Vai al contenuto

Purrpendicular

Moderatorə
  • Numero contenuti

    170
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    20

Purrpendicular last won the day on Maggio 15

Purrpendicular had the most liked content!

Su Purrpendicular

  • Rank
    Bad duck
    Newbie

Informazioni personali

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

Purrpendicular's Achievements

Newbie

Newbie (1/14)

221

Reputazione Forum

  1. Buona sera! Ed ecco qui le tracce. Il vostro compito sarà scrivere uno slice of life (cioè un testo che narra della vita quotidiana del personaggio, il genere può essere qualsiasi) in 5000 caratteri ispirandovi a una delle seguenti parole: -Quatervois --> Fare una scelta, trovarsi a un bivio o a una svolta; -Tacenda -->Qualcosa che tutti sanno ma nessuno dice, qualcosa che è meglio rimanga non detto; -Anecdoche--> Conversazione in cui tutti parlano ma nessuno ascolta. Il termine non deve necessariamente essere contenuto nel testo come non lo deve essere la definizione: l'importante è rappresentare la situazione. Per chi fosse curioso: quatervois in realtà deriva dal francese, tacenda dal latino e anecdoche... è stata coniata meno di un decennio fa. Avete tempo fino a Mercoledì 19 alle 23.59 per pubblicare in "Racconti in gara" un racconto. Il titolo, come al solito deve essere [5G#4]+ il titolo. E ora lavorate!
  2. Purrpendicular

