Vai al contenuto
Crea Nuovo...

Russotto

Veteranə
  • Numero contenuti

    1113
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    170

Russotto last won the day on Agosto 8

Russotto had the most liked content!

Reputazione Forum

655 Excellent

4 Follower

Su Russotto

  • Rank
    Mentor
    Mentor
  • Data di nascita 09/10/1975

Informazioni personali

  • Hai già pubblicato?
    Sì, autopubblicazione
  • Sei un* professionista?
    No

Visite recenti

15795 visite nel profilo
  1. Sono morto di stanchezza! :nanna:

    Ieri sera ho aperto Path of life and stone di Laura Mac Lem e ho letto fino alle due di stamattina! Quella donna mi farà invecchiare precocemente.

    1. Ayame

      Ayame

      Ora glielo scrivo :asd:

    2. Russotto

      Russotto

      Lo sa, questa notte le ho scritto anche io e l'ho insultata :asd:

       

    3. Ayame

      Ayame

      Lo so, mi ha fatto leggere :rotol: 

    4. Russotto

      Russotto

      Quella donna ha lo straordinario potere di incollarmi ai suoi libri.

  2. Russotto

    Ciao a tuttə

    Benvenuto @Danpo, curioso il tuo nick.
  3. Ciao @Andrea D'Angelo, dai tutte le occhiate che vuoi ma fai tanto rumore che fa bene.
  4. A me sembra una ricerca molto affascinante!
  5. L'avevo comprato con l'idea di leggerlo dopo Path of life and stone, ma quando mi è arrivato il pacco che lo conteneva mi sono incuriosito e ho letto il primo capitolo... Sto leggendo, in alternanza col libro di Mac Lem, "Terms and conditions" di Lauren Asher. p.s.: credo che Terms and conditions sia una romanticata
  6. La sezione per i racconti è questa: https://ultimapagina.net/forum/forum/17-narrativa/ mentre per i blog: https://ultimapagina.net/forum/forum/68-blogbuster/ Le domande che ti potrei fare per quanto riguarda la psicologia saranno più che altro cìincentrate sulla credibilità di un personaggio problematico presente nel mio romanzo. Finora ho abusato delle conoscenze di un amico infermiere in un reparto di psichiatria . Comunque ti ringrazio in anticipo.
  7. Ciao @RobRiv, benvenuto. Se ti piace condividere i tuoi racconti puoi pubblicizzare il tuo blog e anche pubblicare i tuoi raccontracconti anche qui su UP. Hai detto: "psicologo clinico?" La cosa potrebbe tornarmi utile per il romanzo che sto scrivendo.
  8. Una chiacchierata piacevole al primo mattino, quando sei appena entrato in ufficio, ti aiuta ad affrontare la giornata con il giusto spirito.

    1. Russotto

      Russotto

      Se poi, nella stessa giornata, arriva il libro che avevi ordinato, ne leggi il primo capitolo e cominci a ridere, cos'altro puoi volere dalla vita?

  9. L'indicazione di dove si trovi l'orologio è un riferimento utile a delineare la scena, tutto lì. Un po' come dire che un personaggio prende un pezzo di pane che è posto accanto al portafrutta. Si può scegliere di descrivere il luogo in cui si svolge la scena in tutta la sua interezza o solo le parti che si ritiene siano utili a definire quella parte dell'ambiente che vogliamo descrivere con precisione.
  10. Il racconto è narrato in prima persona, da qui l'impressione che l'autore si rivolga direttamente al lettore. Nemmeno io, comunque, ho mai sentito dire che la cosa non si debba fare. A titolo di curiosità vi dico che una regola simile esiste in teatro, almeno in quello moderno, non ci si rivolge al pubblico mentre si è in scena. Non si guarda in faccia il pubblico anche se per la maggior parte del tempo si è rivolti verso la platea. Semplicemente ci si comporta come se il pubblico non esistesse.
  11. È proprio dall'idea di base che puoi ripartire. Ricorda però che in un racconto c'è sempre un oggetto del desiderio che deve rimanere tale fino alla fine. Ovvero non deve essere ottenuto da nessuno fino all'ultimo. Questo per evitare commenti tipo: e quindi? In altre parole, la storia deve raccontare quello che succede prima che Carlo riprenda a dialogare con il figlio. Tutto quanto viene dopo è giusto una scena di chiusura.
  12. parola No, un c***o! Per niente! E me lo chiudi così? Un po' come dire, ero infelice ora non lo sono più. Procediamo per ordine: dall'oggi al domani il papà prodigo torna a casa e si mette a fare il papà. Va bene, dopo una vita passata ad essere ignorato il protagonista lo perdona e lo accoglie a braccia aperte (io non so se l'avrei fatto). Il cambiamento a cosa è dovuto? A un sogno? E così, con la facilità con cui si ruota un selettore dalla modalità "padre indifferente" a quella "padre premuroso", il papi mi diventa buono e partecipe? Sì, ci può stare... in un mondo di pura fantasia. Non è solo una questione di stile dipo rendere più avivncente il racconto; è che proprio non si cambia così dall'oggi al domani. Una relazione che è sprofondata in un tale abisso ha bisogno di tempo e impegno per risalire la china. Be' in tutti gli anni che ha passato a osservare l'imbiancatura del soffitto con quali soldi ha mangiato? Questo più che un racconto può essere un buon soggetto per un qualcosa di più corposo. Fossi in te ci farei un pensierino. Occhio però ai tempi del verbo che, se non ricordo male, ogni tanto sono cambiati.
  13. Ciao @Steve666, benvenuto. Spero che girare per le pagine di questo forum ti porti ispirazione. Anche io scrivo, tra le altre cose, perché mi fa bene.
  14. Raccontino bello e interessante. Pienamente condivisibile anche il messaggio, soprattutto da altri scrittori. Curiosità: il virgolettato scritto anche in corsivo è una citazione? Anche il passante, forse sono io che sono altamente ignorante, lo hai definito bizzarro e brizzolato: ha tutta l'aria di un riferimento a qualcuno (reale o meno che sia) famoso. È così? O forse il brizzolato indica solo saggezza?
  15. La tua è una domanda impegnativa. Non che non me la senta di rispondere, ma lo devo fare con estrema cautela perché non sono un esperto. Tanto per cominciare, questi capitoli sono un po' brevi; so che avrei potuto dirtelo prima ma si tratta di una impressione molto personale e opinabile. C'è un momento in cui crei una certa tensione quando il protagonista si inalbera nei confronti di suo padre. Lì un litigio ci sarebbe stato bene ma, a questo punto, viene fuori il fatto che io e nessun altro può dirti cosa scrivere (forse un editor, ma non sono sicuro). Il romanzo è tuo e la storia la scrivi tu. Di fatto questo capitolo, così come quelli precedenti, scorre bene; anche troppo bene. Il titolo parla di un padre indifferente ma già al secondo capitolo la storia pare volgere al meglio, cosa può capitare dopo? Comunque non posso spingermi oltre, sto già giudicando un libro dai primi capitoli. Forse è meglio aspettare di aver letto il resto.
×
×
  • Crea Nuovo...

Cookie, cookie e ancora cookie

Come saprai, usiamo dei cookies per garantire il miglior funzionamento del sito. Puoi leggere la cookie policy, oppure cliccare su "Accetto". Consulta anche la privacy policy completa. Privacy Policy

Ricerca In
  • Più opzioni...
Find results that contain...
Find results in...

Write what you are looking for and press enter or click the search icon to begin your search