Vai al contenuto

Status

Mostra status updates postati negli ultimi 365 365 giorni.

Questo stream si aggiorna in automatico

  1. Earlier
  2. Dopo la prima recensione ricevuta nella mia vita, anche la prima da fare... è stato per me motivo di soddisfazione che l'autrice della recensione al mio libro mi abbia chiesto di ricambiare il favore e recensire il suo. Un segno di stima e fiducia che mi onora e verso cui spero di esser degno.

  3. Oggi, per coincidenza, escono due miei racconti per due riviste molto differenti (proprio come le storie che pubblicano).
    Sono probabilmente le due facce della mia medaglia. Li lascio qui per chiunque sia curioso.

    https://quaerere.it/il-cielo-a-croci/?fbclid=IwAR0-kGyN9tKdFiGdJtydLINxdfHNkVpqJFuZhfS4O-yaAmwbLJTTOhVNM6g

    https://www.micorrizelitlab.it/2021/09/07/la-cagnaia-gold/?fbclid=IwAR1GhZSH3zTK0QENUuPxjsdNG-xer_XHLYzUv4HMhpDGeIxvtvwqBMor7Wc

  4. Il materialista è colui che crede all'esistenza di solo ciò che si vede, non tenendo conto che non si possa vedere affatto che la realtà sia tutta in ciò che si vede

    1. greenintro

      greenintro

      @Mattia Alari, volevo dire che, dato che i sensi corporei, che per il materialista dovrebbero essere l'unico accesso alla conoscenza della realtà, ci offrono solo l'esperienza di singoli oggetti in un certo tempo e in un certo spazio (vedo questo  particolare albero, ascolto questo determinato suono ecc.), essi non possono darci l'idea che TUTTA la realtà coincida con ciò che cade sotto la loro esperienza. L'idea di "totalità" è astratta, immateriale, per cui nel momento in cui il materialista la utilizza per dire che "tutta" la realtà è quello che si percepisce con i sensi, cioè materia, e oltre non c'è nient'altro (Dio, anima ecc.) sta assumendo un punto di vista astratto che, in base alla sua stessa tesi, non dovrebbe condurci ad alcuna vera conoscenza, e dunque finisce col cadere in contraddizione con se stesso.

    2. zio rubone

      zio rubone

      @greenintro sembrerebbe che tu ti riferisca al materialismo medioevale. Già nel secolo XIX i filosofi materialisti sono stati ben consci della critica Kantiana.

       

  5. IL BLU del vero Nord è pazzesco.
    Il cielo è di zaffiro, quando non ci sono nuvole.

  6.  

    Ieri pomeriggio, una cosa strana - e definirla strana su un forum di scrittura mi fa ridere. Assecondando un impulso che non assecondo mai (per la poesia è diverso), ho iniziato a scrivere una cosa. Mi sono detta che poteva essere l'incipit di un racconto. Il fatto è che il racconto, la storia, non c'è. 

    Mi rendo conto dei limiti della mia immaginazione (narrativa) anche se ancora non ci ho fatto pace e, bè, pur sapendo che non ho il talento per raccontare storie, alla totale mancanza di questo tipo di immaginazione non ci credo fino in fondo. Qualcosa mi sfugge. Me ne sono voluta convincere, immagino per comodità, però in questa convinzione non mi ci trovo bene.

    Lasciando perdere i tormenti e la frustrazione (e che cliché, e che palle!), resta il fatto che scrivere quella pagina e mezzo è stato molto soddisfacente, nonché la cosa più piacevole della giornata, probabilmente proprio per il suo carattere estemporaneo - che è anche il suo limite (e il mio, il mio...). Vorrei però non lasciarla lì com'è. 

    Ecco, io ammiro chi sa raccontare e inventare storie, più dei poeti. Alcuni pianificano, altri dicono di "seguire" i personaggi e le situazioni man mano che si svolgono, prima di capire la direzione. Mi chiedo se per me sia possibile almeno questo. Almeno lasciar andare.

    Non ho nessun talento da narratore. Mi sarebbe piaciuto esserlo fin da quando ho preso in mano la penna, dico la verità. Alla fine ho scritto poesie. Tuttavia, quello di scrivere resta tuttora un desiderio quotidiano inappagato, un impulso che sono troppo stupidamente e inutilmente "complicata" (senza falsa modestia!) per assecondare. 

    Ma sono stanca un po' di tutto. Anche di questo. Anche dei blocchi. Qualcuno dice di no, beat* l*i, ma i blocchi esistono.

    Oggi continuerò a dedicarmi a quella pagina.

    E scusate del "tormento" da cliché.

