credo di essere finito su un set di Cinecittà, ma il dolore a testa e collo, e la poveretta sgozzata, mi ricordano che c’è ben poco di finto in questa situazione assurda. « Parli con me, ometto ? » Il gorilla ghigna, la mano che ripone il coltellaccio per calare rapida sulla fondina dove mi accorgo alloggia il calcio di una pistola. Ancor prima che arrivi a impugnarla, un tuono fa vibrare le pareti della bettola. Mi tappo le orecchie. Troppo tardi. Vedo il corpo massiccio del mio aguzzino volare all’in- dietro con una voragine aperta nel petto. Con fragore rovina al suolo prima che un nuovo lampo faccia sparire anche lui. Rimango accecato per qualche istante, poi porto lo sguardo sul cowboy : ha un lembo del poncho sollevato sopra la spalla e il braccio scoperto impugna un fucile a canne mozze, fumante. Rovino sulle ginocchia sentendo lacrime scorrermi sulle guance. Dove diavolo sono finito ? L’uomo si avvicina, ogni passo scandito dal tintinnare degli speroni. Le altre persone di questo saloon grottesco non bat- tono ciglio, immobili e perse nei propri fottuti pensieri da mentecatti. Delicatamente il cowboy mi solleva e fa per spol- verarmi le vesti. Solo ora mi accorgo di indossare quello che sembra un sacco di juta. Che mi è successo ? « Ti capisco ragazzo, sei confuso, vero ? » Ragazzo ? Avrà sì e no qualche anno più di me. « Non temere, ora sei in buone mani. » Lo fisso negli occhi vedendo solo un misto di determina- zione e follia. Per lo meno non mi ha ancora aggredito. « Vieni, prendiamo da bere, ti farà bene. » Sono talmente fuori di me, spaventato e confuso, che l’i- dea di ingollare un po’ d’alcool mi pare la soluzione migliore. Ci accomodiamo al bancone e il tizio mi offre una sigaretta. « Purtroppo il bastardo » dice indicando il posto dove sarebbe dovuto giacere il cadavere dell’energumeno, dissoltosi nel nulla, « ha fatto fuori il tuo canarino, altrimenti ti avrebbe spie- gato tutto. » Il mio canarino ? Il mio canarino mi avrebbe spiegato tutto ? « Due, mister, per cortesia » dice l’uomo al barman non disto- gliendo lo sguardo dal mio volto. Devo ispirare compassione nello stato confusionale in cui verso, ma questo tizio pare abbia il volto intagliato nel basalto. « Io sono Sparviero » si presenta, forse cercando di farmi coraggio, di farmi capire che è un amico, non ha cattive inten- zioni, ma sono sotto shock e comunque non potrei risponder- gli neppure se volessi : non ho idea di come mi chiamo. 13 Questa constatazione non fa che gettarmi ancor più nello sconforto. Sento il panico montare nell’addome risalendo i polmoni e bloccando le vie respiratorie. Boccheggio. Il tizio mi posa una mano sulla spalla, a confortarmi, poi un altro globo luminescente e cianciante mi appare innanzi. Mi ritraggo, certo che il pistolero mi faccia lo scalpo pur di impossessarsene. Il barman nel mentre ci ha portato due boccali di terracotta e fissa la sfera con cupidigia. « Mettila via » mi consiglia Sparviero, « è tua. » Trovo il coraggio per posare la mano sull’oggetto incan- tato. È magnifico, liscio, piacevolmente tiepido e la voce è una melodia soave. “Accoglilo e fagli trovare tante caramelle…” Sento una fitta al cuore, mentre il ricordo della mia piccola mi invade la mente. È la voce di Nicoletta, certo, la mia bimba ! La stavo accompagnando a scuola… « Sai, ragazzo, i nuovi arrivati sono preziosi. Tu sei prezioso. Finché i tuoi cari saranno affranti e ti penseranno, le preghiere non mancheranno di certo. Sarai una fonte di sostentamento