Vai al contenuto

bore_ale

Moderatorə
  • Numero contenuti

    346
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni Vinti

    24

bore_ale ha vinto l'ultima volta il giorno 21 Marzo

bore_ale ha avuto il contenuto più apprezzato!

Reputazione Forum

138 Excellent

1 Seguace

Su bore_ale

  • Grado
    Collaborator
    Collaborator
  • Compleanno 09/06/1982

Informazioni personali

Visite recenti

1706 visite nel profilo
  1. Ciao @kalos, ho spostato la discussione perché l'avevi aperta nella sezione Benvenutə, che di solito viene usata per presentarsi. Che ne dici di farlo anche tu?
  2. bore_ale

    Nutrimenti

    Prova a usare la mail per chiedere se ne accettano.
  3. L'obbligo di acquisto copie ne fa senza dubbio un editore a pagamento.
  4. @alespagnolo75 la proposta di Transeuropa era a pagamento, vero?
  5. No, non lo giudico positivo e difatti ho rifiutato la proposta. Il giudizio positivo sull'agenzia ha altre motivazioni, e le ho spiegate nel post precedente. Sono d'accordo con te: non ha senso rivolgersi a un'agenzia per poi firmare con editori che sono raggiungibili tramite invio spontaneo.
  6. bore_ale

    Leone editore

    Mi sa che chiedono contributi per editing o quant'altro. Chiedo numi a @Ayame e alla sua formidabile memoria storica.
  7. No, devi aprire una nuova discussione nella sezione Alpha&Beta Reader
  8. bore_ale

    Dialoghi edizioni

    @sissi a questo punto mi sorge spontanea la domanda: ti hanno pagato le royalties? La domanda vale anche per il nostro amico @Joe, ovviamente.
  9. Sarebbe interessante approfondire la questione, ma magari altrove: stiamo andando off-topic, qui si parla solo della Trentin Agency.
  10. Non ci vedo nulla di strano. In agenzia c'è una persona (un editor) che fa le valutazioni, compila le schede ed è compito suo anche analizzare l'opera per cercare di capire se ha un certo potenziale commerciale, se è facilmente "vendibile" alle case editrici, e di conseguenza poi al grande pubblico. È abbastanza ovvio che in assenza di questo potenziale un manoscritto, per quanto magari sia scritto benissimo, non susciti interesse, perché nessuna delle parti in gioco vede un facile guadagno. Aggiungo che ormai è consuetudine che le case editrici, anche le big, vogliano un testo che sia già pronto per la pubblicazione, in modo da fare al più una correzione di bozze o un editing molto leggero. È anche per questo motivo che le agenzie offrono questo tipo di servizio, che ovviamente è a spese dell'autore. Dico ovviamente perché i professionisti vanno pagati e vi ricordo che le agenzie percepiscono solo un 15% sulle royalties dell'autore. In alternativa l'autore può anche sistemare il testo da solo, se è capace di farlo. Un'agenzia seria non ti obbliga a pagare un editing, sei tu che scegli di pagarlo o meno, altrimenti ci lavori da solo e poi ripresenti il testo.
  11. bore_ale

    Ciao a tutti!

    Ciao Elena, e benvenuta! Anche io ho una laurea tecnico-scientifica, con la differenza che non mi ha dato quasi mai da vivere. Diversi anni fa ho mollato tutto per dedicarmi principalmente alla scrittura. È dura, ma sono sempre lì a provarci e ormai posso dire anche di avere qualche pubblicazione alle spalle. I progressi sono spesso lenti, invisibili. Le soddisfazioni poche. Ma non ho altro sogno che questo e non ho intenzione di arrendermi. Spero che tu possa realizzare il tuo sogno di scrittrice, in bocca al lupo per il tuo romanzo! :-) PS: Se vuoi puoi aggiungere nella sezione In vetrina il libro che hai pubblicato, qui siamo curiosi!
  12. bore_ale

    Topipittori

    certo che pubblicano narrativa, chi dice il contrario?
  13. Benvenuta Silvia! Se hai pubblicato dei romanzi (anche in self) se vuoi puoi presentarceli nella sezione "In vetrina".
  14. bore_ale

    Editoria e garanzie

    Buongiorno Anonimo, per arginare questo problema è sufficiente inviare il proprio manoscritto a un editore serio. Nessun editore serio farebbe mai una cosa del genere, anche perché di solito accettano solo manoscritti pronti per la pubblicazione, non si prendono certo la briga di "rielaborarli" o scopiazzarli. Ad ogni modo, se proprio si crede si può proteggere il testo mediante delle licenze temporanee a pagamento. A mio avviso non ce n'è alcun bisogno perché questo significa che non ci si fida dell'editore, e non so te ma io non vorrei mai pubblicare con un editore di cui non mi fido.
  15. bore_ale

    Moscabianca edizioni

    Neanche a me hanno mai risposto, ma comunque sul loro sito sono ben chiari: se non rispondono entro tre mesi, significa che non sono interessati.
×
×
  • Crea Nuovo...

Informazioni importanti

Abbiamo inserito dei cookies nel tuo dispositivo per aiutarti a migliorare la tua esperienza su questo sito. Puoi modificare le impostazioni dei cookie, altrimenti puoi accettarli cliccando su continua. Privacy Policy

  • Indice
    Attività
    Accedi

    Accedi



    Cerca
    Altro
    ×