Vai al contenuto

Leaderboard

Popular Content

Showing content with the highest reputation on 22/01/2021 in all areas

  1. "Chiediti che cosa ti rende felice e poi fallo. Il mondo ha bisogno di persone felici." (A. de Saint-Exupéry)
    4 points
  2. Ciao, Carmen. Benvenuta. C'è un gran bisogno di psicologi in questo forum: basta fare un giro nella chat per rendersene conto... Io direi anche di psichiatri, ma poi mi bannano. Comunque siamo tutti matti, ma al momento non sono stati segnalati episodi di violenza, nemmeno verbale, solo diversi sproloqui, compresi i miei, che però hanno anche un loro spessore artistico. Siamo tutti curiosi di leggere qualche tuo racconto o qualche tuo intervento.
    3 points
  3. Ciao a tutti, mi chiamo Carmen, sono una psicologa e editor freelance. Vivo a Firenze e la mia grande passione, oltre alla lettura, è la pasticceria. Prediligo soprattutto la narrativa mainstream e il genere thriller, anche se poi leggo di tutto. Sono felice di far parte di questa comunità di lettori! Buone letture e buona scrittura a tutti!
    2 points
  4. L'idea è buona e se ne può discutere. Da parte mia però sono del tutto contrario ai temi imposti, che sono la ragione per quale non ho mai preso parte a un contest. Ognuno scriva ciò che ha nel cuore e nella testa, sarà poi compito di chi seguirà il progetto nella veste di direttore editoriale raggrupparli, eventualmente, secondo determinati criteri. Se poi dovesse servire anche un contributo da parte della CE che immeritatamente presiedo - e che, ricordo, è una cooperativa di autori - sarò ben lieto di proporre l'idea agli altri soci; purché questo non crei alcun conflitto d'interesse con a
    2 points
  5. Ciao @Le Notti Bianche, benvenuta! Io sono Linda e confermo quel che dice @Alexmusic, pensavo giusto di fare una convenzione con qualche centro psichiatrico... lieta di averti tra noi
    2 points
  6. Buongiorno se è giorno, buonasera se è sera... vabbè, buonanotte! Sono Luigi Mattioli, ho pubblicato alcuni libri con piccola ma agguerrita CE. Mi piace più leggere che scrivere, ma tant'è: ci sono cascato. Accetto richieste di approfondimenti sulle mie opere, consigli, bonifici. A disposizione.
    1 point
  7. Salve a tutti. Sono una vecchia utente del WD. Per chi non mi conosce, mi chiamo Cecilia, ho 29 anni e tra le tante cose amo leggere e scrivere. Sono in un periodo di blocco... spero qui di riuscire a sbloccarmi.
    1 point
  8. Leggendo esclusivamente in digitale, quando compro un cartaceo dev'esserci un motivo che vada oltre la storia. Sicuramente sarà un libro che ho amato, ma voglio anche l'edizione migliore possibile. E a voi piacciono le edizioni "di lusso" o non vedete il senso di spendere di più per quella che è semplicemente la confezione di una storia? Se ne avete, quali sono i vostri editori preferiti? E quali i vostri tomi più cari, da un punto di vista affettivo o economico che sia? Vi piace che siano illustrati? Rilegati in pelle o tessuto? Solo autografati e numerati? Insomma, racconta
    1 point
  9. - Ah, potessimo avere qui in questo momento qualcuno di quei gentiluomini e di quelle gentildonne, che in questo momento stanno emigrando in altri forum... - Chi ha espresso questo desiderio? Mio cugino Westmoreland? No, mio bel cugino... Il resto lo lascio dire a lui, a Kenneth Branagh ...
    1 point
  10. Va bene, cambierò genere letterario. Lovecraft, aspettami! Sono ispirato!
    1 point
  11. Sì, decisamente! Mio caro @Luigi M se confidi sulla discrezione di @Alexmusicallora puoi anche cancellare l'account! Benvenuto tra noi! Solo perchè non avevi ancora visto il mio avatar! Ora sì che avrai modo di inquietarti
    1 point
  12. Mi devo preoccupare per questo colpo di fulmine? Ora ti immagino con la tutina e sono inquieto.
    1 point
  13. Ciao Luigi, benvenuto! Non so perché ma ho l'impressione che la casa editrice sia quella di @Alexmusic Felice di averti tra noi
    1 point
  14. Benvenuto Spero di leggerti presto sul forum
    1 point
  15. Il problema è proprio di conciliare le motivazioni personali con la pubblicazione che, come dice la stessa parola, comporta il rapporto con la sfera pubblica. Se scrivi un capolavoro, comunque, non credo che nessun editore ti negherà quella possibilità, in particolare se il tuo nome anagrafico non è ancora noto (quindi non risulta avvantaggiato rispetto allo pseudonimo), se le motivazioni personali sono inerenti alla natura stessa dell'opera, e se il nome d'arte che scegli è di gradimento dell'editore.
    1 point
  16. In ogni caso, a prescindere da quale sia lo scopo principale, usare il nome d'arte comporta una separazione tra la vita privata (in cui tutti ti continueranno a chiamare con il tuo nome) e quella pubblica o artistica, e la cosa può essere utile. Trovo che l'uso del nome d'arte sia anche un buon antidoto contro l'Ego dello scrittore, perché in fondo si tratta di prendere in parte le distanze da sé stessi. Inoltre, con un nome d'arte si ha quasi la certezza di non scrivere più per parenti e amici (i quali non ti leggeranno più perché si sentiranno "traditi". Poco male, tanto i libri non li legge