preziosa, finché non ti dimenticheranno. A ogni modo, forse sei il tale che attendeva El Roi. » Non ho ben afferrato quelle parole, concentrato come sono nel tentativo di ricordare i lineamenti di Nicoletta. Ha sei anni la mia bimba, quasi sette anzi… Sparviero mi invita a un brindisi e così lo imito portandomi il boccale alle labbra. Un liquido tiepido e praticamente insa- pore mi invade il palato. « Piscio di bue… sakè lo chiamano. È una vera sfortuna che il culto degli antenati prosperi soprattutto nelle terre di quei dannati musi gialli » sbotta il pistolero ingollando il contenuto in un sorso. « Ora andiamo però, devo presentarti agli altri. » Non ricordo il colore dei capelli della mia bimba… biondi e ricci ? Forse… cosa ? Il culto degli antenati ? Mi dimenticheranno ? Sono una fonte di sostentamento preziosa ? Ha detto proprio così… di che cazzo parla ? Gli afferro il braccio riportando su di me la sua attenzione. Si volta e mi inchioda con sguardo severo, imponendomi di mollare subito la presa. Così faccio. « Senti, ragazzo, quel pazzo di El Roi è lì che arringa le folle con i suoi spettacolini da circo per tentare di attirarti a sé, invece tu mi vieni quasi a sbattere sul muso. Bella fortuna » si tocca le palle in un plateale gesto scaramantico, « speriamo solo che questa botta di culo non mi costi cara. Sai come si dice, la ruota gira e tutto ha un prezzo in questo posto di merda. » Non capisco nulla di quello che dice. « Dove diavolo siamo ? » sbotto, isterico. Sparviero mi prende per le spalle e mi scuote come per sve- gliarmi da un incubo. Punta i suoi occhi magnetici nei miei. « Non c’è un modo più delicato per dirtelo, ragazzo : sei morto. »
  13. IL SEGRETO DI SIBRIUM Alessandro Cuccuru (Note Biografiche) Aporema Edizioni ISBN versione cartacea 9788832144284 ISBN versione ebook 9788832144383 Romanzo d'avventura con ambientazione storica alto medioevale Pagine 452 Link Acquisto: Versione Cartacea - Sito dell'editore - Amazon Versione ebook - Kindle - Epub Anteprima disponibile, cliccando su Kindle TRAMA Nel 773 d.C., dopo secoli di rapporti contrastati, tra Longobardi e Franchi è giunta l’ora della resa dei conti: re Desiderio e il figlio Adelchi si trovano a fronteggiare l’astro nascente di Carlo, chiamato in Italia da Papa Adriano a difendere i territori della Chiesa. Dopo il fallimento della diplomazia, e prima che la parola passi alle armi, è il tempo degli intrighi e delle spie. Liutgardo, il giovane gastaldo di Sibrium, è incaricato di compiere una delicata missione, che lo porterà lontano dalla sua fortezza, all’interno della quale si cela un segreto, in grado di stravolgere la sua vita e forse le sorti della guerra. L’odio, il rancore e il desiderio di vendetta, retaggio di popoli da poco usciti da una lunga barbarie, si mescolano a intensi sentimenti d’amicizia, d’amore, di fedeltà e di senso dell’onore, sullo sfondo dell’angosciosa attesa di uno scontro finale.
  14. Voglio votare anch'io! Storia di una suffragetta Valentina Cavallaro Il Battello a Vapore Romanzo per bambini 191 pagine Link per l'acquisto Trama: Sally è orfana e vive con la dispotica zia Frances: lavora in fabbrica e deve consegnarle la paga ogni settimana. Un giorno lo strillone Oliver le ruba il borsellino. Quella che parte come una terribile sventura metterà in atto una catena di eventi che porterà Sally all'emancipazione: imparerà a leggere, lotterà per i propri diritti, fino a unirsi al movimento delle suffragette. Età di lettura: da 9 anni.
