Vai al contenuto

Signor Soqquadro Psichico

Utenti
  • Numero contenuti

    14
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni Vinti

    1

Signor Soqquadro Psichico ha vinto l'ultima volta il giorno 27 Giugno

Signor Soqquadro Psichico ha avuto il contenuto più apprezzato!

Su Signor Soqquadro Psichico

  • Grado
    Rookie
    Rookie

Informazioni personali

  • Hai già pubblicato?
    No
  • Sei un* professionista?
    No

Visite recenti

72 visite nel profilo

Obiettivi di Signor Soqquadro Psichico

Rookie

Rookie (2/14)

  • Collaborator
  • Week One Done
  • First Post
  • Conversation Starter

Badge recenti

3

Reputazione Forum

  1. Non per forza all'autopubblicazione. In Italia di case editrici interessate al fantasy ce ne sono.
  2. 700 volumi di manga? Complimenti! Io ne ho letti pochi di manga. Non perché abbia qualcosa contro, anzi, ma ti fanno diventare povero molto prima rispetto allo spendere per i libri. Ben venuto.
  3. Io scriverei così: Simone sibila nel buio. «Daniela, sta’ un po’ zitta!». Lei invece, davanti alla porta, non contiene la risata. «Ahah. Ma perché?». È quasi mezzanotte. I due bambini escono di casa, intenti ad ammirare la luna riflessa nel fiume. Quello è il magico spettacolo del paese vicino. Le vocine delle stelle accompagnano i loro passi svelti. «Eh, piccolini, come state?». Simone però prosegue e sembra non riuscire a tenere a bada la paura di essere scoperto. Marcia e si rivolge ancora alla sorella. «Come, “perché”? Sei stupida, allora!». Daniela sbotta in un’altra risata e Simone sgrana gli occhi. Nervoso, si porta l’indice al naso. «Shh!», poi velocizza la camminata. Si intrufolano nel bosco. La luna illumina gli alberi di un colore argento. Sotto i loro piedi scricchiolano alcune foglie. Non lo scrivo tutto. È per darti un’idea.
  4. Forse è un bene concentrarsi su una sola opera alla volta. Ho sentito dire ad alcuni che bisognerebbe scrivere contemporaneamente tutti i romanzi in cantiere. Per quelli come me significherebbe arrivare a 90 anni senza un’opera conclusa. La struttura del tuo romanzo sembra travagliata. Sei coraggioso. L’importante è che per il lettore resti tutto chiaro. Non lo trovo un punto debole quello del tuo approccio alle descrizioni. Concentrarsi sull’essenziale è fondamentale. Buon lavoro.
  5. Perché tutti questi spazi? Mi sono fermato a leggere a metà. Nel testo la punteggiatura andrebbe completamente rivista. A volte non si capisce dove finisce la battuta. Tra l'altro, i due punti non si usano più per introdurre un dialogo. Se ci fai caso, nei libri contemporanei nessuno usa più i due punti. Tra una battuta e l'altra è bene mostrare le movenze, i gesti e cose di questo tipo dei personaggi.
  6. Ciao, Zick. di che genere è il romanzo che stai provando a scrivere?
  7. Ciao, Marco. Ti do il ben venuto. Io sono iscritto da pochissimo. Di romanzi in preparazione ne ho anch'io, ma abbandono sempre i progetti, a volte cestinandoli. A me serve principalmente la disciplina, la costanza e l'organizzazione. Di cosa parla il tuo romanzo?
  8. Congratulazioni, Mairim. Volevo leggere la trama, ma nel loro sito non ho trovato questo titolo.
  9. Signor Soqquadro Psichico

    Carnevale

    L'argomento affrontato mi piace. Purtroppo manca del tutto la musicalità propria della poesia. Più che poesia è un frammento, uno sfogo. Alcune immagini sono carine. Come quella della bolla mai scoppiata.
  10. Perché hai deciso di dare un titolo in lingua inglese anche se la poesia è in italiano? A me non piace la scelta di far iniziare ogni verso con la maiuscola. Hai contato le sillabe o sei andata a orecchio? Se ci lavoravi un po' di più, magari ti veniva una struttura metrica più regolare, che aiuta a sua volta il suono. Mi piace l'associazione anima-aquilone, però non ho capito perché "a metà". Nella poesia mi è mancato il percepire un senso di estraneità.
  11. Ciao, Tacet. Purtroppo non ti posso essere molto d'aiuto. In questo forum sono l'ultimo arrivato. È la prima volta che sento nominare questa casa editrice. Hai già provato a contattarla per chiedere direttamente a loro? Del contenuto dei libri non so niente. L'estetica delle copertine non mi colpisce, trenne per il titolo "L'altra valle". Tra l'altra, leggeno le trame, è sempre questo che mi ha incuriosito di più.
  12. A me è piaciuto questo testo e l'ho trovato rincuorante. Non è un racconto, ma incuriosisce. Questo momento-nonMomento nello spazio-nonSpazio di cui si parla mi trasmette una sensazione di infinita unità. Mi capita di avere questa percezione nell'istante appena prima della perdita di coscienza per il sonno. Mi ci sono rivisto. Anzi, averlo letto mi ha fatto venire in mente di quell'istante, che nei momenti di veglia io ricordo come una breve beatitudine concessa da una vita, perlopiù, ricca di ansie e preoccupazioni.
  13. Ciao a chi mi legge. Mi piace leggere e scrivere, ma non scrivo mai. Ho una ventina di progetti iniziati e puntualmente li abbandono. Accumulo poesie e poi mi vergogno di farle leggere a qualcuno. Se programmo qualche capitolo per un romanzo, non arrivo oltre il terzo e lascio stare tutto per mesi e mesi. Quando rileggo quello che avevo scritto, cancello il file. Una volta pensavo che avrei pubblicato qualcosa prima dei trent'anni. Con questo ritmo ci riuscirò per gli ottanta, forse. Magari questo spazio mi ispirerà e mi motiverà.
×
×
  • Crea Nuovo...

Informazioni importanti

Abbiamo inserito dei cookies nel tuo dispositivo per aiutarti a migliorare la tua esperienza su questo sito. Puoi modificare le impostazioni dei cookie, altrimenti puoi accettarli cliccando su continua. Privacy Policy

  • Indice
    Attività
    Accedi

    Accedi



    Cerca
    Altro
    ×