    1 point
  17. Vero, ma questo succede perlopiù quando l'autore intende nascondere la propria identità. Non sempre lo scopo del nome d'arte è quello, anzi nel mondo della musica è di regola il contrario (il nome d'arte convive con il nome anagrafico, e seppure quest'ultimo diventa poco noto, rimane di pubblico dominio). Io dopo, mesi di riflessione, sono giunto alla decisione di adottare un nome d'arte per le mie prossime opere letterarie, mantenendo il mio nome anagrafico solo per testi tradotti o altro tipo di attività culturali. Le ragioni che mi inducono ad adottare un nome d'arte sono di un miglio
    1 point
  18. Carissimo Alessandro, allora ti racconto una cosa. L'allocuzione di Enrico V prima della battaglia di Azincourt è per me un tale capolavoro che: - la so recitare a memoria nel testo originale (inglese shakespeariano). Ovviamente è l'unica cosa che conosco a memoria, Catullo a parte. - quando ero consigliere comunale nella mia città, tutti attendevano la mia consueta citazione "noi pochi..." ma non solo quella. - un quarto di secolo fa ho organizzato il viaggio di nozze in modo da trovarmi PER CASO nei luoghi della guerra dei cent'anni. Solo che i soliti sciovinisti francesi
    1 point
  19. @Ayamegrazie del benvenuto! Per la convenzione tenetemi pure in considerazione...soprattutto come fruitrice!
    1 point
  20. Nella mia testa era una raccolta sola e l'ambientazione comune, secondo me, sarebbe la forza di "quasi un romanzo". Poi non so.
    1 point
  21. @Alexmusic quanto a sproloqui gli psicologi non sono da meno! ma io preferisco di gran lunga gli sproloqui artistici! Grazie del benvenuto! @ghost sì, il nome trae ispirazione dal romanzo di Dostoevskij...uno dei miei libri preferiti! Grazie del benvenuto e felice di condividere letture dello stesso genere!
    1 point
  22. Ciao a te, Carmen. anche a me piace il Mainstream, e ultimamente mi sto avvicinando al Thriller. Mi piace anche leggere di psicologia, ogni tanto. Direi che sei la benvenuta, da parte mia. Il tuo nickname mi ha ricordato Dostoevskij, felice di averti tra noi.
    1 point
  23. Magari concentriamoci su una cosa alla volta XD Si può partire intanto da una raccolta sola. Si può pensare di collegare i racconti con un tema (non per forza il tempo) o una ambientazione (tipo i racconti di Olive Kitteridge, se qualcuno ha presente). Possiamo anche lasciare libertà di genere, volendo. E si può fare anche una raccolta i cui racconti sono totalemente slegati tra loro, nel caso. Però iniziamo con una raccolta, non con quattro Io non scrivo da un sacco e dubito di partecipare, ma posso darvi una mano a organizzare e posso leggere i racconti
    1 point
  24. Oggi come non mai c'è bisogno di storie.
    1 point
  25. Wow, sono bellissime! Io al momento non ho granché, mi sono presa la collezione nuova delle Cronache del ghiaccio e del fuoco, che devo dire fa molta figura u.u Spero che: a. Martin scriva l'ultimo libro b. La Mondadori continui la serie in questa versione Sennò mi incazzo
    1 point
  26. Qualcuno mi regala un collo nuovo, per favore?
    1 point
  27. C’è anche la Triskell (che all’epoca nasceva per importare in Italia le versioni in italiano dei romanzi di Dreamspinner Press). Io pubblico anche con Quixote Edizioni. EHHH. L’MM ha una storia relativamente recente e al momento in Italia esistono solo due CE specializzate e comunque entrambe pubblicano anche romance FM e non solo MM.
    1 point
  28. Prima di lasciarti qualche suggerimento, ti consiglio di leggere quanto segue e, con il tuo file aperto, controllare i seguenti errori, se hai un dubbio. I tasti “Trova” e “Sostituisci” ti saranno d’aiuto. Sì – affermativo. “Sì, hai ragione.” Si – senza accento. “È così che si fa! A fianco – staccato. “A fianco del supermercato c’è la scuola.” Affianco – attaccato. “Affianco il supermercato per raggiungere la scuola.” Dà – accentato. “Amy mi dà un libro Da’ – con apostrofo. “Da’ questo al cane”. Si tratta del verbo “dare
    1 point
  29. Cloe e Seth ♥️
    1 point
  30. Non ho visto i precedenti. Ero rimasto al rosa che è un giallo ma sembra rosa comunque... Questo è meglio
    0 points
  31. Rompo il ghiaccio io dicendo che trovo ottime le edizioni della Folio Society. Non ne ho tantissime e essendo inglese ha un gusto suo per le illustrazioni che non sempre condivido, ma la qualità dell'oggetto per me è sempre altissima. Uno dei miei preferiti della mia piccola collezione è The Left Hand of Darkness, le illustrazioni interne sono in bianco e nero ma sono tantissime e mi piace come si integrano con il testo nell'impaginazione. (Fatemi sapere se non si vedono le foto) Ma il mio primo acquisto è stata questa meravigliosa edizione di Dune: Poi magar
    0 points
  • Aggiornamenti di Stato recenti

