Vai al contenuto

Valpur

Companion
  • Numero contenuti

    13
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

18 Good

1 Seguace

Su Valpur

  • Rank
    Apprendista

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Valpur

    Vikings

    Forse la mia serie tv preferita in assoluto è Vikings. Ok, ok. Ci sono i manzi. Ci sono le fighe stratosferiche. Io ne sono felice e non mi copro certo gli occhi di fronte a un Rollo qualsiasi. Ma c'è un sacco di più. La storia è presto detta: ottavo secolo d.C. Ragnar Lothbrok è un contadino in quel di Kattegat, in Svezia, e fa carriera. Un sacco di carriera. Il tutto a suon di raid, navi, accette e aquile di sangue. La trama è semplice ma ha un punto fortissimo: i personaggi. Sono più le loro vicende personali, la crescita, i tormenti di ciascuno di essi (seriamente, non c'è un singolo personaggio banale o scontato) a tenere incollati allo schermo. E poi Vikings è bella. Semplicemente bella, con panorami mozzafiato, una regia accuratissima, da produzione di ben altro livello. Le musiche sono un capolavoro e la semplice colonna sonora merita una visione. Non è perfetta, come serie. Non è osannata come Breaking Bad né ha il fandom sfegatato di GoT (*digrigna i denti). Però è fatta con cura, non si prende troppo sul serio ed è davvero divertente. E poi oh, ci sono i manzi. Tanti manzi.
  2. Questa è necessaria. Non si scampa, GoT va discusso. Nel mio caso pure insultato, ma vabbe'. Bella la prima stagione. Bella la seconda. Carina la terza. La quarta ha segnato il tracollo. La quinta mi fa piangere. Le premesse erano ottime e con l'andar degli anni sono scadute (Martin ha dato il meglio di sé con i primi libri della saga e poi s'è perso via, quindi il materiale di partenza peggiora con il tempo); rimangono degli ottimi attori e delle buone scenografie, ma il resto ormai mi ha sinceramente irritata. Non è solo questione di essere puristi dei libri (che, appunto, sono sempre peggio a ogni uscita) ma mi chiedo da che parte siano girati gli sceneggiatori. Personaggi oggettivamente fichi come Tyrion o Jaime snaturati, ripetitivi, ridotti a macchiette; intere storyline mandate al macero (non perdonerò MAI quel che è stato fatto a Dorne, è stato orribile). Brutalità fine a se stessa, performance di alcuni attori in caduta libera... insomma, sono delusa. Sono triste e delusa perché poteva davvero essere il gancio per ridare lustro al fantasy, partendo dallo schermo e arrivando alla parola stampata. E invece è diventato una barzelletta. Vorrei tanto non essermici affezionata così tanto all'inizio, avrebbe fatto meno male la caduta.
  3. Sto rileggendo la trilogia di Magdeburg, mi serve il mood e qualche dettaglio storico per la storia che sto scrivendo. ... no, non è vero. E' solo che morivo dalla voglia di immergermi di nuovo in quel bagno di sangue e lacrime <3 E poi sto dando una seconda chance a Robin Hobb, ma mi sa che mi tengo i Lungavista per le vacanze di Natale.
  4. Inutile girarci attorno: negli ultimi dieci anni la qualità e l'impatto culturale di quelli che una volta si chiamavano "telefilm" è cresciuto esponenzialmente. Così a occhio mi verrebbe da attribuire il cambiamento a Lost (che pure a me non ha mai detto nulla, ma di cui riconosco l'importanza); prima, l'unica serie *davvero* di altissimo livello che mi venga in mente è Twin Peaks. Certo, X Files o Star Trek o House hanno avuto e hanno ancora un seguito pazzesco, ma il target è diverso. Da Lost, e ancor di più da Game of Thrones, in poi anche l'investimento economico è aumentato tantissimo; figuratevi che adesso a me non viene più da dire "Oh, quanto amo questo libro, spero ne faranno un film". No, ora voglio una serie tv da dieci puntate da un'ora con budget da HBO e attori fichissimi. Ciò detto, negli ultimi cinque anni ci sono state tante serie che mi hanno appassionata e altrettante che prima mi hanno fatta innamorare e poi gettata nello sconforto per il drop di qualità (sì, GoT, sto parlando CON TE). Pareri? Può esser vero, come ho letto in giro, che il futuro della narrativa sia nelle serie tv?
  5. Ho le ragnatele addosso ormai, da tanto sto aspettando. L'unica via di fuga è scrivere qualcos'altro così si evita di pensarci.
  6. Sono sempre più tentata di mollare Manfredi, mi ha davvero straziato le gonadi. In compenso ieri ho preso Roderick Duddle, di Michele Mari, e dall'anteprima sembra davvero delizioso: quasi d'altri tempi, divertente, originale. Staremo a vedere.
  7. Auguri! Ora sei perseguibile penalmente!
  8. Essì che dicevo a te. Mandami tutto e poi muoviti a finire che sennò mi sale l'ansia da attesa.
  9. Valpur

    Troppi scrittori

    Io sono una di quelle convinte che chi si loda s'imbroda, e l'ambito letterario non fa eccezione. Più di una volta mi sono dovuta mordere le dita per non rispondere all'ennesimo autore con "Scrittore" nel nick di Facebook che ok, ha scritto un libro, mica ha trovato la cura per il cancro. D'altro canto, però, chi si lamenta e/o rosica dopo un po' rompe i cosiddetti. Scrivere dovrebbe essere un piacere, soprattutto per chi lo fa a livello amatoriale o poco più (e in questa categoria ricadono praticamente tutti quelli di cui parli). E la sindrome dell'incompreso, e "l'editoria non è pronta per la mia innovazione", e "si stava meglio quando si stava peggio"... e anche basta, insomma.
  10. A giudicare dal pannicolo adiposo io di sicuro. O dai pinguini o dalle foche.
  11. Io questa cosa la voglio leggere ieri, sallo. (Anche io ho dimenticato un dettaglio del mio romanzo in stesura: GAY P0RN)
  12. Valpur

    Estate 2015

    Oh, ecco, dimenticavo. Avrei anche firmato un contratto editoriale E la cosa ridicola è che da un lato sono la persona più felice del creato, dall'altro ho un vago senso di panico.
  13. Gli unici punti che ti becchi, tu, sono quelli di sutura
  14. Un romanzo storico ambientato in quello che ora è il parco naturale della Valgrande, intorno al 25 a.C. E mi fa un po' paura quanto stia già minacciando di diventare un gigante.
  15. Guarda, io volevo disperatamente che mi piacesse. Di suo avevo letto solo "Le idi di Marzo" ma non me lo ricordavo molto. Ora capisco perché lo avevo rimosso.
×
×
  • Crea Nuovo...

Cookie, cookie e ancora cookie

Come saprai, usiamo dei cookies per garantire il miglior funzionamento del sito. Puoi leggere la cookie policy, oppure cliccare su "Accetto". Consulta anche la privacy policy completa. Privacy Policy