  15. - Titolo: Il Cavaliere Nero - Autore: Riccardo Pietrani - Editore: Self-Publishing - Genere: fantascienza-thriller tecnologico - Pagine: 170 - Link/preview scaricabile: https://www.amazon.it/Cavaliere-Nero-Riccardo-Pietrani-ebook/dp/B08FGL3N4H/ - Trama: 14 giugno 2021 Una tempesta solare di forte intensità mette fuori uso quasi tutti i satelliti in orbita. Subito dopo, si diffondono segnalazioni di oggetti non identificati in cielo da varie parti del mondo. 16 giugno 2021 Il 10% circa della popolazione del pianeta viene colpita da una febbre altissima. La febbre dura poche ore e non lascia strascichi. La sua origine è ignota. 18 giugno 2021 Un secondo e imprevisto flare solare colpisce la Terra con una violenza devastante, distruggendo tutte le apparecchiature elettroniche. E' l'inizio della fine.
  16. Scrittosauro

    Acero e Acciaio

    ACERO e ACCIAIO autore: Paolo Santaniello) editore: Aporema Edizioni Romanzo storico, 300 pagine. Anno 1888. Tra la Francia della Belle Époque e la Londra vittoriana, s’intersecano le vicende di sette personaggi, all’inseguimento di un violino Stradivari: un geniale ma squattrinato pittore che sogna i tropici, un collezionista idealista che vuole a tutti i costi riscattare la memoria del maestro, un’eterogenea banda di delinquenti improvvisati che tenta il colpo della vita, un giovane poliziotto di Scotland Yard dal fiuto eccezionale, un eccentrico aristocratico con la passione per gli enigmi investigativi e la nipote, adolescente ribelle. Le loro storie ruotano intorno alla ricerca del leggendario violino, detto "Il Messia", che sembra avere la maledizione di sfuggire sempre a chi più lo desidera. link di acquisto #aceroeacciaio link amazon https://www.amazon.it/Acero-acciaio-Paolo-Santaniello/dp/8832144662 link pagina autore con estratti e contenuti https://www.facebook.com/Scrittosauro
  17. SIBRIUM Alessandro Cuccuru Aporema Edizioni Romanzo Ambientazione Storica 500 pagine ISBN versione cartacea 9788894218213 ISBN versione ebook 9788832144031 Acquisto Cartaceo: Sito Editore - Amazon Acquisto Ebook: Kindle - Epub N.B. Le recensioni sono disponibili soprattutto nella versione Ebook QUARTA DI COPERTINA Al tramonto del medioevo diverrà un importante castello, oggetto delle dispute tra le prime signorie di Milano, ma nell'ottobre del 476 Sibrium è solo uno sperduto avamposto del decaduto impero romano d'Occidente, ai limiti settentrionali della pianura lombarda. Le vicende del comandante della locale guarnigione, Marco Terenzio Ambusto, si intrecciano con quelle dei suoi soldati, delle persone a lui care e di tutti gli abitanti del circondario, che confidano nel valoroso ufficiale, per essere guidati e protetti in un periodo di angosciante incertezza sul futuro. A reclamare un terzo delle terre coltivabili, si attende l'arrivo degli uomini del nuovo padrone d'Italia e nuovo re dei Germani, Odoacre, guidati da suo nipote, Edecon, un barbaro cresciuto come ostaggio alla corte di Costantinopoli. Su tutti incombe la minaccia di altri barbari, i Burgundi, che spinti dalla fame e dalle carestie, oltre che dall'avidità, potrebbero presto affacciarsi al di qua delle Alpi. Uno scenario in apparenza lontano dalle vicissitudini più famose di quel periodo, senza grandi sconvolgimenti o sanguinose battaglie campali, ma non per questo meno ricco di umanità e di pathos. Diplomazia, astuzia e lotta per il potere, si alternano a intrighi e tradimenti, sullo sfondo di amori contrastati, dove la maggior parte dei protagonisti pare del tutto inconsapevole di vivere la fine di un vecchio mondo e la nascita di uno nuovo. NOTE BIOGRAFICHE Anteprima disponibile nella versione Ebook in tutti gli store on line