    • Mattia Alari

      Oroscopo del Capricorno di oggi:

      Stoici corniferi impediti, buongiorno!
      Prima che tiriate fuori il cucchiaino del caffè che avete trasformato in temibile arma dopo anni e anni di limatura annoiata nelle pause caffè prese dall'università al lavoro, preciso che ho detto "impediti" per un buon motivo: è la giornata che vi impedisce di sembrare il più incazzato di tutti quindi, il lunedì, si bada un po' meno al vostro umore.
      Voi odiate il lunedì, come tutti. Ma lo odiate anche perché in una stanza è possibile che non siate la persona che lo detesta di più quindi il lunedì vi tocca sicuramente arrivare secondi o terzi, magari su un gruppo di appena quattro disgraziati di malumore. Anche se la sconfitta non vi piace, cercate di ricordare che è motivata dal vostro (ig)nobile temperamento: voi sopportate tutto e la vostra vita è spesso fatta di una serie incredibili di lunedì senza che ci sia mai un sabato o una mezza domenica (in cui, magari, avete mal di testa tutto il giorno quindi è solo un ponte oscillante tra un lunedì e un altro). Cosa potervi consigliare oggi?
      Assolutamente nulla, fareste sempre presente che non avete bisogno di consigli. Ma il cucchiaino lametta, quello di cui dicevo all'inizio, conficcato di colpo nel collo di uno dei disgraziati che fa considerazioni tristi sulla giornata di merda che lo aspetta, forse non è esattamente un modo opportuno di proporre lo stoicismo come alternativa ragionevole alla sterile lamentazione.
      Non è che si possa pretendere di eliminare fisicamente chi non sopporta lo stress come voi, anche se fosse la solita odiata lagna del Cancro che...
      ... oh, no. Temevo proprio che mi avreste risposto di sì... !
      · 3 risposte
    • Sunday Times

      ... se me lo appendete storto vi appendo.