    Cinqueggì #4

    Buonasera a tutti! Oggi vi presento il Cinqueggì 4! Non ho particolari annunci da fare a parte che potrei metterci un po' di più a commentare i testi causa impegni personali. Ma ordunque! Le tempistiche. Venerdì 14/05 pubblicherò le tracce alle ore 21.00. Avrete fino al 19/05 alle 23.59 per pubblicare un racconto e fino al 24/05 per votare nella sezione apposita. (Le istruzioni verranno ribadite più avanti). Nel frattempo cosa ne dite di rileggervi il regolamento e magari anche le vecchie tracce per scaldarvi un attimo? Se mi viene permesso un piccolo spoiler: parole. Tutto qui. Non posso dire se sia un limite superiore, una boa particolare e assurda con piume rosa, la traccia in sé o altro, se in italiano o in qualsiasi altra lingua del mondo. Però tenetevelo a mente. Parole. Un saluto! E ci si vede in questo esatto topic venerdì sera per le tracce.
  3. E riaggiorno il topic dopo millemila anni: oggi è uscito questo articolo sulla gente che scrive ma non legge: https://www.dilettantismi.it/2021/05/perche-non-puoi-fare-il-regista-senza-guardare-film/ Le due ultime puntate del podcast (trovabili sempre su spotify) riguardavano il Grimdark e i conflitti. Adesso iniziamo a parlare un po' di personaggi lasciando perdere la questione trama e la questione tematiche, almeno per qualche altra puntata.
  4. Hai ragione: mi sono confusa dato che ho letto prima Gemina e poi Obsidio di fila. E comunque Memento>>Tutto. Spoiler per chi ha letto(lo spoiler è su Memento)
  5. Dopo aver finito anche Gemina (l'ultimo libro della saga di Iluminae), Percy Jackson e la battaglia del labirinto ho iniziato "Il Conte di Montecristo" di Dumas. Se dovessi consigliare a qualcuno di leggersi qualcosa per capire come tenere il lettore sulle spine non avrei dubbi su che autore consigliare. Ho amato I Tre Moschettieri e sto amando questo libro. La cosa ridicola è che dovevo tenermi per rileggere un libro che mi serve per un articolo del blog ma non ce l'ho fatta. Uffa.
  6. Io sono nel dipende. Un libro di narrativa e un libro di saggistica assieme li leggo volentieri, ma due saggi o due narrative non esiste: mi confonderei.
  7. Ne sto leggendo due assieme: Gemina (il secondo capitolo di Illuminae) e "Digital Marketing for Dummies". Non avevo capito che la serie Illuminae Files fosse in realtà una serie "staccata": cioè ogni romanzo parla di una coppia. Comunque adoro lo stile. Certo, il target rimangono adolescenti ma è davvero affascinante come concept, ben realizzato graficamente e nonostante sia un epistolare grazie alle chat siamo in grado di avere una buona caratterizzazione... (Che frega ad un certo punto. Ma non dico altro). Sicuramente lo metto in lista nel blog quando ho finito la serie perché vorrei parlare meglio dei pregi di questa serie. Il secondo è un saggio di ottocento pagine che ho intenzione di sfruttare sia per il mio blog che per l'attività. Anche per un'incapace come me su certi argomenti è chiaro, preciso, fa degli esempi, dà un casino di risorse per approfondimento (consiglio anche di seguire l'autrice su Twitter). L'unica cosa è che purtroppo, ma per certi versi funziona, è un po' più "Company oriented" che "small business oriented": viene spiegato come fare in modo che i vari dipartimenti si parlano, come condurre interviste con i clienti, come targettizzare i millenials in particolare e gestire i social... Se dovete usare i social per lavoro e siete agli inizi ve lo consiglio.
  8. Sì, si spera che abbia stufato. Non se ne poteva davvero più. Cioè un po' lo capisco, ma quando è troppo è davvero troppo. Anche perché se un autore è bravo sarebbe in grado di far uscire un epic fantasy su un bicchiere d'acqua, il 90% di quelle scene (fuori dal genere) era davvero non necessario e infastidiva e basta (perlomeno me). *** E comunque mi sono dimenticata di postare la "recensione"(che non è una recensione perché non ho dato voti a nessuno, è più un "cosa c'è dentro") su The Screenplay Essential di Syd Field: https://www.dilettantismi.it/2021/04/essential-screenplay/ (Sìho messo il titolo sbagliato nel coso del blog, fa nulla. Che fastidio, l'ho sbagliato almeno tre volte lol)
  9. Ciao! Intanto grazie per essere passata e perdona il ritardo, non mi è arrivata la notifica della risposta alla discussione. Del grimdark parlerà la puntata successiva dove daremo la definizione "ufficiale" e parleremo come degli elementi del grimdark siano entrati a far parte dei media in modo più ampio generando anche risultati abbastanza grotteschi. Quello che volevo criticare è appunto questo: il "se ha funzionato per l'autore X inserire l'elemento Y allora funziona anche nella mia storia". Ma anche il grimdark ha delle regole e ovviamente delle tematiche, ma togliendo quelle tematiche quello che resta è un collage di scene pornografiche manipolatorie nei confronti del lettore. Breaking Bad funziona (ma anche Joker) perché sposta l'asticella dell'"accettabile" un po' più in là ogni volta e ti rendi conto che il protagonista ha superato l'orizzonte morale degli eventi dopo la fine, e soprattutto una volta messi insieme i pezzi ti rendi conto che Walter era di fatto il cattivo della storia. E funziona benissimo ed è anche affascinante, perché non c'è niente che salvi Walter White dalle sue pessime scelte arrivati a quel punto, però come spettatori gli abbiamo perdonato l'imperdonabile. Quello che però IMHO non viene fatto è la cosa che ha fatto funzionare Breaking Bad: ovvero scrivere una trama e una caratterizzazione funzionale al tipo di storia. Se però si incominciano a buttare in mezzo violenza a caso (o senza arrivare alla violenza anche ad esempio optare sempre per la cosa peggiore) allora c'è un problema: perché una scena di violenza dietro l'altra non è una trama. E nemmeno grimdark dato che mancano le tematiche: quelle scene e quei dettagli sono solo lì per suscitare una risposta emotiva e perché è più facile invece che progettare una storia dove un personaggio si muove sul filo dell'essere un villain ma non fa il "passo" successivo. Qualcosa di opposto a queste atmosfere ad esempio sono le RomCom che stanno tornando ad essere popolari. Purtroppo sì, ti devo dare ragione: l'hopepunk non essendo esattamente un genere conosiuto e con delle regole è molto difficile che qualcuno si metta a scrivere di proposito un hopepunk, il che è un peccato perché davvero offre spunti interessanti e un po' diversi. Più che altro gira fuori dai canali ufficiali dell'editoria (es. AO3, Tumblr) quindi sì, c'è poco da leggere. Io ho scritto un hopepunk, ma perché sono appunto entrata in contatto con l'articolo di Vox nella fase di stesura della trama e quindi l'ho adattata. Dubito che però verrà mai venduto o etichettato come "hopepunk", forse solo come romance. Ho scelto di parlare di hopepunk (ma penso che tirerò fuori altri generi sconosciuti dal cappello per altre puntate) proprio perché magari qualcuno ascolta la puntata e gli viene di scriverne uno. Ma per ora c'è poco. Scusa per il wall of text ma l'argomento mi appassiona molto.
  10. Ieri è uscito il secondo episodio del podcast, dedicato all'Hopepunk, un genere nato per contrastare la peggiore delle mode in circolazione: il Grimdark. Il link è sopra, sempre su spotify. In questo episodio abbiamo parlato di Ammaniti, Hunger Games, delle caratteristiche dell'Hopepunk e del perché secondo noi dovrebbe essere preso in considerazione se si ha intenzione di scrivere qualcosa.
  11. Sto rileggendo Illuminae per poi passare a Gemina. Sono due romanzi YA raccontato però attraverso report, disegni ed è molto originale. Le tematiche trattate sono le solite ma solo la grafica vale la pena. (poi i protagonisti si conoscono online...)
  12. Writing Working GIF by Cake FX

    1. Russotto

      Russotto

      A me capita la stessa cosa, con la penna però. :asdf:

×
×
  • Crea Nuovo...

Cookie, cookie e ancora cookie

Come saprai, usiamo dei cookies per garantire il miglior funzionamento del sito. Puoi leggere la cookie policy, oppure cliccare su "Accetto". Consulta anche la privacy policy completa. Privacy Policy