Vai al contenuto

vinword

Utenti
  • Numero contenuti

    34
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

6 Neutral

Su vinword

  • Rank
    Seguace
  • Data di nascita 06/12/1980

Informazioni personali

Visite recenti

47 visite nel profilo
  1. Ti ringrazio molto, il tuo commento è accurato e le osservazioni giuste. Ci lavorerò. Grazie mille.
  2. 😂 Mi hai fatto sorridere. Grazie della tua recensione, sul finale hai pienamente ragione i restava poco tempo per ultimarlo ormai e ho finito per sprecarlo.
  3. Ti ringrazio molto. Trovo le tue osservazioni giustissime e ne terrò conto. In effetti sono abituato a crivere cose più lunghe e mi sono trovato un po' stretto.
  4. Grazie per la tua recensione e per i voti. Sì purtroppo il finale l'ho dovuto un po' scremare più che per le parole per il tempo, ho cominciato dopo 2 giorni a scrivere. Poracci davvero quei tipi (come direbbe anche mia moglie che è romana) non ho mai scritto horror di solito scrivo thriller leggeri o fantasy. È stata una bella prova.
  5. Grazie mille per i consigli e il voto. Sì, purtroppo la lunghezza breve e il tempo non mi hanno permesso di lavorare bene, ma del resto ho avuto il tempo che hanno avuto tutti e le parole che hanno avuto tutti, aimè.
  6. L'ho trovata una lettura un po' difficile, non sono riuscito sempre a seguire il filo. La storia regge anche se con dei tratti forse non troppo originali. Mi è sembrato quasi fumettistico lo stile del racconto, un soggetto perfetto per un Dylan Dog, ma non sono riuscito a trovare la giusta empatia col personaggio. Originalità: 8 Aderenza alla traccia: 10 Gradimento generale: 7 (per la difficoltà di alcuni punti e la poca empatia col personaggio)
  7. Faccio solo tre esempi: 1) in questo paragrafo faccio fatica a capire, un po' troppo laborioso, ma anche in altre parti ho trovato descrizioni ampollose. Io che amavo occuparmi di fatti all’apparenza incomprensibili, venni risucchiato da questa storia, allo stesso modo di un esploratore giunto a nuoto sulle sponde di una terra agognata e cullato dalle onde finisca poi per sparire nei flutti marini, senza mai approdare. 2) Avrei messo "in prossimità" e non "nelle prossimità" per la lastra bastava "una lastra di pietra circolare" e le linee forate non credo che rispecchino molto ciò
  8. Non volevo dire che fossi scorretto, ci mancherebbe 👍 Mi dispiace che non ti sia proprio piaciuto. Comunque grazie per la franchezza. Ci mancherebbe che ti mandi a quel paese per un giudizio sincero, assolutamente no. Considererò ciò che mi hai detto e se lo reputo giusto ci lavorerò.
  9. Grazie per i tuoi commenti ne terrò conto. Purtroppo avendo poco tempo e nonostante lo avessi riletto svariate volte degli errori mi sono sfuggiti. Comunque non dovresti rifarti a commenti di altri.
  10. Non ti è è sfuggito nulla eh? Si ho avuto qualche difficoltà con l'inserimento del prompt. Guarda ci sono alcune cose che non condivido: abbozzato si usa anche dire come ammaccato (ammaccato perché non ho scritto così?) E le funzioni del corpo anche dopo che si mozza una testa restano ancora attive per 8 secondi. Per hay e hey ho sbagliato a scrivere. Gli aggettivi possessivi li ho aggiunti dopo pensa che scemo all'inizio non li avevo messi. L'omonimia del personaggio non esiste perché è l'unico a chiamarsi così ed è fatto apposta. Comunque grazie per la tua recensione esaustiva e per il
  11. Allora. Ho apprezzato molto il punto di vista utilizzato per la storia, usare l'oca come protagonista è stata una buona scelta, tuttavia, si è intuito solo vagamente che John era uno sceneggiatore. Il finale mi ha lasciato un po' così, ne bene ne male. Non c'è stato alcun intoppo e seppur scritta bene l'ho trovata un po' piatta. Un'altra cosa che non torna è: come ha intuito l'oca che l'origano serviva per fumare? Nel McDonalds nessuno ha fumato quindi l'oca non poteva saperlo. Per il daje, aimè, non può coesistere col resto della storia, tolto il fatto che non lo avrei menzionato se fosse tat
  12. Appena l'ho aperto ho pensato: "qualcosa non è andato a buon fine nella formattazione" ahaha. Poi l'ho letto e ho pensato che fosse geniale, fino a quando non ho perso un po' il filo verso metà, ma lo ritengo tutt'ora geniale. Mi è piaciuto molto anche il finale perché inaspettato, non avevo capito che i due personaggi fossero morti. L'unica cosa che non ho ancora deciso è se si possa considerare un racconto oppure no perché potrebbe sembrare di più un copione. Originalità: 10 Aderenza alla traccia: 8 (gli elementi sono citati un po' sbrigativamente). Gradimento generale:
  13. Ho trovato un po' di confusione nella storia. Non credo sia stata una buona idea inserire gli elementi di tutti e 3 i prompt, apprezzo lo sforzo di averci provato. Purtroppo ho trovato le lunghe descrizioni (vedi quella di stefano ha 21 anni ecc... ad esempio) fuori dal contesto, troppo "raccontate". Sembravano più sche dei personaggi che non contribuivano allo svolgimento e allo scorrimento del racconto, ma è solo un mio parere, di ciò che è arrivato a me. Originalità: 10 (la storia è originale anche se un po' confusa) Aderenza alla traccia: 7 (non ti sei attenuto solo alla t
  14. Appena l'ho letto ho pensato subito: "cacchio che fantasia!" Mi sono divertito molto a leggerti anche se ho trovato alcune parti un po' confuse e a mio parere non è stata spiegata molto bene la presenza dello sceneggiatore (nel senso che è stato buttato li in cucina un po' così). Voti: Originalità 9 (do un nove solo perché pensandoci un po' meglio e svolgendo questa traccia sarebbe venuto in memte anche a me di sfruttare allucinazioni da stupefacenti, ma per il resto il 9 è meritatissimo.) Aderenza alla traccia: 9 (per il discorso dello sceneggiatore di cui parlavo) Gradiment
×
×
  • Crea Nuovo...

Cookie, cookie e ancora cookie

Come saprai, usiamo dei cookies per garantire il miglior funzionamento del sito. Puoi leggere la cookie policy, oppure cliccare su "Accetto". Consulta anche la privacy policy completa. Privacy Policy