     

     

    1. Le Notti Bianche

      Le Notti Bianche

      Tu scrivi. Continua a scrivere quella pagina a cui, da quello che dici, potrebbero seguirne altre. Poi rileggi, riscrivi. Magari una storia c'è e ancora non la vedi, magari un punto da cui far partire una storia lo trovi e da lì ricostruisci, dieci, venti volte, anche di più. Il solo sentire di volerlo fare unito al provarci, è già il primo passo. So che è difficile (e te lo scrive una che vive di insicurezze ventiquattro ore al giorno) ma prova a non ripetere a te stessa, continuamente, "non ho talento per scrivere storie". Alla fine quella vocina che ti dice questo diventa predominante e oscura tutto il resto, anche la voglia di fare, di scrivere, che oggi hai. Quindi lascia spazio alla voglia, oggi, al desiderio di scrivere, non alla vocina. E scrivi. Dai! 

    2. Desy Icardi

      Desy Icardi

      Quello che è successo a te non è poi tanto strano, ho una cartella piena di file che potrei intitolare: "non so cosa sono né che cosa potrei diventare".

      Va bene così, è tutto allenamento alla scrittura, e poi fa  bene per alleggerire lo spirito. 

      L'attitudine narrativa, invece, credo sia presente in ciascuno, ma in quantità differenti. Se t'interessa svilupparla, ci sono tanti mezzi ed esercizi. In rete si trovano tantissime risorse di questo genere, anche gratuite, con le quali potrai cimentarti. 

    3. Mattia Alari

      Mattia Alari

      Si può leggere quella pagina?

  7.  

    La parola Bookaholic negli anni ’90 non era ancora stata inventata, ma i drogati di libri esistevano già da secoli. Negli scorsi giorni ho ritrovato in rete un cortometraggio che vidi, ormai più di vent'anni fa, al Torino Film Festival, che parla proprio della libro-dipendenza.

    Si tratta di “Asino chi legge” di Pietro Reggiani, un’opera divertente, profonda e molto ben realizzata.

    Racconto di “Asino chi legge” sul mio sito, dove potrete trovare anche il link per gustarvelo interamente (saranno 23 minuti ben spesi)

     

    https://www.desyicardi.it/2021/08/21/asino-chi-legge-i-bookaholic-di-fine-millennio-secondo-pietro-reggiani/

     

    Nessuno-Escluso-asino_Thumb_HighlightCenter207664.jpg

  8. Devo smetterla di vergognarmi così tanto di essere (in fondo) un romantico. Magari... domani.

  9. Ho ricevuto uno strano messaggio privato.
    Sembra che qualcuno legga il mio diario qui. Costei, è una signora, mi ha chiesto se sto per caso scrivendo un romanzo e mi "esercito" nella sezione con "Lo straniero che venne dal mare".
    Avevo notato che le visualizzazioni sono più di quelle che mi immaginavo ma sono perplesso.

    1. Sofia C.

      Sofia C.

      Una cosa "da romanzo" questa.

      Ma non dovresti esserne perplesso. Scrivi molto bene e racconti in un modo tale da dare l'impressione di leggere ben altro da un diario. Il più delle volte vale anche per ciò che racconti. Anche se parli di te, certo, e non so se è proprio qui che sta la perplessità.

    2. Mattia Alari

      Mattia Alari

      Parlando di me sono perplesso. Ma anche per quel che racconto, che effettivamente non è granché.
      Lei era convinta che fosse una sorta di "esercitazione" per altro. Non penso che un romanzo "così" potrebbe essere interessante. Perplesso anche per questo.

       

    3. Sofia C.

      Sofia C.

      Ieri sera ti avevo risposto ma non vedo il commento! 

      Ti dicevo che non è vero che quello che racconti non è granché, intanto. E alla fine tu sai raccontare in un modo che avvince e "si vede". Te l'ho sempre detto! E vale anche per quando scrivi nel diario. Perciò la signora ha preso un granchio (non per male), ma un pochino è comprensibile.

    4. Mattia Alari

      Mattia Alari

      Ieri sera un ragazzo con cui ero a cena mi ha definito una persona davvero "singolare" e senza che io abbia fatto NIENTE o (purtroppo) detto qualcosa di speciale. Tu conosci i miei deficit, visto che poi leggi i miei commenti in giro.



       

    5. Sofia C.

      Sofia C.

      Ehm... Io vedo ben altro che deficit, perciò non posso darti ragione. Sorry. 