  18. La vita sessuale delle sirene Andrea Malabaila (Clown Bianco) romanzo 253 pagine Per acquistarlo, clicca qui. Per leggere i primi due capitoli, clicca qui. Quando Ilaria, al primo appuntamento, gli chiede cosa preferirebbe se dovesse scegliere tra rimanere con lei per sempre oppure non rivederla mai più, Leonardo non ha dubbi: “Per sempre!” Inizia così la storia d’amore di Leo e Ila, due figli della media borghesia torinese a cui la vita sembra un tranquillo percorso con tappe ben definite: lo studio, il lavoro, il matrimonio. Il giorno delle nozze, Leo è pieno di entusiasmo e di speranze per la nuova vita che lo attende. Tutto potrebbe immaginare, tranne di trovare la sua sposa nella piscina del ristorante, nuda e avvinghiata a suo fratello. Un romanzo di formazione moderno, fresco e brillante, una storia sulla difficoltà di capire sé stessi e di amare.
  19. Titolo: Non chiedermi scusa Autore: Salvatore Russotto Editore: autopubblicato Genere: narrativa Pagine: 233 Link e-book: http://www.ibs.it/ebook/Russotto-Salvatore/Non-chiedermi-scusa/9791220000093.html Per la copia cartacea: salvatore.russotto@gmail.com Non_chiedermi_scusa_estratto.pdf Trama: Daniel, protagonista e voce narrante del romanzo, è un impiegato informatico di un'azienda di servizi con clienti sparsi su tutto il territorio nazionale. Quando gli viene detto che dovrà tenere un corso di informatica alla Moretti & Figli, Daniel pensa subito che quell'azienda si trova in un paese sperduto nel nulla di una campagna desolata. A rendere la cosa più imbarazzante sarà il fatto che, in quello stesso paese, lui vi ha passato le tutte le vacanze estive della sua gioventù, ospite di quelle stesse persone che oggi hanno aperto un agriturismo e che, con grande gioia del titolare di Daniel, saranno lieti di ospitare gratis il loro vecchio amico. La trasferta, che avrebbe dovuto durare non più di una settimana, viene subito prolungata a tre mesi e resa ancora più complicata dall'arrivo del più detestabile dei colleghi: Giorio. La vita di Daniel si divide in due; da una parte il lavoro, dove tra colleghi opportunisti e leccapiedi, colleghe belle ed impossibili e dirigenti amici dei padroni dell'agriturismo, Daniel si troverà a passarne di tutti i colori, verrà accusato di essere una spia, di aver devastato l'arredamento di un ufficio e di aver recato danni all'immagine dell'azienda che rappresenta. Il tutto mentre, senza rendersene conto, sta agendo come infiltrato nella propria azienda per conto dei titolari della Moretti & Figli che, per via della comune amicizia con i padroni dell'agriturismo, gli danno completa fiducia. Dall'altra parte ci sono loro: i padroni dell'agriturismo. Attilio, l'amico di infanzia, Livio, padre di Attilio e vecchio amico dei genitori di Daniel e infine Angela: la sorella rompiscatole di Attilio, quella che, da bambini, non lo mollava mai e si era perdutamente innamorata di lui. Angela che, quando si fa trovare alla stazione, è decisamente... una donna!
×
×
  • Crea Nuovo...

Cookie, cookie e ancora cookie

Come saprai, usiamo dei cookies per garantire il miglior funzionamento del sito. Puoi leggere la cookie policy, oppure cliccare su "Accetto". Consulta anche la privacy policy completa. Privacy Policy