      · 0 risposte
    • Mari

      We live as we dream – alone.
      (Si vive come si sogna: perfettamente soli.)
      (Joseph Conrad)
       
      · 0 risposte
    • Mattia Alari

      Oroscopo del Capricorno di oggi:

      Fratelli e sorelle del dojo Capra Kai, eccovi davanti una nuova giornata! E sappiamo bene che come al solito, o almeno spesso, non avete dormito.
      Sebbene il vostro aspetto risulti essere quasi sempre gradevole (se non altro per far passare il singhiozzo) iniziate a considerare i pro dell'insonnia cronica: avete sempre sott'occhio un paio di utili, ecologicissime, borse per la spesa improvvisa che vi ritrovate a fare strisciando, capramente, nei supermercati aperti negli orari di coda (perché voi siete asociali sempre, ma adesso rifilate la cosa come "strategia opportuna").
      Ah. Fate presente di non gradire l'umorismo visto il mal di testa.
      Sì... avete ragione.
      Ma posso almeno dire che chi vi esprime solidarietà potrebbe farlo sul serio e non per beffarsi della vostra (relativa, certo... ci mancherebbe) stanchezza?
      Sappiamo che vi consumate spesso in fiere veglie per le quali immaginate colonne sonore eroiche, mentre contate le pecore che saltano la staccionata sperando di addormentarvi per la noia. Cosa che purtroppo non succede. Lo sanno bene anche le povere pecore che infatti, un centianio di giri dopo (ed essere state criticate per le scarse performance con un'alzata di palette crudelissima anche per Ballando con le Stelle) si sono ritrovate a saltare, per le capricornate nel sedere, ben oltre i tetti della fattoria immaginaria. E con loro anche tutti gli altri animali dello zio Tobia o di Nonno Nanni, visto che nell'ira funesta notturna ci sono crossover di cui non farete mai parola a nessuno.
      A quel punto sappiamo bene che neanche un attacco da parte di un esercito stracchini volanti, comandati da una robiola nera con l'asma causata dall'intolleranza ai latticini, ha potuto domare la vostra furia (mentale) degna dell'apocalisse!

      Dopo notti simili, e quelle da Leoni sono da principianti, che siate ancora più nervosi è totalmente comprensibile!
      Ma siete troppo fieri per ammetterlo, sebbene il vostro rancore verso le pecore che non sono servite si intraveda nel vostro mordere la vostra copertina preferita davanti alla TV o accarezzare perfidamente la sciarpa che vi tiene al caldo, nonostante un sangue che tutti vi accusano di avere ad una temperatura stabile di -12 gradi centigradi anche con 42 di febbre.
      Stando così le cose, bisogna correre subito ai ripari oppure andrà sempre peggio.
      Vi consiglio un po' di sano relax e riposo. Non c'è niente che una bella dormita non possa risolvere e...

      Aspettate... aspettate! Stavo scherzando!
      Cosa vuol dire che il motto del Capra Kai è "nessuna pietà"?
      ... arrrg!
      · 0 risposte
    • Mattia Alari

      Certe storie sono mostri. E quando te le trovi davanti puoi o scappare o affrontarle. Se qualcuno volesse leggere il mio breve racconto è qui. No, non è affatto bello:

      https://www.quartacorda.com/testi/shirley-temple?fbclid=IwAR04oGT7osdr789pbz0x3W9d7NLOeAqBbpV4TAG-0eKA5gPMtWhJEYkD6Zs
      · 1 risposta
×
×
  • Crea Nuovo...

Cookie, cookie e ancora cookie

Come saprai, usiamo dei cookies per garantire il miglior funzionamento del sito. Puoi leggere la cookie policy, oppure cliccare su "Accetto". Consulta anche la privacy policy completa. Privacy Policy