Vai al contenuto

Russotto

Companion
  • Numero contenuti

    634
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    84

Russotto last won the day on Giugno 18

Russotto had the most liked content!

Reputazione Forum

323 Excellent

Su Russotto

  • Rank
    Maestr@
  • Data di nascita 09/10/1975

Informazioni personali

  • Hai già pubblicato?
    Sì, autopubblicazione
  • Sei un* professionista?
    No

Visite recenti

7178 visite nel profilo
  1. Finita la prima parte delle ferie... ora si ricomincia e si fa il conto alla rovescia per la prossima (che non so ancora quando sarà) :buhu:

  2. Finita la prima parte delle ferie... ora si ricomincia e si fa il conto alla rovescia per la prossima (che non so ancora quando sarà) :buhu:

  3. I segnalibri. E ho detto tutto. (nel senso che non mi viene più in mente nulla)
  4. Fa caldo!

    1. Ayame

      Ayame

      Amo il caldo :love:

    2. Russotto

      Russotto

      In effetti anch'io. In giro si vedono tante fanciulle sempre meno vestite :bavone:

  5. Ho ripreso a scrivere ed è un mese che sono fermo sulla stessa pagina :fuma:

     

  6. E già che si è parlato di chi non legge, perché non dire ognuno la nostra sul perché scriviamo? A prima vista potrebbe sembrare una domanda banale, dalla risposta ancora più banale ma, se ci si pensa un attimo forse può sembrare facile ritenere che le motivazioni possano essere differenti. Be', prima di dirvi perché io scrivo, vi dico perché ho voluto creare questa discusisone: ogni volta che sento dire in giro che qui in Italia si legge poco, subito dopo sento dire che siamo in troppi a scrivere. Bene, il tono polemico mi pare che venga chiaramente fuori senza che spieghi nel dettaglio cosa vorrei dire a chi ripete in continuazine queste cose. Sentiamo un po' per quali motivi ci sentiamo spinti a scrivere.
  7. Anche io non ho esperienza di questi corsi, ho utilizzato Calibre da autodidatta per autopubblicarmi su Streetlib. Quando l'ho fatto (ai tempi era ancora Narcissus) era richiesta la pubblicazione in ebook per poter richiedere la stampa di copie cartacee. E il servizio di conversione in ebook era a pagamento quindi ho provato ad arrangiarmi da solo, è stato facilissimo.
  8. Calibre, è facile da usare e supporta numerosi formati.
  9. Finalmente ho ripreso a scrivere, e subito mi è tornato in mente perché non al computer: troppe distrazioni. Viva la penna!

    1. Russotto

      Russotto

      Grazie mille carissimo.

  10. Hai ragione nel dire che non siano la stessa cosa e, certamente, non volevo intendere quello. Ma si parlava comunque solo della presenza di una (e ribadisco una fra tantissime) casa editrice filo fascista (non un ricostituito partito fascista) al salone del libro. Sulla seconda parte, la cacciata della suddetta casa editrice dal salone, non sono pèer nulla contento. Se non fosse nata una polemica, se non ci fossero i social che ingigantiscono sempre tutto, la sindaca e il presidente non si sarebbero nemmeno scomodati. Questa, per me, è censura mascherata per qualcos'altro. Censura, la stessa cosa che fece lui a suo tempo.
  11. Sono d'accordo, aggiungerei solo che disertando il salone facciamo un piccolo torto a una sola casa editrice e un grande torto a tante case editrici. Inoltre: siamo sicuri che le altre case editrici non abbiano qualche sorta di scheletro nell'armadio? Pagano i propri dipendenti? Si fanno pagare per pubblicare? Pagano le tasse? Io non so se riuscirò ad andare al salone ma se non andrò non sarà certo per colpa dei fascisti.
  12. Il discorso sull'apologia del fascismo è molto complesso. Di fatto, per quanto ho capito curiosando tra le leggi in questione, non è vietato dichiararsi fascisti. Per "apologia" si intende l'esaltazione di persone o metodi usati dal partito fascista allo scopo ricostituire o indurre a ricostituire il suddetto partito. Quanti editori ci sono al salone del libro? Un solo editore riesce a scatenare tanto furore? Se fossi un autore o un editore non boicotterei il salone, anzi, ignorarne la presenza sarebbe la cosa migliore, so che molti andranno lì a stringere la mano a queste persone ma non condivido chi ha scelto di non esserci. Per quanto riguarda Bella Ciao, non potrò esserci ma sarebbe da cantare sempre, non solo quando se ne sente la necessità.
  13. Sono d'accordo con te, così gli lasciano campo libero e visibilità. Inoltre, opinione mia, la libertà di pensiero è sacrosanta. Anche quando il pensiero non è condivisibile. Ci tengo a precisare che non sono fascista ma comunque ritengo che si debba lasciare spazio di parola ed espressione a chiunque voglia esprimersi senza offendere o ledere nessuno. Credo che il direttore abbia ragionato in questo modo, se avesse negato lo spazio a queste persone sarebbero nate comunque altre polemiche relative a una specie di censura, perché quello, alla fine, sarebbe.
  14. Be' quando il medico ti dice di farti trenta minuti di camminata al giorno, magari tu ti fai due tante ma sicuramente il tuo fisico ne trae vantaggio. Credo che, anche se in maniera totalmente involontaria, del tutto indiretta e via discorrendo, certe attività che costringono il cervello o i muscoli o gli anticorpi a fare il loro dovere fanno bene; a prescindere che lo si voglia o meno. Certo che se vengono fatte con piacere è tutto un altro .
  15. Secondo me, leggere male non fa. Aiuta a tenere allenata la dialettica (cosa non da poci di questi tempi) e la mente. Sì, decisamente dobbiamo leggere.
×
×
  • Crea Nuovo...

Cookie, cookie e ancora cookie

Come saprai, usiamo dei cookies per garantire il miglior funzionamento del sito. Puoi leggere la cookie policy, oppure cliccare su "Accetto". Consulta anche la privacy policy completa. Privacy Policy