  10. Piccole, enormi, gioie!

     

  11. Festivaletteratura di Mantova, dall'8 al 12 settembre (e ci sarò anch'io in ottima compagnia)

    https://www.festivaletteratura.it/en/2021/events/17-leggere-al-bar-3071

    FESTIVAL-LETTERATURA-MANTOVA.jpg

  12. Oggi sono tre anni che vivo in Scozia. Tre anni.
    Vorrei poter dire che ho capito cosa fare ma non è successo. Vorrei poter dire che succederà presto ma non ne ho idea.
    So solo che qualcosa si deve smuovere.
    E a parte smuovere io gli eventi (e quello è ciò che faccio) c'è sempre bisogno di un po' di fortuna. Sempre.

  13. C'è gente che si sforza di scrivere.
    Io mi sto sforzando di non farlo (perché ho altro da fare...!)

  14. Video consigliato! Buona domenica e buona scrittura.

     

  15. L'egocentricità e la caratterialità non sono sintomi di alcun valore né sono proprie di una personalità artistica.
    ... Vallo a spiegare a chi ha solo queste... "doti"... ! 

    1. Dostojevskj

      Dostojevskj

      piuttosto che trinciare giudizi simili su un altro essere umano, per di più in pubblico,  mi farei impalare in piazza io...

       un forum "letterario" è morto se invece che commentare i testi ci si impegola in beghe da condominio con insulti gratuiti ...ravvediti ti prego. come tutti immagino tu sia una brava persona.

    2. Mattia Alari

      Mattia Alari

      A parte il fatto che tu hai iniziato a postare SPROLOQUI (e lo ripeto) e non capire NIENTE di quello che ti avevo scritto addirittura iniziando DA SOLO (per evidente allergia alla critica che, per altro, non ti stavo facendo) un discorso che non stava né in cielo né in terra, trovo divertente questo tuo accanimento nei miei confronti, travestito da vittimismo.
      Ma guarda se un disgraziato (cioè io) deve subire tutto questo solo perché chiede all'autore di un testo (TU, che hai anche postato nella sezione sbagliata <-- ) se è "solo quello" ed eventualmente come si possa dare un giudizio del tipo che ha richiesto (DA UN TESTO che resta anche in tronco sull'azione ... ).

      Guarda che non sono io che ho qualche problema, eh?

  16. Oggi una sorpresa nella mia posta: Un racconto che pensavo rifiutato è stato invece accettato.
    Piccola buona notizia.
     

  17. Se qualcuno sarà dalle parti di Mantova l'8 settembre, per assistere al Festivaletteratura, ci sarò anch'io con il grande Marco Malvaldi.

    Insieme daremo vita a un reading dal titolo "leggere al bar"

    https://www.desyicardi.it/evento/festivaletteratura-di-mantova-marco-malvaldi-e-desy-icardi-in-leggere-al-bar/

     

    festivaletteratura-di-Mantova-2021.jpg

  18. Oggi mi sono svegliata così: "Atto d'amore è accogliere in noi la nostra parte più ferita e fragile, accorgersi che dobbiamo amare l'ultimo degli uomini perché arriva terribile il momento in cui ci accorgiamo che l'ultimo degli uomini siamo noi" - Carl Gustav Jung

    Buon lunedì!

  19.  

    Ascoltate gli incipit dei titoli di Fazi editore, dalla voce dei loro stessi autori!

    ...e ci sono anch'io con i miei dure romanzi: “L’annusatrice di libri” e “La ragazza con la macchina da scrivere”.

    https://open.spotify.com/show/4FwY7g0bcIPRapmXJPKUgW?si=p_7GgevpTBmsFFApJilRdg&dl_branch=1&nd=1

     

  20. Benvenuta e congratulazioni!

    1. Emma b.

      Emma b.

      Ciao Desy, grazie mille❤️

  21. È stato un fine setitmana di fuoco. Sono sempre più stanco ma va tutto bene.

    A parte la mia macchina che è ferma :facepalm:

    1. Desy Icardi

      Desy Icardi

      la vita degli scrittori è un dedalo di stenti e privazioni! :testamuro2: Auguri per la malatina

  22. Dai, inventa una storia!

     

    221385424_10226512774751353_5627044193769618105_n.jpg

    222014875_10226512774351343_8454470732482313583_n.jpg

    221079796_10226512774031335_8027384280300201652_n.jpg

    1. Russotto

      Russotto

      Contro il blocco dello scrittore! Bellissimo.

  1. Carica più contenuti
×
×
  • Crea Nuovo...

Cookie, cookie e ancora cookie

Come saprai, usiamo dei cookies per garantire il miglior funzionamento del sito. Puoi leggere la cookie policy, oppure cliccare su "Accetto". Consulta anche la privacy policy completa. Privacy Policy